Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Ala: Mattia Pezzato è il nuovo custode forestale

Pubblicato

-

Mattia Pezzato è stato scelto sulla base dell’esito del concorso pubblico indetto dal Comune di Ala.

Con la sua entrata, tornano a tre i custodi forestali della gestione associata, dipendenti del Comune di Ala, capofila. Trentatrè anni, originario di Vallarsa, Pezzato, dopo la maturità al liceo scientifico, si è laureato in scienze forestali a Padova. Alle spalle ha alcune esperienze lavorative in aziende private del settore del legname.

Il suo predecessore, Fracchetti, si occupava della fascia montana della Destra Adige (Monte Baldo, Chizzola, Pilcante), e questo sarà prevalentemente il ruolo anche di Pezzato, anche se la volontà dell’amministrazione comunale è far sì che tutti e tre i custodi forestali conoscano bene l’intero territorio e siano sostanzialmente intercambiabili.

Pubblicità
Pubblicità

Pezzato è entusiasta del suo nuovo lavoro. «È un sogno che si realizza. Quando ho iniziato a studiare, pensavo proprio a diventare custode forestale, sin da bambino mi affascinava questo lavoro, avendo bene in mente il custode forestale della mia valle come esempio».

Il custode forestale si occupa e presidia il territorio montano e boschivo, ma al tempo stesso si interfaccia con tantissime persone, ed è punto di riferimento per agricoltori, allevatori, proprietari di terreni, aziende agricole e altro ancora. Per questo Pezzato si sta già presentando alle persone, e contemporaneamente studia toponimi e territorio.

«Sono felicissimo – aggiunge Pezzatodi prestare servizio in un territorio come quello di Ala e Avio, ricco di bellezze naturali di paesaggi stupendi che vanno dalle Piccole Dolomiti alla Lessinia fino agli scorci sul Garda. Un territorio in cui un custode forestale può realizzarsi a pieno, mi sento fortunato».

Pubblicità
Pubblicità

La gestione associata del servizio di custodia forestale sta dando buoni frutti e funziona, secondo i sindaci di Ala Claudio Soini e Avio Federico Secchi. «Abbiamo uno dei territori più vasti della provincia, complesso e variegato, e su cui puntiamo. Per questo il ruolo del custode forestale è importante per noi. A loro, e a Pezzato, chiediamo attenzione alla cittadinanza, cura per il territorio e passione per il proprio lavoro».

Pubblicità
Pubblicità

Una passione che non mancherà, viste le parole di Pezzato.

Pubblicità
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Ala – Avio: prorogati i termini di iscrizione ai corsi di inglese

Pubblicato

-

Il direttivo del circolo Arci Avio-Ala ha deciso di posticipare il termine per le iscrizioni ai corsi di lingua inglese.

Le attività cominceranno dopo la metà ottobre e si concluderanno entro dicembre.

Sono proposti tre livelli: elementare (A1/A2): il martedì e il giovedì dalle ore 14.00-16.00 e dalle ore 18.00 alle 20.00. intermedio(B1/B2) : il lunedì e il giovedì dalle 20.00 alle 22.00. Avanzato (B2/C1) : il lunedì e il giovedì dalle ore 20.00 alle ore 22.00.

Pubblicità
Pubblicità

La quota di iscrizione è di 260 euro (intera), mentre quella ridotta è di 230 euro (per pensionati, disoccupati, studenti, partecipanti alle edizioni precedenti). (+10 euro di tessera Arci, obbligatoria ai fini assicurativi).

E comprende le lezioni, tutto il materiale fornito durante gli incontri e l’attestato finale.

I corsi si svolgeranno presso la sede dell’associazione, ad Ala, in via C. Battisti 5, dove adesso è attivo anche il progetto “La Piazzetta”, spazio cogestito da diverse realtà che operano sul territorio, e che propone svariate iniziative in ambito culturale, sociale e ricreativo. Per chi volesse maggiori dettagli è possibile contattare l’associazione via mail (avioala@arcideltrentino.it), al numero 347/1345946 oppure la pagina Facebook arciavioala.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

A Brentonico riprendono i corsi di lingue moderne

Pubblicato

-

Anche quest’anno il Comune di Brentonico propone i corsi di lingue moderne, ormai un’iniziativa consolidata, ma che si è deciso di potenziare.

Lo spiega l’assessore comunale alla cultura Quinto Canali: «L’iniziativa è portata avanti, storicamente, dalla biblioteca comunale e dall’assessorato. Abbiamo sempre proposto l’inglese e il tedesco, con l’inglese che è sempre il più richiesto, tanto da essere attivato anche su più livelli. Ma quest’anno abbiamo deciso di aprirci anche alle altre lingue moderne: raccoglieremo le richieste e i suggerimenti degli utenti e, se si raggiungeranno numeri ragionevoli – dunque almeno 8 persone per ogni gruppo – potremmo attivare corsi di francese, spagnolo, russo, perché no, magari anche l’arabo».

Per proporre un’offerta che potrebbe dunque essere molto più ampia del solito, il Comune ha individuato una scuola specializzata, attraverso un confronto pubblico bandito nelle scorse settimane. «Abbiamo chiesto esplicitamente – continua l’assessore – di poter attivare corsi adatti all’utenza media ma capaci, se ce ne sarà la necessità, di diventare professionalizzanti, dunque di preparare alle certificazioni di vario livello per chi ne facesse richiesta».

Pubblicità
Pubblicità

Si tratta ora di vedere quante saranno le iscrizioni e in che direzione andranno.

L’apertura da parte del Comune è massima e le capacità del partner individuato sono altrettanto ampie. Entro il 31 ottobre, dunque, chiunque può chiedere informazioni o iscriversi direttamente: in biblioteca o telefonando al numero 0464-394027, 0464-395059.

I corsi si svolgeranno sempre in giorni feriali e in orario serale, a partire dalle ore 18. Ogni corso durerà 30 ore e sarà richiesto un contributo di 100 euro per ogni partecipante. L’eventuale acquisto del libro di testo sarà a carico dei partecipanti e i titoli saranno indicati dagli insegnanti. Il corso è rivolto in primo luogo ai residenti dell’Altopiano di Brentonico.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Il “bookcrossing” arriva anche ad Ala

Pubblicato

-

Il bookcrossing è una forma di libero scambio di libri, in luoghi pubblici o comunque accessibili a tutti.

Si può lasciare un libro che per vari motivi non si usa più, e prenderne uno che desta interesse o curiosità: il tutto liberamente, senza obblighi e sempre gratis.

Questa forma di libero scambio di libri è diffusa da tempo, più di recente alcune amministrazioni pubbliche e biblioteche in Vallagarina hanno cominciato ad adottarla e promuoverla.

Pubblicità
Pubblicità

Anche Ala non è da meno: in questi giorni il Comune ha aperto un avviso pubblico per manifestazioni d interesse. Al progetto collabora la biblioteca comunale. L’obiettivo è aprire nei prossimi mesi alcuni punti di bookcrossing, sia all’aperto che al chiuso, sempre in luoghi pubblici, sia ad Ala che nelle frazioni.

Ci sono tre modi per proporsi. Ci si può dichiarare disponibili a realizzare uno scaffale o una casetta per i libri; attivare un punto per il bookcrossing (casetta o scaffale) suggerendo il luogo o anche proporsi per gestire per un certo periodo un sito di bookcrossing.

In alcuni casi queste proposte possono rientrare nel programma dei beni comuni del Comune, avendo così la possibilità per farsi riconoscere delle spese sostenute. Qualche proposta è già pervenuta.

Pubblicità
Pubblicità

Il Comune ha anche ricevuto due progetti per una casetta e uno scaffale, realizzati dagli studenti dell’istituto d’arte Vittoria di Trento. La biblioteca comunale di Ala parteciperà al progetto, mettendo a disposizione dei libri. Per proporsi o partecipare al progetto c’è un modulo da compilare, si trova un Comune ed in biblioteca, o sul sito www.comune.ala.tn.it; le manifestazioni di interesse vanno consegnate entro le 12 di venerdì 18 ottobre

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza