Connect with us
Pubblicità

economia e finanza

Ille Prefabbricati: accordo con Trentino Sviluppo per crescere a Pieve di Bono

Pubblicato

-

Altra operazione portata a termine da Trentino Sviluppo, d’intesa con la Provincia autonoma di Trento, per consolidare la manifattura di montagna in zone decentrate del Trentino.

Ille Prefabbricati, azienda attiva dal 1960 nel settore della bioedilizia e delle case in legno, potrà investire sul consolidamento della propria presenza nel condominio produttivo di Pieve di Bono, grazie ad un accordo che mette a sua disposizione, mediante un contratto di usufrutto, una nuova porzione di spazi adiacenti all’attuale sede.

Ciò permetterà all’azienda di procedere con gli investimenti previsti, tra cui la costruzione di una palazzina uffici e spazi espositivi più grandi e confortevoli dove poter accogliere clienti e progettisti.

Pubblicità
Pubblicità

L’operazione prevede il mantenimento di almeno 25 unità lavorative per i prossimi cinque anni ed un indotto sul territorio trentino, in particolare nelle valli del Chiese, per una cifra non inferiore a 1 milione di euro l’anno.

L’accordo è stato sottoscritto oggi dall’assessore provinciale allo Sviluppo economico, ricerca e lavoro Achille Spinelli, dal presidente di Trentino Sviluppo Sergio Anzelini e dal legale rappresentante di Ille Prefabbricati, Sistilio Terzi.

Presente alla formalizzazione dell’intesa anche l’assessore provinciale con delega all’artigianato Roberto Failoni.

«Un’operazione che nasce dentro la cornice degli Stati generali della montagna – sottolinea Achille Spinelli, assessore allo Sviluppo economico, ricerca e lavoro della Provincia autonoma di Trento – che mette un’azienda fortemente radicata al territorio, in un contesto di montagna e pertanto marginale rispetto ai principali assi industriali del Trentino, nelle condizioni di poter investire in una sede più funzionale soprattutto in chiave di promozione del proprio prodotto, le costruzioni in legno.»

Pubblicità
Pubblicità

«Ma come tutte le operazioni portate a termine da Trentino Sviluppo anche questa genererà un beneficio per l’intero territorio, consolidando e sviluppando la filiera locale di fornitura, in gran parte formata da piccole aziende».

«Quest’accordo, nel solco di altre operazioni analoghe chiuse qualche settimana fa – osserva Roberto Failoni, assessore all’Artigianato, commercio, promozione, sport e turismo della Provincia autonoma di Trento – va a vantaggio di un territorio, quello della Valle del Chiese, che viene da anni non facili per quanto riguarda la situazione economica ed occupazionale ma che ora, grazie anche al contributo di aziende dinamiche e di qualità come Ille, sta dando importanti segnali di ripresa. Eccellenze produttive che in futuro vogliamo valorizzare sempre più, anche all’estero, in abbinata alla promozione turistica del territorio».

«Un’intesa – commenta Sistilio Terzi, legale rappresentante di Ille Prefabbricati – che ci consente di consolidare il posizionamento dell’azienda sul mercato e ci dà apertura verso un rilancio complessivo, sia dal punto di vista tecnologico che dell’immagine.»

«Con questo accordo, grazie a Trentino Sviluppo, abbiamo ora la possibilità di adeguare anche uffici e showroom alle esigenze odierne, favorendo così l’incremento della produttività e della competitività».

Tecnicamente l’accordo siglato oggi, martedì 27 agosto, prevede che Trentino Sviluppo ceda in usufrutto per 20 anni a Ille Prefabbricati una porzione di 835 metri quadri, adiacente a quella già in uso all’azienda, del condominio produttivo di Pieve di Bono (ex BIC di Trentino Sviluppo).

Sull’immobile Ille apporterà, con il benestare di Trentino Sviluppo, ammodernamenti e specifici interventi di efficientamento.

Trentino Sviluppo tornerà nella disponibilità della palazzina uffici attualmente occupata da Ille che potrà esser messa a disposizione di altre aziende: sono già all’esame specifici interessamenti.

L’investimento consentirà ad Ille di dotarsi di una più moderna sede, più efficiente dal punto di vista logistico che energetico ma anche sotto il profilo del marketing e dell’efficacia commerciale, scongiurando così le ipotesi di un suo trasferimento in altro comune, anche fuori provincia.

Radicando l’azienda al territorio trentino, e delle Giudicarie in particolare, l’accordo prevede quindi il consolidamento degli attuali 25 posti di lavoro per i prossimi cinque anni, fino al 2024, e il mantenimento della filiera di subfornitura su scala provinciale, e nelle valli del Chiese in particolare, per un importo annuo pari a 1 milione di euro e comunque ad un livello non inferiore al 10% del fatturato aziendale.

Ille Prefabbricati, nata nel 1960, è specializzata nella produzione di case ed edifici in legno a basso impatto ambientale e biosostenibili, per il settore residenziale, turistico e alberghiero.

Il volume d’affari dell’azienda supera i 7 milioni di euro.

Pubblicità
Pubblicità

Aziende

AGRIALP 2019: Fiera Agricola dell’Arco Alpino, a Bolzano dal 7 al 10 novembre 2019

Pubblicato

-

” In origine il maso”, questo il motto di Agrialp 2019. La fiera agricola alpina più importante della regione ritorna da giovedì 7 a domenica 10 novembre nei padiglioni di Fiera Bolzano. Anche quest’anno, in occasione della 26ª edizione, Agrialp unisce un’esposizione di prodotti specializzati a uno stimolante programma informativo e all’amata mostra zootecnica nel fine settimana. E una novità: Agridirect, il nuovo salone specializzato per la lavorazione, il confezionamento e la commercializzazione diretta di prodotti agricoli.

Ritorna a novembre la tradizionale fiera dell’agricoltura alpina, ovvero quattro giorni, nella formula ormai consolidata di giovedì-domenica, in cui è possibile vivere l’agricoltura dal vivo, assieme ai macchinari all’avanguardia dei fornitori più rinomati, alle preziose informazioni fornite dall’Unione Agricoltori e Coltivatori Diretti Sudtirolesi, nonché alla mostra zootecnica più amata di sempre.

L’obiettivo, ancora una volta, è quello di mettere in evidenza l’importanza di questo settore economico per l’intero territorio, ma anche mostrare concretamente quanto ciascuno di noi approfitti dei prodotti, delle attività e dell’impegno quotidiano dei coltivatori, nonché quanto sia indispensabile, stimolante, versatile e variegata l’agricoltura altoatesina e trentina.

Una manifestazione dalla formula vincente, con più di 450 aziende espositrici nazionali ed internazionali che presentano i più moderni macchinari e le migliori attrezzature per l’agricoltura, la silvicoltura, l’allevamento, la frutticoltura, la viticoltura e la produzione del latte.

L’entusiasmo degli espositori è sempre alto: questi quattro giorni sono infatti molto utili per fare affari e incontrare clienti, peraltro nel momento ideale della stagione per chi opera nell’ambito agricolo.

Il titolo di quest’anno, In origine il maso”, funge da linea guida per l’intero programma di accompagnamento della fiera: la vendita diretta avrà infatti un ruolo centrale attraverso Agridirect, una piattaforma unica nel suo genere, dedicata alle attrezzature per la produzione e la vendita diretta di prodotti agricoli.

Come comunica Confagricoltura, nel suo report del 2017, in Regione sono oltre 28mila le imprese agricole iscritte al Registro che possono venire ad informarsi e a toccare con mano l’intera gamma di prodotti e servizi di loro interesse.

Per la prima volta nelle stesse giornate e negli stessi orari di Agrialp, dal 7 al 10 novembre 2019. Agridirect è pensata proprio per loro, oltre che, naturalmente, per i gestori di locande e mescite rurali e per i piccoli produttori artigianali.

Con Agridirect, Fiera Bolzano punta insomma al momento opportuno e in un luogo ideale su un settore economico in espansione, nel cuore della regione alpina, crocevia tra due monti culturali, linguistici ed economici.

Ritorna infine sabato 9 e domenica 10, all’interno delle stalle delle vicine strutture per la commercializzazione del bestiame, la mostra zootecnica, con circa 200 animali appartenenti alle diverse specie e razze che abitano il territorio altoatesino. Giornate emozionanti attendono i visitatori più piccoli, che potranno divertirsi facendo amicizia con porcellini, agnellini, capretti e vitelli.

AGRIALP 2019

Da giovedì 7 a domenica 10 novembre | 08:30 – 18:00 | Fiera Bolzano

Prezzi per persona:

Normale: € 9,00
Ridotto (solo tramite acquisto online): € 7,00
Anziani oltre 65 anni: € 5,00
Ragazzi da 7 – 15 anni: € 5,00
Bambini fino a 6 anni: gratuito

Parcheggio visitatori sul tetto del padiglione: 1€/30 min.

Consigliamo l’arrivo in treno o con il bus urbano (linee 10 A/B oppure 18)

Ulteriori informazioni a https://www.fierabolzano.it/agrialp/intero-programma.htm

 

Continua a leggere

economia e finanza

Prevenire l’usura: lo sportello sicurezza della ConfCommercio diventa anche sportello Microcredito

Pubblicato

-

La filosofia «Il microcredito favorisce gli incassi ed è l’antidoto alla crisi» ha portato all’erogazione di un importo di 296 milioni di euro creando 24 mila posti di lavoro in più in Italia dal 2015 ad oggi.

Dal Fondo di Garanzia per le PMI sono 13.219 i finanziamenti erogati dagli intermediari finanziari di ENM, ma pochissimi in Trentino.

Un nuovo sportello, creato in seno allo Sportello Sicurezza di Confcommercio, per promuoverlo in Trentino per così prevenire il possibile fenomeno dell’usura.

Pubblicità
Pubblicità

Gli esclusi dai finanziamenti bancari ordinari possono infatti accedere a piccoli prestiti imprenditoriali fra 5.000 e 35.000 euro fino a 60 mesi utilizzando il Fondo di garanzia MCC collegato ai Tutor di Ente Nazionale Microcredito di Roma, un Fondo gestito con finalità di finanziare lavoratori autonomi o micro imprese rientranti nelle cosiddette fasce deboli ovvero non in condizione di rivolgersi al sistema creditizio tradizionale per assenza di idonee garanzie.

Questi finanziamenti, da erogare entro 5 anni dall’avvio di un’attività imprenditoriale professionale o di micro impresa, sono aggiuntivi e non sostitutivi di eventuali altri contributi o finanziamenti già concessi.

Lo Sportello Sicurezza e prevenzione usura presso Confcommercio del Trentino – Lo sportello microcredito governativo recentemente aperto in Confcommercio del Trentino presso lo Sportello Sicurezza, mette a disposizione ogni lunedì mattina su appuntamento un esperto Tutor di Ente Nazionale Microcredito per consentire questi finanziamenti finalizzati a superare temporanee difficoltà finanziarie eventualmente incontrate anche da imprese che abbiano fino a 5 dipendenti, società di persone, srls o cooperative fino a 10 dipendenti, anche con finalità di prevenzione rischio usura.

Finalità dei finanziamenti concessi ai sensi dell’art 111 Testo Unico Bancario.

Pubblicità
Pubblicità

La tipologia dei finanziamenti ottenibili è molto ampia e può essere finalizzata, anche alternativamente:

a) all’acquisto di beni, materie prime e merci, di servizi consulenziali all’attività, al pagamento di affitti e canoni, microleasing e polizze assicurative

b) alla retribuzione di nuovi dipendenti o soci lavoratori c) al pagamento di corsi di formazione professionali, tecnici o gestionali per l’imprenditore o i dipendenti ed anche corsi universitari

Principali caratteristiche.

1. La Banca ha il divieto di richiedere garanzie reali in capo all’imprenditore finanziato

2. Il Fondo del Microcredito infatti sostituisce le garanzie reali e copre l’80% delle somme finanziate

3. La Banca potrà erogare il credito considerando “sicuro” il rischio del finanziamento e pertanto dovrà assorbire una quota minima di patrimonio della Banca a garanzia del finanziamento

4. La garanzia del Fondo sarà rilasciata alla Banca a titolo gratuito sulla base dell’istruttoria del Tutor, il Tutor sarà ricompensato con l’1% dell’erogato all’impresa attraverso Ente Nazionale Microcredito

5. In virtù di queste caratteristiche l’iter procedurale della garanzia sarà molto snello (circa 6/7 giorni)

6. In circa 60 giorni si concedono i micro finanziamenti fra 5.000 e 35.000 euro fino a 60 mesi a soggetti temporaneamente non bancabili, purché non protestati, con tassi concorrenziali

7. I servizi ausiliari di assistenza e monitoraggio.

In collaborazione con Confcommercio del Trentino in fase istruttoria e negli incontri periodici si valuteranno soluzioni per il miglioramento dell’attività, formazione sull’uso delle tecnologie più avanzate per innalzare la produttività dell’attività, supporto alla definizione dei prezzi e delle strategie di vendita come studi di mercato locale. Questi incontri almeno annuali svolti per tutta la durata del finanziamento per quanto possibile saranno di supporto all’individuazione e diagnosi di eventuali criticità del progetto finanziato.

Nella foto Mario Garavelli responsabile dello sportello sicurezza della ConfCommercio

L’operatore del microcredito in affiancamento ai servizi e consulenti aziendali fornirà l’esperienza e know-how dei successi ottenuti dai circa 400 professionisti iscritti all’Albo dei Tutor nazionali di Ente Nazionale Microcredito.

Nel settore alberghiero si possono ad esempio finanziare con microcredito tutte le attività di servizio e complementari che si vuole fornire al cliente esternalizzandone costi e gestione, come un BAR interno con gestore esterno; un piccolo negozio o wellness o beauty nelle pertinenze dell’immobile; altri servizi accessori dati in gestione ad una attività autonoma a partita iva o società di persone o srls, migliorando i servizi e riducendo i costi di gestione con opportuni accordi di collaborazione e sinergia.

Per ogni ulteriore informazione sui singoli prodotti finanziari di Microcredito ovvero Microcredito all’impresa; Microcredito per la formazione; Microcredito alla famiglia; Microleasing; Microcredito sociale ed altri prodotti finanziari in convenzione con Banche nazionali e locali, vi invitiamo a contattare un Tutor di Ente Nazionale Microcredito di zona.

Si può fissare l’appuntamento tramite e mail di richiesta o telefonata durante la settimana direttamente al Tutor Regionale di Ente Nazionale Microcredito Dr. Giorgio Garbellini (nella foto del titolo ) anche per avere chiarimenti sulla pre fattibilità del finanziamento o per fissare una visita presso la sede dell’associato interessato.

SPORTELLO SICUREZZA E PREVENZIONE USURA CONFCOMMERCIO.

Referente Dott. Mario Garavelli (Cell.3496723897)

SPORTELLO MICROCREDITO GOVERNATIVO

Referente Ente Nazionale Microcredito:

Dr. Rag. Giorgio Garbellini (Cell.3479933491)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

economia e finanza

Cgia Mestre, piccole e medie imprede rischiano 122 controlli l’anno

Pubblicato

-

Le pmi rischiano, potenzialmente, 122 controlli all’anno da parte di 19 enti pubblici diversi.

A renderlo noto è l’Ufficio studi della Cgia che ha aggiornato la periodica elaborazione sui possibili controlli che una pmi può incorrere durante l’anno.

Il settore ambiente e sicurezza nei luoghi di lavoro è il più a “rischio“: è interessato da 60 possibili controlli che possono essere effettuati da undici enti ed istituti diversi.

Pubblicità
Pubblicità

Nell’ambito del fisco il numero dei controlli è pari a 30 e sono sei le agenzie e gli enti coinvolti; nell’area lavoro della contrattualistica il numero dei possibili controlli si attesta a 21, mentre gli istituti e le agenzie interessate sono quattro; quanto all’amministrativo, il settore registra undici controlli che sono ad appannaggio di sette diversi enti ed istituti.

In totale gli istituti coinvolti nei controlli sono 19, perché ad alcuni di essi spettano verifiche in più settori.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza