Connect with us
Pubblicità

Sport Trentino

Buona la prima! La doppietta di Pietribiasi e la punizione di Baido piegano il San Martino: a Moso finisce 3 a 0 per il Trento

Pubblicato

-

Chi ben comincia… con tutto quel che segue. Il Trento inizia con il piede giusto la propria avventura nel campionato d’Eccellenza 2019 – 2020.

Sul campo di Moso, contro l’ostico San Martino, la squadra di Flavio Toccoli piega per 3 a 0 i passiriani grazie alla doppietta di Pietribiasi nel primo tempo e l’acuto di Baido nella ripresa. Domenica prossima primo impegno casalingo del torneo: al “Briamasco” arriverà il Lana.

Mister Toccoli deve fare a meno del solo Pellicanò e si affida al “4-3-1-2” con Cazzaro a protezione dei pali e linea difensiva formata da Paoli e Badjan sulle corsie esterne con Marcolini e Carella al centro.

Pubblicità
Pubblicità

In mediana capitan Pettarin detta i tempi della manovra con Caporali e Santuari interni, mentre Baido agisce da trequartista alle spalle del tandem offensivo formato da Pietribiasi e Sottovia.

I gialloblù, in campo per l’occasione in completo bianco, partono con il piede premuto sull’acceleratore e al 2′ si rendono già pericolosissimi: Caporali sventaglia dalla trequarti per Sottovia, che lascia rimbalzare la sfera e poi batte con il mancino, con Pomarè che respinge con un bagher pallavolistico.

La sfera resta viva e Pietribiasi cerca il drop vincente, ma un difensore altoatesino respinge la conclusione nei pressi della linea di porta.

Pubblicità
Pubblicità

È il Condor Pietribiasi a sbloccare il risultato e realizzare la prima marcatura in campionato: splendido duetto nello stretto con Baido, sterzata da destra verso il centro e gran conclusione mancina che termina la propria corsa proprio sotto l’incrocio dei pali.

Il San Martino accusa il colpo e, subito dopo, capitola nuovamente. Finta e controfinta di Baido sulla corsia di sinistra e traversone verso il centroarea che Prünster intercetta con il braccio.

Il rigore è evidente e dal dischetto Pietribiasi non fallisce: pallone da una parte, portiere dall’altra e Trento avanti due a zero.

Santuari sfiora il palo con un destro a girare al 21′, mentre al 34′ si vede per la prima volta il San Martino con un colpo di testa di Baggio che non inquadra lo specchio della porta.

Nella ripresa le squadre si presentano in campo con gli stessi effettivi della prima frazione e la squadra di Toccoli impiega appena otto minuti a chiudere la contesa.

Piazzato da venti metri con Caporali che ferma la sfera per Baido, che disegna una traiettoria perfetta che va a morire nell’angolino basso alla sinistra di Pomarè.

La sfida tra i due si ripete al 62′, quando il fantasista veneta incrocia il rasoterra, ma questa volta l’estremo difensore di casa ci arriva in tuffo. Il Trento controlla le operazioni.

Entra in campo anche per Ferraglia al posto di Baido (in precedenza Panizza e Trevisan avevano avvicendato rispettivamente Carella e Santuari) e la formazione di Toccoli controlla agevolmente le operazioni con Cazzaro che, al minuto 87′, mantiene inviolata la propria porta con un pregevole intervento sull’incornata di Baggio, il migliore dei suoi.
Finisce 3 a 0 per il Trento, che mercoledì tornerà in campo per la seconda gara della prima fase di Coppa Italia: appuntamento alle ore 20 a Rovereto contro i bianconeri. Domenica, invece, sarà ancora tempo di campionato con la “prima” casalinga: l’avversario sarà il Lana.

SAN MARTINO MOSO (4-2-3-1): Pomarè; Prünster (23’st Ennemoser), A. Tschöll, Haller, Öttl (36’st Angerer); F. Pichler, J. Pichler; M. Tschöll (22’st L. Pichler), Baggio, Lanthaler (15’st Frötscher); Jurcevic (31’st Fischer).
A disposizione: Pircher, P. Pichler, Fontana, N. Pixner
Allenatore: Christian Pixner.
TRENTO (4-3-1-2): Cazzaro; Paoli, Marcolini, Carella (11’st Panizza), Badjan; Caporali, Pettarin, Santuari (11’st Trevisan); Baido (22’st Ferraglia); Pietribiasi (40’st Comper), Sottovia.
A disposizione: Conci, Pederzolli, Battisti, Celfeza, Ceccarini.
Allenatore: Flavio Toccoli
ARBITRO: Bazzo di Bolzano (Salerno di Bolzano e Fantauzzo di Merano).
RETI: 11’pt e 16’pt rigore Pietribiasi (T), 8’st Baido (T).
NOTE: spettatori 200 circa. Campo in perfette condizioni. Ammoniti J. Pichler (SM), Prünster (SM), Panizza (T) e Pietribiasi (T) per gioco falloso. Calci d’angolo 4 a 1 per il Trento. Recupero 1′ + 4′.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]
  • Treni con cupole in vetro: l’esperienza di lusso per diventare i veri protagonisti del viaggio
    Se è vero che l’aereo rimane il mezzo di trasporto preferito da chi deve fare viaggi lunghi, è altrettanto evidente che i viaggiatori hanno riscoperto i numerosi vantaggi del trasporto su rotaia. Entrando nel cuore di ogni città, costeggiando i litorali e attraversando vallate e montagne, il treno ha la capacità di resuscitare il vero […]

Categorie

di tendenza