Connect with us
Pubblicità

Sport Trentino

La Rotaliana si prende la rivincita sull’Anaune. In campionato non si scherza. E’ 1-0

Pubblicato

-

Ancora con il dente avvelenato dallo scontro in Coppa Italia con la stessa Anaune, alla prima stagionale la Rotaliana vince e convince. Con grinta e tenacia riesce a strappare una vittoria di misura  contro uno degli avversari più ostici del campionato

Questo pomeriggio la squadra di Marignoli si presenta molto rimaneggiata. I vari infortuni costringono Rosa, Bella e Rizzi alla tribuna e Biaggini in panchina come uomo spogliatoio. Con l’arrivo di Ruggiero dalla Serie D,e in particolare dal Castrovillari, Marinchel viene spostato sulla fascia di destra.

Fin dai primi minuti la Rotaliana si preoccupa esclusivamente di contenere senza affondare il colpo. La squadra avversaria è l’unica che sporadicamente si affaccia dalle parti di Rossatti.

Pubblicità
Pubblicità

Fino al ventesimo le due squadre si equilibrano senza farsi male a vicenda. Al trentesimo un’uscita in area di Rossatti colpisce Bentivoglio e il contatto scatena le ire dell’allenatore Mariotti. Il mister della squadra nonesa in versione Caronte non intende placarsi e l’arbitro è costretto a espellerlo.

Per paradosso all’uscita di Mariotti l’Anaune crea qualche occasione in più. Una punizione dalla destra di Segna pesca Faes sulla parte opposta che solo davanti a Rossatti mira all’angolino.

Il portiere smanaccia in angolo. Pochi minuti più tardi dal corner del terzino Pinamonti, Segna si coordina al volo in maniera perfetta. È provvidenziale il muro della difesa biancazzurra.

Pubblicità
Pubblicità

Finisce il primo tempo e sul tabellino delle azioni pericolose la Rotaliana non è ancora pervenuta. La squadra di casa si è presentata con un atteggiamento guardingo e poco proposito.

I due terzini Ermon e Marinchel sono rimasti perennemente arroccati in difesa e il reparto offensivo a parte qualche lancio di Dauti è stato poco preso in considerazione.

Pubblicità
Pubblicità

Neanche il tempo di incominciare il secondo tempo e l’Anaune rischia di passare in vantaggio. Misimi con una serie di dribbling manda al bar Ermon e crossa in mezzo.

Il giovane Biscaro si fa trovare pronto all’appuntamento ma la palla finisce di poco fuori. La squadra ospite cerca con insistenza il vantaggio e pochi minuti più tardi Nella con un passaggio ad altissimo tasso geometrico taglia in due la difesa e spedisce Bentivoglio davanti alla porta. La punta ex Trento spreca tutto.

Dopo circa un tempo e mezzo la Rotaliana si va viva dalle parti di De Pretis. Dal calcio piazzato del neo entrato Orsini Ruggiero stacca prepotentemente di testa e mette dentro. 1-0.

Se la Rotaliana ha assunto un atteggiamento guardingo per tutta la partita, da questo momento in poi la difesa diventa a sette, a otto, a dieci. L’Anaune pare aver accusato il colpo e inizia a collezionare una serie di errori a catena.

L’ultimo in termini di gravità avviene a dieci minuti dalla fine. Morano sbaglia il retropassaggio a De Pretis e Orsini ne approfitta. A tu per tu con il portiere spara addosso a De Pretis e l’occasione sfuma.

La Rotaliana inizia a giocare sul velluto e da un calcio d’angolo dello stesso Orsini Dauti centra il palo con una rovesciata. Il centrocampista albanese stava per realizzare il gol più bello dell’anno.

Negli ultimi minuti la squadra ospite tenta l’affondo ma la Rotaliana mette in pratica quello che sa fare meglio: difendere. Il talento del centrale calabrese Ruggiero e la generale solidità difensiva hanno mantenuto la porta inviolata fino all’ultimo.

La squadra  di casa si è rivelata dura da scardinare. Se l’attacco si è presentato ancora un po’ sterile, sul piano difensivo il muro è invalicabile. Se si dovesse trattare di una compagnia “low-cost” l’equipaggio non lo è sicuramente.

ASD ROTALIANA (4-2-3-1) : Rossatti, Ermon, Ceccon, Ruggiero, Marinchel,Bonenti, Dauti, T. Moser, L. Moser (43°st Imperatore) , Wegher (10°st Orsini), Bergamo (31°st Pancheri). All: Marignoli.
ASD ANAUNE (4-3-1-2): De Pretis, Segna, Morano, Faes, Pinamonti, Nella, Borghesi, Pittino, Misimi (15°st Kurtaj), Biscaro (25°st Odorizzi), Bentivoglio (30°st Maistrelli). All: Mariotti.
Reti: 16°st Ruggiero
Epulsi: Mariotti (A), Ermon (R)
Ammoniti: L. Moser (R), Ermon (R), Bergamo (R), Nella (A), Segna (A)
Note: spettatori 300 circa

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Vestiti digitali: l’abito che compri, indossi ma non esiste
    Dietro al glamour e allo scintillio dei vestiti nuovi, appena usciti dai negozi, il mondo della moda si ritrova in una fase epocale di cambiamento trainata dalla trasformazione dei comportamenti di acquisto dei prodotti, dalle diverse esigenze dei consumatori e soprattutto dalla forte rivoluzione digitale. In ambito fashion infatti, i cambiamenti più significativi riguardano la […]
  • Gelato alla frutta o gelato alle creme? Questo è il dilemma
    Che estate sarebbe senza gelato? Colorato, fresco, gustoso e perfetto per una merenda golosa o per una serata davanti al ventilatore, il gelato è un must della bella stagione. I gusti ormai sono infiniti, si va dal dolce al salato, dal classico gelato al gelato fritto… insomma, ce n’è per tutti i palati! Ma è […]
  • Da aerei e droni, “bombe di semi” contro la deforestazione in Thailandia
    La fame di risorse naturali che portano alla riconversione di zone naturali in coltivazioni e zone urbane è un fenomeno storico, noto fin dalle origini antiche ma mai così sviluppato come nelle proporzioni attuali. La deforestazione infatti, è considerata uno dei più grandi mali della società moderna che, oltre ad aggravare una vasta gamma di […]
  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]

Categorie

di tendenza