Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Sfruz ha ricordato padre Girolamo Maria Biasi, dichiarato “Venerabile” da Papa Francesco

Pubblicato

-

Chiesa gremita di fedeli domenica scorsa a Sfruz per il ricordo, attraverso le parole dell’arcivescovo di Trento Lauro Tisi, della figura di padre Girolamo Maria Biasi a cui il 21 dicembre del 2018 Papa Francesco ha attribuito il titolo di “Venerabile”.

Il ricordo di padre Girolamo è continuato anche dopo la Santa messa con l’inaugurazione della mostra sulla vita del Venerabile alla presenza del vescovo, del sindaco di Sfruz Andrea Biasi, di don Raimondo e del presidente dell’associazione “Amici di Padre Girolamo”.

L’esposizione, allestita e visitabile nella sala polifunzionale del Comune di Sfruz, nel corso dell’inverno verrà spostata al Vigilianum a Trento.

Pubblicità
Pubblicità

Una mostra composta da pannelli esplicativi che ripercorrono attraverso testi ed immagini la vita di padre Girolamo, ponendo attenzione all’importante messaggio e alla testimonianza che con la sua breve vita ha saputo trasmettere.

Ed è proprio nell’esempio di padre Girolamo, che dedicò la sua breve e dolorosa vita alla preghiera e all’adorazione della Madonna, che si possono trovare la forza e l’esempio per portare avanti gli impegni quotidiani con il rispetto per il prossimo e per noi stessi.

Dobbiamo perciò essere fiduciosi che sapremo trovare un punto d’equilibrio e una base di armonia in collegamento con il cambiamento materiale e spirituale e alle nuove difficoltà e sfide indotte dalla globalizzazione – è stato detto domenica durante il suo ricordo –. Come dice papa Francesco: il futuro lo fai tu con le tue mani, con il tuo cuore, con il tuo amore, con le tue passioni, con i tuoi sogni con gli altri”.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

PADRE GIROLAMO MARIA BIASI, UNA VITA DEDICATA ALLO STUDIO E ALLA CHIESA – Girolamo Maria Biasi nacque a Sfruz il 7 dicembre 1897. Era un ragazzo allegro, gioioso, semplice, amante della vita e dotato di viva intelligenza.

All’età di dodici anni volle entrare nel collegio dei Frati Minori Conventuali di Camposampiero (Padova), intraprendendo il cammino della vita religiosa.

Nel 1916 partì per il Collegio Serafico Internazionale di Roma, dove visse il periodo della prima guerra mondiale impegnato nello studio al Laterano dove si laureò.

In quegli anni di scontri e tensioni, fondò insieme a San Massimiliano Kolbe e altri cinque frati il movimento della “Milizia dell’Immacolata”. Padre Kolbe lo ebbe sempre come affezionato confidente. In quel periodo si manifestò la tubercolosi, che lo consumò lentamente fino alla morte.

Nel 1919, a causa della malattia, fu costretto a ritornare a Padova, per uno studio più leggero e una vita più riposante. Nel 1922 fu ordinato Sacerdote. Mantenne sempre la sua giovialità e il suo sorriso.

A Camposampiero malati, suore e dottori rimasero impressionati dalla sua inalterabile pazienza, dalla pienissima conformità ai divini voleri, dalla sua calma serena, dal suo perenne sorriso e da quella squisita delicatezza, rara nei malati, per il grande riguardo che usava.

Negli ultimi giorni disse all’infermiera: “Preghi per me, Madre, perché io possa essere più allegro in questi momenti che l’anima mia si dispone a spiccare il volo a Dio”.

E continuò a benedire il Signore e la Celeste Immacolata Regina, finché nella vigilia di S. Luigi Gonzaga, il 20 giugno 1929, nell’ospedale di Camposampiero, consumato dalla sua lenta malattia, padre Girolamo Maria Biasi moriva a 32 anni, sorridendo, come era vissuto.

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Il Comune di Cles aderisce al progetto “Sulle tracce del treno della memoria” – Viaggio nei luoghi della Shoah

Pubblicato

-

Il Comune di Cles ha aderito al progetto “Sulle tracce del Treno della Memoria”, promosso dalle Associazioni Terra del Fuoco Trentino e Treno della Memoria, con il patrocinio del Comune di Trento e del Forum trentino per la pace e i diritti umani.

Il progetto intende avvicinare un pubblico adulto (a partire dai 25 anni d’età) all’esperienza della visita dei campi di sterminio di Auschwitz e Birkenau, nell’ambito di un più ampio programma di approfondimento culturale e di impegno civico.

Questo è un viaggio dedicato agli adulti, una proposta aperta a tutti coloro che hanno voglia di mettersi in gioco, viaggiare, scoprire la Storia e la Memoria narrata nei e dai luoghi della Shoah. Impegno e cittadinanza attiva non hanno età.

PubblicitàPubblicità

Il viaggio ha la durata di 5 giorni, dal 13 al 17 novembre prossimi, ed ha come meta Cracovia in Polonia: prevede la visita della città, della fabbrica di Schindler, del ghetto ebraico, del quartiere di Kazimierz e della sinagoga. Fuori da Cracovia è prevista la visita ai campi di sterminio di Auschwitz e Birkenau.

Il progetto prevede un incontro di formazione in collaborazione con la Fondazione Museo Storico del Trentino e l’associazione Terra del Fuoco Trentino.

Le iscrizioni possono avvenire sia come singoli che come gruppi organizzati. Il viaggio sarà in bus granturismo e si svolgerà dal 13 al 17 novembre 2019.

Pubblicità
Pubblicità

Per informazioni e iscrizioni:
terradelfuocotrentino@terradelfuoco.org
348.6406401 (Luca)

Pubblicità
Pubblicità

Il programma completo è scaricabile dal sito del Comune di Cles

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Sporminore, via alle attività sportive invernali per grandi e piccini

Pubblicato

-

La novità di quest'anno a Sporminore è il corso di Zumba: dopodomani ci sarà la lezione di prova gratuita

Anche la prossima stagione invernale, ormai alle porte, sarà ricca di attività sportive per grandi e piccini di Sporminore ma non solo. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Continuano gli appuntamenti del progetto della Comunità della Val di Non “Un abbraccio per l’Alzheimer”

Pubblicato

-

Un intreccio di relazioni per costruire cultura e accoglienza, per dare vita a una comunità amica delle persone con demenza, delle loro famiglie e delle loro fragilità. Questa è la sfida. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza