Connect with us
Pubblicità

Riflessioni fra Cronaca e Storia

Nel nuovo libro dell’emerito arcivescovo Luigi Bressan la verità sui rapporti fra chiesa e nazismo

Pubblicato

-

E’ uscito da poco, per Athesia, un nuovo libro dell’arcivescovo emerito di Trento, Luigi Bressan.

Si tratta di un saggio storico, approfondito e documentato, che fa luce sull’operato di monsignor Celestini Endrici, arcivescovo di Trento dal 1904 al 1940 nei riguardi del nazionalsocialismo.

Il titolo ci introduce già nella conclusione: “Celestini Endrici contro il Reich. Gli archivi svelano”.

Pubblicità
Pubblicità

Il merito di quest’opera è appunto quello di essere una ricerca di archivio, di basarsi su documenti chiari ed inequivocabili che aiutano in quell’opera di chiarificazione storica cominciata molti anni orsono a proposito della figura di Pio XII.

All’indomani della seconda guerra mondiale, infatti, la propaganda comunista, per vendicarsi della fiera opposizione della Chiesa cattolica al verbo di Marx, Lenin e Stalin, creò la “leggenda nera” sul papa che era stato “alleato dei nazisti”.

Oggi sappiamo dai documenti e da innumerevoli testimonianze che non fu affatto così, e che anzi Pio XII fece il possibile per ostacolare il nazionalsocialismo e, una volta occupata l’Italia da parte dei tedeschi, per difenderli, nasconderli, salvarli.

Pubblicità
Pubblicità

Abbiamo i documenti di archivio (vedi per esempio i saggi di Pierre Blet, “Pio XII e la seconda guerra mondiale negli archivi vaticani”, del 1999, e di Mark Riebling, “Le spie del Vaticano. La guerra segreta di Pio XII contro Hitler”, del 2016) e le preziose testimonianze di tante personalità, grate alla Chiesa per la difesa degli ebrei perseguitati dal nazismo, tra le quali vorrei citare quantomeno quelle di tre ebrei celebri come Albert Einstein, Sigmund Freud ed Hanna Arendt.

Tornando al libro di mons. Bressan, il focus è su un vescovo in terra di confine, cioè molto vicino a quell’Austria in cui circolavano con sempre maggior insistenza le idee nazionalsocialiste, ostacolate con coraggio, ma inutilmente, da due cancellieri cattolici: Engelbert Dollfuss, ucciso nel 1934 dai nazisti, e Kurt Alois von Schuschnigg, deportato a Dachau dopo l’annessione nazista dell’Austria.

Endrici fu, come Pio XII, come i due cancellieri citati, un fiero avversario sia del comunismo sia del nazionalsocialismo, e non si fece mai ingannare dall’idea che si potesse contrastare l’uno, abbracciando l’altro (il che non accadde nel mondo protestante tedesco, abituato da centinaia di anni alle chiese di stato e ad un forte nazionalismo luterano, e che quindi, almeno inizialmente, accolse con un certo favore l’ascesa del Führer).

Endrici vedeva in entrambi due figli dell’ideologia hegeliana e della filosofia idealista, che aveva cancellato la dimensione del Trascendente, divinizzando lo Stato, la Nazione, e gli “uomini cosmico storici”.

Notava inoltre che nazionalsocialismo e comunismo calpestavano sotto il tallone dello Stato Onnipotente “i diritti naturali” dell’individuo e della famiglia, cercando di sostituire, talora con la forza, talora con astuzia, la fede in Dio con la “fede” nel Partito, nel Leader, nello Stato, nella Razza o nella Classe.

Conoscendo bene il tedesco, e potendo accedere ai testi nazisti, Endrici si accorse subito che Hitler – seguace di un “neopaganesimo panteista” attentissimo all’ambiente e all’ecologia, ma spietato con gli uomini-, utilizzava talora parole ambigue, proprio come “fede”, per riempierle di un significato nuovo, similmente a come facevano i comunisti, sempre pronti a nascondere sotto parole edificanti (“pace”, “amore per i poveri”…), un’ideologia antiumana e materialista.

Rimando al libro citato per chi volesse approfondire il pensiero e le concrete battaglie del vescovo trentino per strappare il popolo, ma soprattutto la gioventù (la più infiammata dal nuovo “credo”), al “fascino” dell’ideologia di morte nazista.

E concludo con l’auspicio che ora che abbiamo finalmente un lavoro completo su questo grande personaggio, qualcuno prenda la penna per raccontare un altro eroe, dimenticato nonostante fosse nativo della nostra Riva del Garda: il già citato Kurt Alois von Schuschnigg! (foto)

Questo cancelliere austriaco, che oggi verrebbe definito “sovranista” o “identitario”, per il suo attaccamento, per nulla nazionalista, alle radici e all’identità austriaca, lottò a mani nude, come il suo predecessore, contro una Germania potente e arrogante, scontando con il lager il suo coraggio.

