Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Riapre tutto nuovo il supermercato Coop di piazza Nazario Sauro a Rovereto

Pubblicato

-

Ha riaperto ieri, tutto nuovo, il supermercato Coop di piazza Nazario Sauro a Rovereto.

Lo storico punto vendita a insegna Coop Trentino, inaugurato nella seconda metà degli anni Novanta nel centro di Rovereto, è rimasto chiuso nel mese di agosto per consentire lo svolgimento dei lavori di ristrutturazione che hanno portato al totale rinnovamento dei locali e degli impianti.

Le novità cominciano già all’esterno con le nuove vetrine dell’ingresso. Nuovi sono anche gli scaffali, le casse, le luci e i frigoriferi a basso consumo, che danno una dimensione diversa all’esperienza della spesa di tutti i giorni.

PubblicitàPubblicità

All’ingresso, i clienti sono accolti dai colori della frutta e della verdura, in esposizione assieme ai prodotti di stagione e alle confezioni di prodotti pronti per il consumo.

I banchi della macelleria e della gastronomia hanno ancora più risalto con il nuovo impianto di illuminazione a led e propongono un ampio assortimento di specialità, sia servite che self service.

Pubblicità
Pubblicità

Con la ristrutturazione del negozio si è provveduto a regolamentare anche l’area dei parcheggi, che saranno riservati esclusivamente ai clienti.

Pubblicità
Pubblicità

L’orario continuato coprirà l’intera giornata, dalle 8.30 alle 20.30, con l’eccezione della domenica (dalle 8 alle 12).

Il supermercato, che presenta 500 metri quadrati di spazi di vendita cui si aggiungono 220 metri quadrati di magazzini, darà occupazione fissa a 14 lavoratori.

«La ristrutturazione del supermercato di piazza Nazario Sauro – commenta il direttore del Sait, Luca Picciarelli, presente alla riapertura – è un altro passo del percorso iniziato per tornare sul mercato in modo moderno ed efficiente. Questo intervento è stato possibile grazie ai risultati raggiunti negli ultimi anni. Sviluppo, rilancio e ristrutturazioni vorremmo diventassero pane quotidiano e linguaggio comune per il sistema Sait».

«L’investimento per la ristrutturazione – aggiunge Picciarelli – che si attesta sui 600 mila euro, è la prova concreta di come il Sait abbia deciso di continuare ad impegnarsi sulla città di Rovereto».

Pubblicità
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Rovereto: forte boato in via Magazol, ma è un falso allarme

Pubblicato

-

Nella giornata di ieri la CUE 112 sono arrivate diverse chiamate per un forte boato sentito vicino a dei palazzi tra via Magazol e via Graser. Pensando al peggio i vigili del fuoco volontari di Rovereto insieme alla macchina dei soccorsi si è immediatamente messa in moto.

La squadra di turno è stata allertata dalla centrale di Trento. Sul posto anche le Ambulanze di Trentino Emergenza, i Carabinieri e la Polizia Locale. Giunti sul luogo dell’evento e dopo le attente verifiche è stato dichiarato però un falso allarme, i vigili del fuoco infatti hanno trovato tutto nella norma. Non si spiega però il forte boato sentito da numerosi residenti.

Sul posto sono arrivati  una ventina di vigili del fuoco con 5 mezzi.

Pubblicità
Pubblicità

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Divieto di transito per autotreni e autoarticolati da Carbonare di Folgaria a Lastebasse

Pubblicato

-

Dalle 19.00 di oggi, lunedì 18 novembre, fino a cessata allerta, è stato istituito il divieto di transito, per automezzi pesanti complessi (autotreni e autoarticolati) con massa a pieno carico superiore a 7,5 tonnellate, sulla statale 350 di Folgaria e Val D’Astico, da Carbonare di Folgaria (chilometro 19,468) fino a Lastebasse, confine provinciale (chilometro 27,507).

Il provvedimento, che porta la firma del dirigente del Servizio Gestione Strade, è stato assunto, in previsione di possibili nuove precipitazioni, per evitare che mezzi ingombranti, che dovessero fermarsi a causa della neve, possano bloccare il traffico.

E’ stato assunto in accordo fra la Provincia, i Comuni interessati e il Commissariato del Governo. La decisione è stata comunicata anche ai Comuni del versante veneto.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Due ragazzi di Mori salvati dal soccorso alpino in Val di Fiemme

Pubblicato

-

Si è concluso verso le 19.30 di ieri sera l’intervento in aiuto a due escursionisti trentini in difficoltà.

I due ragazzi, di 19 e 22 anni di Mori, stavano rientrando da un’escursione con le ciaspole sul sentiero che dal lago di Cece porta verso la Valmaggiore quando uno dei due, a causa di forti dolori muscolari, non è stato più in grado di proseguire autonomamente.

La chiamata al Numero Unico per le Emergenze 112 è arrivata verso le 17.15.

Pubblicità
Pubblicità

Una squadra di tre soccorritori delle Stazioni di Moena e della Val di Fiemme del Soccorso Alpino e Speleologico Trentino è riuscita a salire con la jeep fino a una quota di circa 1500 m.s.l.m. per poi raggiungere a piedi i due escursionisti, che sono stati quindi accompagnati in sicurezza fino all’automezzo del Soccorso Alpino.

Da qui sono stati portati alla loro macchina, parcheggiata a Predazzo.

Pubblicità
Pubblicità

Per loro non è stato necessario il ricovero in ospedale.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza