Connect with us
Pubblicità

Fisco e condominio

Apertura di una finestra sul tetto condominiale, possibile anche senza le maggioranze previste?

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

L’art. 1117 del codice civile elenca fra le parti di proprietà comune del condominio il tetto. Il regime di comproprietà vige a meno che non risulti il contrario da un titolo, cioè da un documento, o altro, che attesti che la proprietà è esclusiva.

Nella nostra provincia questo titolo è accertabile presso il libro fondiario, cioè quell’ufficio che custodisce tutti gli atti di proprietà, e la loro consistenza, riferiti a beni ubicati sul nostro territorio.

E’ evidente che se la proprietà del tetto è esclusiva non serve chiedere alcuna autorizzazione agli altri condomini, ma se la proprietà è comune le cose cambiano, nel senso che non è possibile fare tutto quello che si vorrebbe, si creerebbero due condizioni, e cioè una dettata dal codice civile e una stabilita dal regolamento condominiale di tipo contrattuale.

Partendo dai dettami del codice civile, l’art. 1102 dispone che ciascun comproprietario può servirsi della cosa comune, nel nostro caso del tetto, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri comproprietari di farne lo stesso uso secondo il loro diritto. L’applicazione di questo articolo alla questione in esame permette al condomino di aprire la finestra sul tetto, e se il sottotetto è di proprietà di altri condomini quest’ultimi possono realizzare anche loro la finestra.

Un altro articolo del codice civile che si applica è il 1122 il quale sottolinea che il condomino non può eseguire opere che rechino danno alle parti comuni, oppure compromettano la stabilità, la sicurezza o il decoro architettonico dell’edificio.

Questo significa che per aprire la finestra sul tetto devono essere adottate tutte quelle misure che non pregiudichino la solidità della copertura, e quindi le eventuali travi di sostegno devono essere di adeguato spessore, come di adeguato spessore devono essere i supporti di appoggio della finestra.

Ma se il codice civile, rispettando determinate disposizioni, permette le aperture sul tetto comune, il regolamento di condominio potrebbe vietarle. Infatti se il regolamento di condominio è di tipo contrattuale, cioè approvato all’unanimità dei condomini, esso può contenere delle clausole che limitino i diritti dei condomini, una di queste potrebbe essere quella di trasformare le soffitte in abitazioni o di aprire delle finestre in falda.

Pertanto, se il regolamento di condominio contrattuale contenesse tali limiti, la finestra non si può aprire ne si può fare il cambio di destinazione d’uso da soffitta a residenza.

A cura di Cristina Chemelli – amministratore di condominio

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Italia ed estero19 minuti fa

“Se togli il reddito di cittadinanza ammazzo te e tua figlia”: le scioccanti minacce di morte contro Meloni

Piana Rotaliana22 minuti fa

Tenta di rubare un auto lasciata aperta, 60 enne italiano arrestato a Lavis

Trento27 minuti fa

Spaccio: denunciate 3 persone e segnalate altre 10 (tra cui 3 minorenni)

Italia ed estero34 minuti fa

Scontro tra due treni alla periferia di Barcellona, oltre 150 i feriti

Italia ed estero55 minuti fa

Droni ucraini colpiscono ancora il territorio russo, Mosca: “Reagiremo agli attacchi”

Val di Non – Sole – Paganella56 minuti fa

Winter Akademie e Premio Internazionale di Composizione: importanti iniziative culturali a Borgo d’Anaunia

Bolzano2 ore fa

Terribile schianto, muore un 42enne di Vandoies

Trento2 ore fa

Veronica Fietta alla guida del corpo dei Vigili del Fuoco Volontari di Pieve Tesino

Fiemme, Fassa e Cembra2 ore fa

Marmolada: slavine e valanghe ci sono da sempre, ma serve prudenza

Io la penso così…2 ore fa

Attenzione alle persone «tossiche» e ai vampiri energetici

Politica2 ore fa

Manovra di Bilancio: le minoranze depositano circa 5.500 emendamenti

Trento3 ore fa

Sergio Mattarella apre all’autonomia, Fugatti: “Ora risolvere i conflitti sull’interpretazione delle norme”

Trento3 ore fa

Slot machine: il consiglio di Stato sospende l’ordine di rimozione

Trento3 ore fa

Circonvallazione ferroviaria Trento: pian piano la verità viene a galla

Ambiente Abitare4 ore fa

COP27, la Conferenza ONU sui cambiamenti climatici: Tonina a confronto con la delegazione dei giovani trentini

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento3 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Io la penso così…5 giorni fa

Coredo: «I maiali che mangiavano fango: il veterinario si dimetta»

Trento2 settimane fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento2 settimane fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Trento1 settimana fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento4 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Le ultime dal Web3 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento4 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Val di Non – Sole – Paganella3 giorni fa

Paura nella notte a Cles: a fuoco un’abitazione in zona Spinazzeda

Trento3 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

Trento3 settimane fa

Trento in lutto, è morto Rinaldo Detassis fondatore di Elettrocasa

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza