Connect with us
Pubblicità

Spettacolo

Johnny Depp protagonista dell’ultima giornata del Festival del Cinema di Venezia

Pubblicato

-

Il protagonista della giornata di oggi è lui, Johnny Depp, che ha presentato insieme con il regista colombiano Ciro Guerra il film in concorso, Waiting for the Barbarians.

Nel cast pure il premio Oscar 2016 Mark Rylance, premito nel 2016 per “Il ponte delle spie.”

Johnny Depp è giunto in mattinata all’Hotel Hungaria al Lido di Venezia, dove ha fatto una lunga intervista. E apparso in forma strabiliante. La produzione è italiana, da parte di Andrea Jervolino.

Pubblicità
Pubblicità

Il film prende spunto dal romanzo del premio Nobel J.M. Coetzee, pubblicato nel 1980, che il divo di Hollywood Johnny Depp, in conferenza stampa, ha definito come uno dei piu bei libri che abbia mai letto.

La sceneggiatura del film è impostata su un allegoria di come il mondo è costruito attorno al potere. E di come sia facile subirne i meccanismi perversi.

La vicenda è incentrata sul colonialismo, e la location in questo caso è il Marocco, in una terra di confine. La percezione che si ha guardando il film, è quella di trovarsi in un luogo senza tempo, in cui si scontrano l’ideologia del potere coloniale, e la volontà di trovare un modus operandi di convivenza che superi la spinta aggressiva dei dominatori nei confronti dei più deboli.

Pubblicità
Pubblicità

C’è nello svolgersi della trama una sottile riflessione sull’odio e la voglia di dominare che cattura chi ha il potere.

Chi sono sono i nuovi barbari che stanno arrivando? Il regista Ciro Guerra, ha riflettuto sulla questione. Sono qualcosa di cui abbiamo bisogno, perché così possiamo odiarli.

E’ semplice puntare il dito contro gli altri, e non cogliere il significato dei cambiamenti nel mondo, partendo da noi stessi e dal nostro modo di vedere il mondo.

I due personaggi principali del film, il colonnello cattivo, interpretato da Johnny Depp, e il magistrato diplomatico, interpretato da Mark Rylance, sono la metafore di due modi di affrontare il potere.

C’è chi lo esercita in modo unilaterale, prendendo il ruolo del più forte, ed esercitando la sua funzione, rispettando le regole che lui ha creato, e chi, come il “magistrato”, interpretato da Mark Rylance, che, in virtù dell’esperienza maturata sul campo, ha saputo adeguare il proprio ruolo, da dominatore, a politico che rispetta le regole dei popoli conquistati.

La condizione descritta nel film, è attualissima, e può essere applicata ad ogni forma di colonialismo, non solo territoriale, ma anche economico e culturale. Il discorso imperialistico si evolve anche considerando tutto il patrimonio della natura.

Mark Rylance, ha citato il caso di quando mangiamo la pancetta, momento in cui non ci rendiamo sufficientemente conto delle sofferenze inflitte agli animali, che muoiono per diventare alimento.

C’è nel suo personaggio una condizione di impotenza subita dal potere esercitato dal superiore, che pregiudica la sua volontà di risolvere i problemi di convivenza, utilizzando le armi del dialogo e della conoscenza verso nuove culture e modi di vivere.

Johnny Depp ha parlanto del suo ruolo di cattivo, come di una condizione quasi subita dal personaggio, che si trova in un sistema di potere che detta le regole in questo modo, e allo stesso tempo, il suo modo di essere è l’espressione di una personalità costruita nell’infanzia, modellata dal rapporto con i genitori.

Questo schema acquisito, gli consente di sfuggire dall’emozione, e comportarsi secondo i canoni del ruolo di duro che gli viene imposto dal sistema.

E’ in questo senso anche lui una vittima, più o meno consapevole. L’aspetto sadico, si alterna ad un’attenzione masochistica, che determinano in lui un conflitto interiore. Gli occhiali che indossa nel film, sono uno schermo non solo fisico per raggi del sole, ma anche metaforico, per non far trapelare le emozioni che prova difronte alle situazioni che si trova ad affrontare e nel confronto con gli altri.

La presenza femminile nel film, interpretata dall’attrice Gaya Bayarsaikhan, è stato quello di essere elemento di ridefinizione dei valori a cui riferirsi, e ha suscitato nel personaggio del Magistrato, quell’umano senso di empatia e di condivisione di uno stesso destino, che gli ha dato modo di riflettere e seguire i segnali delle emozioni.

Johnny Depp, ha poi ricordato che per lui è sempre un onore venire a Venezia, e lavorare con produzioni italiane. Dell’Italia ama il buon cibo, e anche il vino.

La presenza della figlia Mary Rose Depp, al festival di quest’anno insieme a lui, lo gratifica molto. E’ molto contento delle scelte della figlia, che ha iniziato la carriera di attrice, e che fin da piccola lo seguiva quando veniva a Venezia, città che lui ama particolarmente.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]
  • Petit Pli: il vestito che cresce insieme ai bambini
    I bambini crescono rapidamente e spesso i loro vestitini hanno vita molto breve diventando stretti o troppo piccoli. Un’ulteriore costo che incide sulle tasche delle famiglie e dell’ambiente. A risolvere questo problema ci ha pensato il designer Ryan Yasin attraverso dei tessuti elastici che adattandosi perfettamente al corpo riescono a coprire ben 6 differenti taglie. […]

Categorie

di tendenza