Connect with us
Pubblicità

Trento

L’alleanza fra Consorzio dei Comuni e Team per la transizione digitale dà i suoi frutti

Pubblicato

-

Pagare i tributi, consultare un bando, prenotare un appuntamento, iscrivere il figlio all’asilo: Sono alcuni dei servizi a cui il cittadino oggi può accedere senza recarsi ad uno sportello, ma utilizzando il suo computer e il sito web dell’ente.

I siti si appoggiano alle piattaforme già esistenti, come L’Anagrafe digitale nazionale, PagoPA, per i pagamenti alla pubblica amministrazione e così via. Ma la tecnologia da sola non basta: è fondamentale anche che il cittadino possa utilizzarla in maniera semplice e veloce, e questo non sempre avviene.

Di questo e altro si è parlato stamani al Consorzio dei Comuni, presentando i primi risultati dell’alleanza fra il Consorzio – una realtà che ha dato vita ad un ecosistema collaborativo ed a una community, ComunWeb, a cui fanno riferimento 170 Comuni su 175 e 14 Comunità di Valle su 15 – e il Team per la transizione digitale, creato nel 2016 dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri per diffondere in un contesto estremamente complesso e diversificato come quello italiano (pensiamo alla presenza di circa 8000 comuni) le migliori prassi in materia, in linea con gli indirizzi provenienti dall’Unione europea e partendo da alcuni “casi pilota”.

Pubblicità
Pubblicità

l primo di questi attualmente è proprio un caso trentino, quello del Comune di Ala, primo comune italiano ad essere andato on line – ieri sera – con il nuovo standard di sito.

“Un risultato importante – ha sottolineato il presidente del Consorzio dei Comuni Paride Gianmoena – e non solo per gli aspetti tecnologici. Ogni progetto è figlio di idee. La nostra, condivisa pienamente anche dalla Provincia autonoma, è che per far vivere la gente in montagna è necessario che le persone abbiano accesso alle stesse opportunità e agli stessi servizi di chi vive in città”.

Gli ha fatto eco l’assessore provinciale alla ricerca Achille Spinelli, per il quale: “La riorganizzazione dei modelli amministrativi di cui abbiamo parlato anche agli Stati generali della montagna, e tra breve a Trento Smart City Week, ha nella digitalizzazione uno dei suoi elementi fondamentali. La rivoluzione dei siti web di cui parliamo oggi, realizzata in collaborazione con le istituzion statali, va in questa direzione. Ringrazio il Consorzio dei Comuni per essersi attivato, diventando un esempio nazionale e un partner importante anche per la stessa Provincia. Rendere facile, agevole, veloce a chi vive lontano dai centri nevralgici dello sviluppo e del movimento l’accesso ai servizi è una sfida che riguarda tutti: enti pubblici, cittadini, attori privati, mondo della ricerca”.

Pubblicità
Pubblicità

La collaborazione fra Consorzio e team per la transizione digitale è stata siglata il 29 di maggio con l’obiettivo di far nascere un nuovo modello da estendere progressivamente anche al resto del Paese.

I risultati stanno arrivando, come sottolineato da Walter Merler, responsabile dell’Area Innovazione l’Italia, in apertura dei lavori, dedicati all’esame delle problematiche più generali ma anche a due esempi di successi, quello del Comune di Ala, appunto, e quello di Cagliari.

In un contesto enormemente complesso come quello italiano – circa 8000 i Comuni censiti, ognuno con le sue esigenze, le sue prassi, i suoi strumenti informatici  – individuare dei modelli pilota rappresenta  una leva molto importante, sia per migliorare l’offerta dei servizi ai cittadini sia per evitare la moltiplicazione delle esperienze e dei sistemi, che rappresenta un duplice spreco, di tempo e di risorse.

Va considerato inoltre che nei servizi se l’amministrazione non passa al digitale il servizio comunque non chiude; il conto lo paga semmai il cittadino. mentre nel privato l’innovazione tecnologica è una strada obbligata, e chi non la percorre è fatalmente destinato a non sopravvivere.

Ma se sul versante tecnologico esistono già oggi diverse soluzioni disponibili, l’accesso ai servizi può risultate comunque difficile.

La differenza la fanno diversi fattori come spiegato da Lorenzo Fabbri, uno dei membri del team (composto di soli 30 persone, selezionate su una rosa di 5.000 curricula), e tra i fondatori di Designers Italia, la comunità, in seno al team, che si propone come punto di riferimento per la progettazione dei servizi della Pubblica Amministrazione.

Ad esempio, e rimanendo a quelli legati al design: il sito può essere complicato, i caratteri troppo piccoli, gli ostacoli da superare per arrivare a ciò che serve (procedure di registrazione, identificazione e così via) tali da scoraggiare l’utenza.

Accanto a questi, naturalmente, ve ne possono essere anche degli altri.

In generale, oltre all’esistenza di un sistema centrale snello ed efficace che supporti la trasformazione digitale (diffondendo le piattaforme  di base, come il sistema di pagamenti on line, o quello per l’autenticazione dell’identità dell’utente), serve anche una efficace analisi dei bisogni.

“E’ necessario confrontarsi con chi usa i servizi – ha detto Fabbri e gli relatori che si sono susseguiti nel corso della mattinata – cioè  fare delle analisi accurate a partire dai cittadini, per mettere in luce ogni genere di problemi e disfunzioni, così come di opportunità e vantaggi, legati all’accesso ai servizi, informatici e non, spostamenti, lunghezza delle procedure. E poi è necessario dialogare. Prima non esisteva neanche  un metodo, un’attitudine al  diffondere le buone prassi, sia da un comune all’altro sia da un servizio all’altro”.

All’interno delle amministrazioni serve  in particolare un lavoro in team per rendere produttive le collaborazioni “trasversali” fra comparti diversi  e produrre soluzioni concrete. Ad Ala il lavoro è durato di parecchie settimane.

Gli altri Comuni ne saranno probabilmente avvantaggiati. Ad illustrare il sito di Ala è stato Gabriele Francescotto di Open Content.

La filosofia di base si basa su due assunti: usare gli standard, eliminate gli sprechi. L’obiettivo fondamentale: offrire servizi, mettendo gli utenti al centro.

Il sito è semplice, efficace, fruibile, allineato agli standard europei. Le cui voci principali del menù: Amministrazione, Servizi, Novità, Documenti e dati.

La voce Servizi è la più importante.

Ogni servizio è descritto con chiarezza, anche sotto il profilo della scelta dei termini  (ad esempio non “Carta di identità elettronica” ma “Richiesta di rilascio della carta di identità elettronica”.) e contiene al suo interno tutte le indicazioni su chi fornisce il servizio (Comune o soggetto esterno),  nonché modulistica, costi, scadenze.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Bonus Tv, fino a 100 euro senza limiti di Isee: come funziona
    Dal Ministero dello Sviluppo economico e dal Ministero dell’Economia e delle Finanze debutterà un nuovo decreto che prevede 100 euro, senza limiti di Isee per la rottamazione della vecchia “tv” Il cambio del digitale terrestre... The post Bonus Tv, fino a 100 euro senza limiti di Isee: come funziona appeared first on Benessere Economico.
  • Smart Money, contributi a fondo perduto per Startup innovative
    Con una dotazione totale di 9,5 milioni di euro, a partire dal 24 giugno potranno essere presentate le domande di agevolazione per Startup innovative dal Programma Smart Money. Smart Money, Cos’è Smart Money è una... The post Smart Money, contributi a fondo perduto per Startup innovative appeared first on Benessere Economico.
  • Codacons, proposta di risarcimento per somministrazione Astrazeneca agli under 60
    Il caos generato intorno al siero anti-covid, Astrazeneca che ha gettato nel panico, nell’incertezza e nella cattiva informazione migliaia di italiani ha spinto Codacons a lanciare un’azione collettiva per il risarcimento. Il caso Astrazeneca Uno... The post Codacons, proposta di risarcimento per somministrazione Astrazeneca agli under 60 appeared first on Benessere Economico.
  • Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob
    Il fenomeno criptovalute è così attuale e crescente, tanto da spingere il numero uno della Consob, Paolo Savona a lanciare un’allarme sulla situazione. La similitudine tra criptovalute e mutui subprime Savona infatti, ha dedicato un... The post Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta
    Il vecchio Bonus Renzi da 80 euro si evolve e diventa un Bonus Irpef da 100 euro. Con l’ultima legge di Bilancio infatti, vengono riviste le regole e il nome del vecchio bonus. A chi... The post Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta appeared first on Benessere Economico.
  • Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste
    Il Governo potrebbe estendere l’esenzione Imu, ampliando la categoria di soggetti che non saranno tenuti a versare la prima rata. Imu 2021, chi rientra nell’esenzione Un nuovo emendamento al Decreto Sostegni Bis potrebbe andare incontro... The post Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce il primo superstore senza casse: Amazon conquista con l’innovazione
    All’interno dell’immensa panoramica della distribuzione organizzata, mette piede con estrema originalità il colosso Amazon che, potenziando ulteriormente la sua offerta apre il primo negozio senza cassa. Dall’idea senza dubbio originale e molto innovativa nasce un Fresh store in cui i clienti possono fare comodamente la spesa e uscire direttamente dalla corsia dedicata: “ senza pagare”. […]
  • Valentino dice addio alle pellicce e corre alla ricerca di nuovi materiali
    Mentre a Parigi sfila l’alta moda,  la maison di Valentino si esibisce virtualmente a Roma a Galleria Colonna. Il contrasto tra sontuosità del luogo ed il minimalismo della collezione è netto e per la prima volta uomo e donna sfilano insieme, una moda che non ha bisogno di definizione. Una sfilata che racconta la celebrazione […]
  • Il futuro del mercato immobiliare passa dalla casa in legno: un’abitazione con molti vantaggi
    Il futuro del mercato immobiliare potrebbe spostarsi dal mattone ad un materiale tanto semplice quanto resistente e sostenibile, come il legno. In particolare, il legno è il materiale per eccellenza alleato della sostenibilità ambientale perché aiuta a raggiungere al meglio l’autosufficienza energetica, permettendo di ridurre gli sprechi. Infatti, grazie alla sua elevata capacità di isolare […]
  • Hotel Chalet Mirabell: lo spirito di Merano!
    Nell’esclusivo Hotel a 5 stelle Chalet Mirabell ad Avelengo vicino Merano è possibile trascorrere le giornate più belle dell’anno tra lusso e naturalezza alpina, ampi spazi aperti e natura incontaminata. “Qualche anno fa la nostra passione ci ha portati a trasformare il nostro residence alpino da 16 camere nell’hotel 5 stelle Mirabell in Alto Adige. Abbiamo […]

Categorie

di tendenza