Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

I ballerini di fama internazionale Sabrina Brazzo e Andrea Volpintesta protagonisti a Ronzone

Pubblicato

-

Andrea Volpintesta e Sabrina Brazzo oggi e domani sono a Ronzone

Domani, domenica 8 settembre, il Kino Centro Danza ospiterà le audizioni per la Compagnia Jas Art Ballet di Sabrina Brazzo e Andrea Volpintesta nella propria sede a Ronzone.

Un’opportunità unica per i giovani del Trentino Alto Adige, ma non solo: le audizioni saranno aperte infatti anche a Veneto, Friuli Venezia Giulia e Austria.

Chi le supererà potrà poi frequentare il corso formativo per l’avviamento professionale della Jas Art Ballet Junior di Sabrina Brazzo, etoile internazionale, e Andrea Volpintesta, primo ballerino della Scala di Milano, che si terrà con cadenza mensile a Ronzone, in alta Val di Non.

PubblicitàPubblicità

Oggi, inoltre, si sono tenuti due workshop nella suggestiva location del Salone della Villa Imperiale al Passo della Mendola: il primo con i direttori artistici della Jas Art Junior Sabrina Brazzo e Andrea Volpintesta, il secondo, l’Entolé Danza a 432 Hertz, è stato tenuto da Sabrina Borzaga con l’accompagnamento di violino e violoncello.

Domani, come detto, ci saranno invece le audizioni, in programma dalle 10.30 alle 13.30.

Pubblicità
Pubblicità

KINO CENTRO DANZA – La Val di Non può vantarsi di avere una scuola strutturata e competente come il Kino Centro Danza, già navigato in termini di gestione di rapporti nazionali e internazionali dato che è l’unico Approved Dance Centre della Regione per la prestigiosa Accademia di Danza inglese Imperial Society of Teachers of Dancing, è membro del Consiglio Internazionale della Danza Unesco ed è l’unica scuola d’Italia che applica i contratti di Federculture.

Da ottobre, dunque, anche i giovani danzatori della Provincia Autonoma di Trento potranno avere il privilegio di studiare con danzatori di rilievo mondiale come Sabrina Brazzo e Andrea Volpintesta. Un’esperienza formativa unica nel contesto nazionale che affianca al percorso di studi anche la possibilità di entrare nel cast delle produzioni della Jas Art Ballet.

Pubblicità
Pubblicità

COM’È NATO IL PROGETTO – Kino Centro Danza è presente alla Fiera Internazionale della Danza di Firenze da un paio di edizioni per presentare il progetto “Entolé Danza a 432 Hertz”, la cui caratteristica è quella di accompagnare la lezione di danza con violino e violoncello.

Nella scorsa edizione di febbraio 2019 i manager Maria Meoni e Fabio Bertinelli, attratti dalla particolarità del progetto, hanno incontrato Sabrina Borzaga per saperne di più. Subito dopo è seguita la presentazione di Sabrina Brazzo e Andrea Volpintesta, che si sono innamorati dell’iniziativa. Immediatamente si è pensato a una collaborazione concreta tra Kino Centro Danza e la Jas Art Ballet.

JAS ART BALLET – L’Associazione Culturale Jas Art Ballet è una realtà che opera nell’ambito della cultura e dello spettacolo con la realizzazione di produzioni come video spot, spettacoli di danza, corsi di formazione, stages/masterclasses, concorsi ed eventi di natura coreutica che hanno come base l’utilizzo della danza anche con l’ausilio della propria compagnia.

Proprio la compagnia “Jas Art Ballet” nasce nel 2012 per iniziativa e volere di Sabrina Brazzo, etoile internazionale già prima ballerina del Teatro alla Scala di Milano, e Andrea Volpintesta, primo ballerino del Teatro alla Scala di Milano, entrambi ballerini di fama nonché direttori artistici della stessa.

La compagnia è composta da giovani e talentuosi danzatori italiani dai 19 anni ai 30 anni che partecipano a tutte le produzioni e gli spettacoli che hanno come base la danza classica, ma che spaziano anche in chiave contemporanea e neoclassica .

Dopo la formazione di questo ensemble Sabrina Brazzo e Andrea Volpintesta, nel settembre 2017, decidono di dare vita a un altro progetto: lo “Jas Art Ballet Junior” , dedicato a giovani danzatori dai 12 ai 18 anni di età, utile allo sviluppo e perfezionamento del loro studio accademico e alla loro maturazione artistica, con uno sguardo rivolto al professionismo.

Questi giovanissimi sono impegnati nei loro appuntamenti dell’anno con lezioni in tutti gli stili, repertorio e passo a due, nuove composizioni coreografiche create appositamente per loro e studio di coreografie facenti parte delle produzioni e repertorio della compagnia.

L’obbiettivo è farli giungere pronti per un inserimento futuro nel mondo lavorativo professionistico della danza. Uno dei punti chiave e fine di questi progetti è quello di dare la possibilità a queste giovani leve di crescere artisticamente e professionalmente, accompagnati e seguiti in questa crescita non solo dai due artisti fondatori ma anche da altri artisti e coreografi ospiti provenienti da realtà importanti del panorama della danza nazionale e internazionale.

Questi progetti sono inoltre supportati da un team artisticamente qualificato di settore collaboratori e promoter, coreografi, scenografi, costumisti, musicisti, cantanti lirici, fotografi e maître de ballet.

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Predaia cerca un necroforo fossore per i cimiteri comunali

Pubblicato

-

L'ingresso del cimitero di Segno, frazione di Predaia

Il Comune di Predaia intende avviare un confronto concorrenziale per l’affidamento sulla piattaforma informatica Acquisti on-line della pubblica amministrazione trentina del servizio di necroforo fossore dei cimiteri comunali per gli anni 2020-2021. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Campodenno: la Pro Loco Castel Belasi organizza la festa di Capodanno tra musica, balli e tanta voglia di stare in compagnia

Pubblicato

-

È già tempo di pensare a come festeggiare il Capodanno a Campodenno. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Alla Casa di Riposo Santa Maria di Cles un incontro sull’Alzheimer: “Solitudine e demenza”

Pubblicato

-

Venerdì 15 novembre ad ore 20.30, nella sala animativa dell’APSP Santa Maria di Cles, si terrà una serata intitolata “Solitudine e demenza: legami viziosi e legami virtuosi”.

Questo incontro fa parte di un percorso formativo-informativo denominato “Un abbraccio per l’Alzheimer”.

Questo progetto, intitolato ‘Incontri memorabili in Val di Non’, è patrocinato dall’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari, dalla Provincia Autonoma di Trento, e coordinato dalla Comunità della Val di Non; è rivolto a creare una rete sociale che sia una risorsa importante e strategica per rispondere ai bisogni che si creano nelle famiglie con un membro affetto da Alzheimer. L’Alzheimer è una malattia sociale, ed il primo passo è sostenere la famiglia con l’informazione e le cure adeguate. Per l’anziano si creano dei risvolti psicologici, emotivi e sociali; da qui nasce il bisogno di una rete che coinvolga i cittadini.

Pubblicità
Pubblicità

Questa conferenza è a cura del Dott. Giorgio Pavan, Direttore dell’I.S.R.A.A. – Istituto per i Servizi di Ricovero e Assistenza agli Anziani – di Treviso; presenzierà la Vicepresidente della Comunità della Val di Non Carmen Noldin.

Il prossimo appuntamento, intitolato “Io sono l’altro – Come affrontare la demenza”, si svolgerà venerdì 29 novembre prossimo presso la Cooperativa Sociale Stella Montis di Fondo.

Pubblicità
Pubblicità

Per informazioni: 0463/601311 – info@apspcles.it

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza