Connect with us
Pubblicità

Trento

30 anni fa moriva Enrico Pruner il fondatore del PATT

Pubblicato

-

Esattamente 30 anni fa, all’età di 67 anni, moriva uno dei principali protagonisti dell’autonomia e della politica trentina: Enrico Pruner.

Pruner era nato a Frassilongo, in val dei Mòcheni  e dopo gli studi liceali si laureò a Milano in Scienze Agrarie nel 1949.

Dopo la guerra aderì al movimento dell’ASAR (Associazione Studi Autonomistici Regionali) fino al 1948 per poi aderire al PPTT (Partito Popolare Trentino Tirolese) del quale fu uno dei fondatori.

Pubblicità
Pubblicità

Nel 1952 venne nominato dalla direzione del partito segretario politico del PPTT, carica che tenne fino al 1988. 26 anni di direzione che probabilmente rappresentano un vero record per quanto riguarda la direzione di un partito.

Nelle elezioni di novembre del 1988 venne eletto consigliere regionale assieme a Remo Defant.

È stato consigliere provinciale per oltre trent’anni risultando eletto nella II, III, IV, V, VI, VII, VIII, IX legislatura della Provincia di Trento. È stato a detta di tutti un politico molto lungimirante in grado di anticipare tutti i suoi colleghi dell’epoca dando già in quell’epoca un taglio europeista al suo partito (PPTT).

Pubblicità
Pubblicità

Dal 1960 al 1964 Pruner fu assessore regionale all’economia montana e foreste. Per questo incarico venne soprannominato dai suoi avversari Heinrich der Grüne (Enrico il verde).

Nel 1967 uscì per la prima volta il periodico “Autonomia Integrale”, giornalino del partito, del quale Enrico Pruner venne nominato direttore responsabile.

Pubblicità
Pubblicità

Negli anni ’70 incominciarono le sue famose battaglie a difesa dell’ambiente, territorio, e delle minoranze linguistiche presenti in trentino, tra cui la sua valle (minoranza mochena).

Fu il primo a denunciare con un articolo e una grande foto le condizioni degli operai della fabbrica SLOI (Società lavorazioni Organiche Inorganiche), che conteneva materiali altamente pericolosi.

Un’altra battaglia fu in favore dell’insegnamento della storia trentina nelle scuole, con diverse interrogazioni in consiglio provinciale.

Il caso più eclatante fu quando si mise a difendere i contadini dagli espropri decisi dalla Provincia. Pruner accusava quest’ultima di aver una mancanza di sensibilità verso il territorio e l’ambiente. Il 22 febbraio 1978 carabinieri e vigili invasero il terreno della famiglia Oberosler per procedere con l’esproprio ma Pruner assieme a Domenico Fedel per diversi giorni dormirono con i contadini opponendosi con tutte le sue forze. Altri tempi, altre storie e altri politici.

L’ultima battaglia di Enrico Pruner fu una questione politica; infatti nel 1988 riuscì assieme a Franco Tretter a ricostituire il PPTT dopo che nel 1983 si era spaccato fondando due ali autonomistiche.

Il 17 gennaio 1988 in occasione del congresso tenutosi a Riva del Garda venne fondato il PATT riunendo tutti gli autonomisti eleggendo i due contendenti entrambi presidenti. Un anno dopo, l’8 settembre 1989 si spense a soli 67 anni sconfitto dalla leucemia.

Ancora oggi viene ricordato per il suo grande impegno per la tutela delle minoranze linguistiche, per la difesa delle tradizioni e delle identità dei trentini per le ampie alleanze con tutti i movimenti autonomisti italiani e non solo.

Nel 2011 Lorenzo Baratter scrive il libro «Una vita per l’autonomia», la biografia di Pruner.

Il volume ricostruisce la sua storia umana e politica, nella quale portò avanti una serie innumerevole di battaglie politiche sempre tese a dare la massima valorizzazione all’Autonomia.

Enrico Pruner viene ricordato perché è sempre stato dalla parte del popolo, del suo popolo, quello Trentino.

Era sempre sul territorio e anche quando era diventato consigliere non faceva mai mancare la sua presenza.

 

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Ferrarelle punta sulla sostenibilità ambientale: bottiglie in plastica riciclata ad impatto zero
    Dai sacchetti per gli alimenti, alle bottiglie fino ai più comuni oggetti per la casa: l‘utilizzo incontrollato della plastica a livello globale, ha portato verso lo studio di specifiche procedure per il riciclo, utili a recuperare un materiale praticamente indistruttibile ma altamente inquinante. Questo, è uno dei motivi che ha spinto Ferrarelle, unica azienda di acqua […]
  • Dai semi di mela un olio “green” per uso alimentare e cosmetico
    Da assaggiare cruda nell’insalata o cotta nella torta, fino alle bevande con succhi, centrifugati e la versione alcolica, il sidro: le mele sono in assoluto uno dei frutti più versatili nonché sani da utilizzare in cucina. Nonostante la mela sia un frutto quasi completamente commestibile, il residuo di una lavorazione ad uso industriale è il […]
  • Lago Nero e Cornisello: luoghi mozzafiato incastonati tra le Dolomiti di Brenta
    Tra le spettacolari Dolomiti di Brenta è possibile trovare dei paesaggi davvero mozzafiato. Alcuni di questi è possibile immortalarli in Val Nambrone, una diramazione della Valle di Campiglio, che porta alle cime del gruppo della Presanella. Questa zona è famosa soprattutto per i suoi laghi alpini tra cui il Lago Nero ed i laghi di […]
  • Vestiti digitali: l’abito che compri, indossi ma non esiste
    Dietro al glamour e allo scintillio dei vestiti nuovi, appena usciti dai negozi, il mondo della moda si ritrova in una fase epocale di cambiamento trainata dalla trasformazione dei comportamenti di acquisto dei prodotti, dalle diverse esigenze dei consumatori e soprattutto dalla forte rivoluzione digitale. In ambito fashion infatti, i cambiamenti più significativi riguardano la […]
  • Gelato alla frutta o gelato alle creme? Questo è il dilemma
    Che estate sarebbe senza gelato? Colorato, fresco, gustoso e perfetto per una merenda golosa o per una serata davanti al ventilatore, il gelato è un must della bella stagione. I gusti ormai sono infiniti, si va dal dolce al salato, dal classico gelato al gelato fritto… insomma, ce n’è per tutti i palati! Ma è […]
  • Da aerei e droni, “bombe di semi” contro la deforestazione in Thailandia
    La fame di risorse naturali che portano alla riconversione di zone naturali in coltivazioni e zone urbane è un fenomeno storico, noto fin dalle origini antiche ma mai così sviluppato come nelle proporzioni attuali. La deforestazione infatti, è considerata uno dei più grandi mali della società moderna che, oltre ad aggravare una vasta gamma di […]
  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]

Categorie

di tendenza