Le sue memorie, “Un requiem in rosso-bianco-nero”, edito da Mondadori nel lontano 1947, andrebbero quantomeno ripubblicate perché testimonianza diretta dell’opposizione radicale di un politico laico cristiano, abbandonato dalle altre potenze europee, ai due mostri siamesi del XX secolo.

Sotto un piccolo estratto dalla lettera di mons. Endrici a parroci e collaboratori

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento3 minuti fa

Falciato da un’auto in corsa tra Gardolo e Lavis: morto 60enne

18 politico4 minuti fa

La politica trentina si sta avviando lentamente verso le provinciali del 2023 con qualche novità

Trento17 minuti fa

Chiusura parcheggio ex Sit, si può usare il nuovo parcheggio di via Fersina collegato con la Linea A al centro

Arte e Cultura32 minuti fa

«La felicità del lupo», il nuovo libro di Paolo Cognetti

Italia ed estero51 minuti fa

250 milioni con i video su YouTube: ha solo 10 anni il piccolo influencer più ricco al mondo

Cani Gatti & C55 minuti fa

Variante Delta: a Hong Kong verranno abbattuti circa 2.000 criceti e altri piccoli mammiferi causa epidemia

Piana Rotaliana2 ore fa

ASIA: ecco come raccogliere i rifiuti se si è in quarantena o isolamento

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

Servizio civile, al via due nuovi progetti a Ville d’Anaunia

Valsugana e Primiero3 ore fa

Strada del “Castelet” a Pinè: dopo vent’anni di promesse l’avvio dei lavori

Valsugana e Primiero4 ore fa

Rissa fra ragazzi a Pergine: si tratta di un giovane aggredito dal branco – IL VIDEO

Trento4 ore fa

Il mercato dell’economia solidale torna in piazza Santa Maria Maggiore

Italia ed estero5 ore fa

Deliri no-vax, identificato e denunciato il fake «Ugo Fuoco» che ha diffamato David Sassoli dopo la sua morte

Trento5 ore fa

Circonvallazione, gli scavi che preoccupano gli ambientalisti: “Chiederemo il sequestro dei terreni inquinati a Trento Nord”

Trento6 ore fa

Circonvallazione per Trento, si chiude il dibattito. Esclusa l’ipotesi ‘destra Adige’. Previsti correttivi al progetto

Trento8 ore fa

Monitorati in Trentino 1.000 pazienti colpiti da Long Covid

Trento3 settimane fa

Nel 2021 su «La Voce del Trentino» lette oltre 30 milioni di pagine da 8 milioni di lettori

Trento2 settimane fa

Coronavirus: una vittima e 972 nuovi contagi nelle ultime 24 ore

Trento2 settimane fa

Coronavirus: nuovo record di contagi nelle ultime 24 ore. Sempre stabili i ricoveri

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 2.372 contagi e due morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: due morti e 2.290 contagi nelle ultime 24 ore. Calano sensibilmente i ricoveri

Trento2 settimane fa

Coronavirus: due vittime e 807 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 408 nuovi casi e nessun decesso nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: record di contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Morta una donna di 55 anni

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 1.307 nuovi contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Superato il milione di vaccinazioni

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 1 decesso e 938 contagi nelle ultime 24 ore. Calano i ricoveri in terapia intensiva

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 894 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. C’è anche una vittima. Stabili i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: altri 3 morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Fugatti: «Lupi grave problema di sicurezza, attendiamo l’approvazione del piano di gestione guida costruito per il Trentino»

Trento3 settimane fa

Coronavirus: nessun decesso e 139 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 3 vittime e 502 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Unico&Bello

La miniera di diamanti aperta al pubblico: l’incredibile esperienza di scavare e tentare la fortuna

Un’esperienza indimenticabile, ricca e fruttuosa: sono le caratteristiche principali della “Creater of Diamonds”, l’unica miniera di diamanti al mondo aperta al pubblico. Si tratta di un grande parco…

Orient Express la Dolce Vita: in Italia un nuovo modo di vivere il Paese

A breve in Italia arriverà un nuovo modo di vivere e conoscere il Paese, in carrozze di lusso ispirate al design degli anni ‘60/’70. L’Italia si presenta al…

Vaia Cube e Vaia Focus: nuova vita agli alberi abbattuti da Vaia

Sono numerose le aziende ed i privati che hanno deciso, negli ultimi anni, di donare nuova vita e dignità ai 42 milioni di alberi abbattuti dalla tempesta Vaia…

2050: come ci arriviamo? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per tutti

Dal 22 dicembre 2021 al MUSE – Museo delle Scienze di Trento, la mostra “2050: COME CI ARRIVIAMO? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per…

Necrologi

Categorie

di tendenza