Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Il Flauto magico giovedì 22 al parco delle Terme di Levico

Pubblicato

-

Dedicato ai bambini e alle famiglie lo spettacolo Il Flauto magico tratto dall’Opera di Wolfgang Amadeus Mozart, che si terrà giovedì 22 agosto ad ore 18.00 presso la serra del Parco delle terme di Levico.

Lo spettacolo,proposto dal Tribsterill Trio, si inserisce nell’ambito della rassegna musicale Vivere il Parco organizzata dal Servizio per il sostegno occupazionale e la valorizzazione ambientale della Provincia autonoma di Trento.

Il Flauto magico è un’opera musicale meravigliosa, una fiaba popolare, una narrazione che sa affascinare grandi e piccini, a cui la musica di Mozart ha donato sublime bellezza.

Pubblicità
Pubblicità

Lo spettacolo non si esaurisce in un semplice concerto, ma si articola con parole e dialoghi.

Da una selezione delle arie dell’Opera, arrangiate dagli stessi componenti del trio di corni di bassetto, la narrazione della vicenda è affidata agli stessi musicisti, che si alternano interpretando i protagonisti della storia: il percorso avventuroso del giovane Tamino che deve liberare e conquistare la sua Pamina; il buffo Papageno, mezzo uomo e mezzo uccello, che ci richiama ad una dimensione di simbiosi colla Natura; la sete di vendetta della Regina della Notte – da cui però sgorga una delle più celebri arie del teatro musicale; il saggio Sarastro, simbolo dei valori più nobili, quali la fratellanza e l’amore tra gli uomini.

Gli arrangiamenti per tre Corni di bassetto sono è stato curato dal Tribsterill Trio formato da Beatrix Graf, Roberto Alotti e Marco Milelli (corni di bassetto).

Il testo è liberamente tratto dal libretto di Emanuel Schikaneder.  Qui puoi scaricare il programma completo

Pubblicità
Pubblicità

Chi è Beatrix Graf? – Nasce in Svizzera dove si diploma alla Hochschule der Künste Bern nella classe di Ernesto Molinari in clarinetto e didattica dello strumento.

Pubblicità
Pubblicità

Si trasferisce in seguito a Londra per perfezionarsi al Royal College of Music (RCM) dove si laurea con lode sotto la guida di Richard Hosford, conseguendo il Postgraduate Diploma in Advanced Performance.

Durante i suoi studi consegue una borsa di studio istituita dalla sua città natale, la Kulturförderpreis der Stadt Thun, ed a Londra la Stephen Joseph Bursary dal Wall Trust; riceve inoltre il premio Stephen Trier Award dal Royal College of Music per il clarinetto basso ed il Marjorie&Dorothy Whyte Memorial Award.

Musicista versatile, ha tenuto concerti in Inghilterra, Svizzera, Germania, Grecia, Italia, Slovenia, Italia, Spagna, negli Stati Uniti e nell’America del Sud, presso l’Orquestra Filarmónica de Santiago de Chile.

E’ fondatrice dello Zalas Trio (www.zalastrio.com) le cui attività concertistiche includono anche apparizioni nella Purcell Room e nella Wigmore Hall di Londra.

Nel 2010, per motivi personali, Beatrix si trasferisce a Trento, dove attualmente svolge attività d’insegnamento di clarinetto presso la Scuola Musicale Jan Novák di Villa Lagarina e la Scuola Media Statale S.Pedrolli di Gardolo, Trento.

Chi è Roberto Alotti – Nato a Trento, ha studiato clarinetto presso il Conservatorio della sua città con Giulio.

Cappello diplomandosi nel 1987 con il massimo dei voti.

Nello stesso anno ha suonato, in qualità di solista, con l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento E’ risultato idoneo come primo clarinetto presso l’Orchestra del Teatro del Giglio di Lucca, e ancora idoneo presso il Laboratorio Lirico di Alessandria, l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, l’Orchestra Rossini di Pesaro, l’Orchestra dell’Ente Lirico Arena di Verona.

Nel 1990 ha frequentato i Corsi Internazionali di Musica di Sermoneta tenuti da Antony Pay, con il quale si è successivamente perfezionato in un corso triennale presso l’Accademia Internazionale L. Perosi di Biella, ottenendo la valutazione Excellent.

Ha collaborato con l’Orchestra dell’Accademia Filarmonica Trentina, con il Laboratorio Permanente Nuova Musica, con i Cameristi di Verona e Trento, con il Nuovo Ensemble Europeo sotto la direzione del M° Mauricio Kagel, con l’Orchestra Accademia Filarmonici di Verona.

In varie formazioni ha preso parte ad importanti rassegne musicali in Italia quali, Bologna Festival, Festival ‘900 di Trento, Società aquilana dei concerti B. Barattelli, Atelier ‘900 di Aosta, Accademia Nazionale S. Cecilia, Società Filarmonica di Trento, Amici della musica di Perugia, Festival Opera Barga.

Nel 2006 ha conseguito con il massimo dei voti e la lode, presso il Conservatorio di Trento, il Diploma accademico di II livello in clarinetto indirizzo orchestrale.

Nel corso dell’anno accademico 2010/2011 ha collaborato con il Conservatorio A. Bonporti di Trento in qualità di docente di clarinetto.

Chi è Marco Milelli – Diplomato con il massimo dei voti e la lode in clarinetto e in saxofono, ha avuto la

possibilità di arricchire il proprio percorso di studi per il clarinetto con Luigi Michieletto, Anthony Pay, Luca Lucchetta, Lorenzo Guzzoni, Mate Bekavac, Davide Lattuada – e per il sax con Gabriele Giampaoletti, Mario Giovannelli, Mario Marzi, Francesco Bearzatti e Dick Oatts.

E’ un versatile musicista, che si alterna agevolmente tra la famiglia dei clarinetti e quella dei saxofoni.

Grazie all’aiuto di Luca Lucchetta, si è avvicinato alla prassi filologica del clarinetto storico, approfondendo le tecniche esecutive ed interpretative con strumenti originali.

E’ docente di clarinetto e sax presso la Scuola musicale Il Diapason di Trento.

Pubblicità
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Follia in Valsugana, contromano in galleria rischia una strage

Pubblicato

-

Il video incredibile, ripreso con la dash cam istallata sull’autovettura, è stato diffuso sulla pagina facebook S.O.S. Valsugana, che da anni fornisce in tempo reale un ottimo servizio sulla disastrata viabilità della Valsugana.

«Succede oggi, 17 novembre 2019 – si legge sulla pagina – il video ci è stato inviato fortunatamente da chi grazie alla sua prontezza di riflessi ha evitato il peggio ed avvisato le autorità. Qualcuno ha visto ed è riuscito a vedere modello, colore, targa del veicolo? Ore reali 16.09, orario camera non impostato correttamente»

Non è ancora chiaro dove il folle automobilista abbia potuto prendere lo svincolo contromano. Una manovra che poteva portare ad un scontro mortale viste anche le condizioni meteo di oggi. La macchina in contromano peraltro viaggia anche molto veloce mettendo a rischio l’incolumità del conducenti e della altre autovetture. 

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Valsugana: il Brenta comincia a fare paura. La situazione aggiornata

Pubblicato

-

Valsugana in difficoltà per via del Maltempo.

Viene monitorato il fiume Brenta che comincia a preoccupare anche in virtù delle previsioni meteorologiche che non sono buone. Nessuna tregua quindi da parte del maltempo sul Trentino.

Da domani sera a martedì sera infatti è attesa una nuova perturbazione con quota neve a 1200 metri (sopra i 1500 metri possibili dai 30 ai 50 centimetri di neve).

Pubblicità
Pubblicità

Il tempo dovrebbe dare una tregua tra mercoledì e giovedì ma venerdì potrebbe tornare la pioggia per tutto il week end.

Alle 13.30 circa a causa del manto stradale c’è stato un incidente all’altezza dell’uscita Cirè direzione Trento.

Sono state coinvolte 3 macchine. Sul posto i vigili del fuoco che deviano il traffico. Non vengono registrati feriti gravi.

Questa mattina alle 9.30 quasi nello stesso punto si sono scontrate due auto. Due i feriti lievi soccorsi sul posto dai sanitari di Trentino Emergenza. Si tratta di un 18 enne e un 37 enne

Pubblicità
Pubblicità

Nelle ultime 48 ore sono stati segnalati molti casi di macchine che sono finite in testa-coda a Cire all’altezza distributore Agip in direzione Trento per colpa della strada scivolosa o delle molte buche che si sono aperte a causa della pioggia battente.

Pubblicità
Pubblicità

In località Tomaselli una frana ha invaso la strada per il Tesino. Il traffico è stato deviato da Samone. (FOTO)

In Alta Valsugana nevica sopra i 1000 metri e le strade di rilievo sono tutte percorribili senza problematiche. Si segnala la formazione di molte buche sulla Strada Statale 47.

In bassa Valsugana e in Primiero nevica fra i 1800 e i 2000 metri. Non sono segnalate criticità per le strade di questo Settore e le strade di montagna sono percorribili con attrezzatura da neve.

Chiuso Passo Rolle per pericolo valanghe da San Martino di Castrozza a Passo Rolle. Chiuso passo Broccon lato primiero per lavori di esbosco piante.

Si rammenta la chiusura stagionale della S.P.31 del Passo Manghen da località Baessa (km  15+500) a località Ponte Stua nel Comune di Castello-Molina di Fiemme (km 32+500).

Si registra un piccolo smottamento lungo la SP 60 di Ospedaletto con senso unico alternato, sulla SP 39 di Samone con restringimento di carreggiata e due cedimenti del sedime stradale sulla SP 79 nel tratto attualmente chiuso per permettere le operazioni di esbosco del legname.

Il Brenta a Barco alle ore 19.15 (foto Levico Per caso)

 

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Accoltellamento Borgo: Teddy Cipriani rimane in carcere e non risponde al magistrato

Pubblicato

-

Teddy Cipriani, il 50enne di Borgo che ha tentato di uccidere il fratello con una coltellata (qui l’articolo), rimane in carcere con l’accusa di tentato omicidio.

Davanti al gip ha deciso di non rispondere.

In base agli elementi raccolti il giudice ha comunque deciso di mantenere la custodia in carcere vista la possibile reiterazione del reato.

Pubblicità
Pubblicità

Il fratello Fulvio ha lasciato ieri l’ospedale di Borgo.

Come si ricorda il 53 enne era stato vittima di un accoltellamento alla gola, ma è riuscito a salvarsi grazie al maglione e al giubbotto che hanno protetto la gola dalla lama del coltello.

La lotta tra i due fratelli continua da anni ormai attraverso altri episodi di violenza verbale e fisica a suon di denunce incrociate. I due infatti erano finiti entrambi in ospedale per una precedente rissa.  Fulvio infatti aveva già presentato una denuncia contro il fratello a causa di un’aggressione e quest’ultimo era stato ammonito dal questore.

Proprio questa ammonizione gli aveva creato molti problemi per via della sospensione della patente. Teddy infatti fa il camionista e questo aveva creato gravi ripercussioni sul suo lavoro.

Pubblicità
Pubblicità

 

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza