Connect with us

Trento

Polemiche per le biciclette sui marciapiedi. Dito puntato contro i profughi della residenza Fersina

Pubblicato

-

Si chiama marciapiede, e non marciaruote, il tratto rialzato ad entrambi i lati della strada riservato ai pedoni.

Come anche si chiama pista ciclabile, e non pista pedonabile, il tratto segnalato accanto alla strada riservato alle biciclette.

Ognuno deve avere i suoi spazi, questo è scritto nella legge urbanistica di qualsiasi città civile che difende i diritti di tutti i propri cittadini. Ed è giusto che vengano rispettati.

Pubblicità
Pubblicità

Ma spesso si fa di necessità virtù. Nelle grandi città, il traffico intenso o i minacciosi binari dei tram dove, immancabilmente, si infila la ruota della bici, incoraggiano i ciclisti ad invadere il marciapiedi, a pedalare dove non li compete. E a rischiare di investire qualche pedone, urlandogli addosso se non è stato attento a notare l’invasore.

Ma la domanda che tutti si pongono spesso è: Posso andare con la bici sul marciapiede? No. Perché la bicicletta è, a tutti gli effetti un veicolo.

Lasciamo perdere che abbia solo due ruote e non un motore, ma è, comunque, un veicolo. Ed il codice della strada dice che ai veicoli è riservata la carreggiata e solo la carreggiata, non il marciapiede. Anche alle biciclette. O meglio: ai velocipedi, come ancora sono chiamate sul Codice.

E probabilmente anche per far rispettare queste regole che nell’ultimo periodo la nostra redazione ha ricevuto molte lamentele in tal senso.

Il pericolo secondo chi ha fatto emergere il problema a Trento è quello di venire investiti sul marciapiede.

Pubblicità
Pubblicità

A peggiorare ancora più le cose sono le numerose biciclette che la notte sfrecciano sui marciapiedi inforcate da africani che viaggiano senza luci e senza nessuna conoscenza del codice della strada. 

«Vorrei segnalare un potenziale rischio che ormai si ripete molte volte da parecchie settimane e che prima o poi avrà delle conseguenze per qualche malcapitato che si trova a transitare in zona San Giuseppe / San Pio X. Si tratta del passaggio quasi sempre sui marciapiedi di biciclette guidate da extracomunitari di solito molto giovani che rientrano verso le 22.00/23.00 alla residenza Fersina e che percorrono a tutta velocità naturalmente senza luci e molte volte in 2 sulla bici i marciapiedi di via Rosmini, via Veneto, via Muredei, via San Pio X» – scrive una cittadina alla nostra redazione (redazione@lavocedeltrentino.it)

«Questa sera una bici condotta da un ragazzo di colore con un altro ragazzo seduto sul manubrio percorrendo a tutta via San Pio X verso le 22.30 per un caso fortuito non ha travolto una signora con un bimbo piccolo in mano che girava l angolo con via Vivaldi e naturalmente senza fermarsi hanno proseguito imperterriti verso Trento sud. Credo che le forze dell’ordine debbano provare a mettere rimedio a questo prima che succeda qualcosa di grave» riporta invece un altro cittadino. 

Un’altra segnalazione con tanto di filmato arriva al numero whatsApp della nostra redazione (3922640625) e riguarda il conducente di una bici elettrica. 

Nel filmato un cittadino africano sta beatamente e a forte velocità viaggiando sulla corsia riservata ai taxi e agli autobus di via Brennero a Trento.

Lo fa tra il resto senza usare la pedalata assistita che è obbligatoria in presenza del motore.

Le bici a pedalata assistita sono equiparate ai velocipedi e provviste di un motore elettrico ausiliario che si attiva esclusivamente quando si azionano i pedali. Il motore, quindi, non sostituisce il lavoro delle gambe ma le aiuta a fare meno fatica.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Torino: l’evento è annullato, ma la primavera regala i 100 mila protagonisti
    Da nord a sud l‘effetto del Coronavirus in Italia e, quindi, delle misure restrittive adottate dal Governo per contenere la pandemia, mostrano intere città, strade, paesi e stazioni completamente deserte, costringendo a casa milioni di persone e lasciando la primavera l’unica ad essere libera di proseguire indisturbata il suo naturale percorso. Come molte attività commerciali, […]
  • Ricette di Pasqua semplici e veloci, da fare in compagnia!
    Pasqua si avvicina e, molto probabilmente, in questo 2020 non ci saranno grandi ritrovi tra amici e parenti. Tuttavia, questo non è un valido motivo per impigrirsi e non cucinare niente di particolare. Soprattutto in queste giornate, per chi ha dei figli piccoli la vita non è proprio semplice: come far passare, quindi, il tempo […]
  • Coronavirus e stampanti 3D: Mercedes Benz pronta alla produzione di dispositivi medici
    Un periodo così instabile ed incerto come quello del recente allarme sanitario da Covid- 19, costringe ad una stretta coalizione internazionale che riesca a coinvolgere ed unire il maggior numero di forze e di aiuti possibili per riuscire contenere l’emergenza. Per questo, la nota casa automobilistica tedesca Mercedes Benz scende da protagonista in campo, mettendo […]
  • Fratellini soli a casa in quarantena: il Paese li aiuta “adottandoli”
    L’allarme sanitario che da settimane sta lasciando dolorose ferite, obbligando l’isolamento e la distanza dalle persone care, sta facendo riscoprire all’Italia un senso di vicinanza ed un’insaziabile bisogno di aiutarsi per riuscire ad arrivare il più velocemente possibile alla fine di un’emergenza che sta attraversando senza freni l’intero territorio nazionale. A confermare e dimostrare l’estrema […]
  • Dalle piume d’oca ai petali di fiori: La prima produzione di giacconi 100% naturali
    Esisteranno sempre alcuni capi di cui non se ne potrà mai fare a meno, e come non non si può affrontare il caldo estivo senza occhiali da sole e bermuda, così non si può superare il freddo invernale senza, il protagonista indiscusso dei mesi più gelidi: il piumino. Dalle classiche piume d’oca, alla più recente […]
  • Coronavirus: molto richiesti i saturimetri, a qualcuno servono davvero
    Dall’inizio dell’allarme coronavirus la corsa ai principali dispositivi di protezione individuale sembrava inizialmente limitarsi alle mascherine ed ai gel disinfettanti per le mani, diventati poi introvabili sia nelle farmacie che sui portali online, ma ultimamente il fenomeno parrebbe essersi allargato anche a strumenti prettamente sanitari come il saturimetro. Infatti, il particolare dispositivo a pinzetta facilmente […]
  • Coronavirus: L’Italia spegne i motori e i delfini tornano nei porti italiani
    La recente emergenza sanitaria ha reso l’Italia, Paese noto per la sua vivacità e il suo calore una penisola pressoché deserta obbligando negozi, centri commerciali e molte aziende a bloccarsi per intere settimane e costringendo milioni di italiani a guardare l’arrivo della primavera unicamente dalla finestra della propria abitazione. All’ombra di tutto questo, Madre Natura […]
  • Coronavirus: dalla Cina arrivano i caschi termoscanner per la polizia
    Da qualche mese, partendo dalla Cina e allargandosi come una macchia d’olio fino all’Italia, il mondo intero si è trovato improvvisamente a combattere una guerra contro un nemico veloce ed invisibile che non sta risparmiando niente e nessuno, colpendo non solo persone ma l’economia di interi Paesi, costringendo l’unione e l’impegno di tutte le forze […]
  • Coronavirus: 3 fasi per sanificare correttamente casa
    Candeggina, gel disinfettanti, alcol e spray si stanno rivelando i migliori alleati, nonché le armi più utilizzate in questo periodo per riuscire a combattere l’invisibile nemico che da settimane sta costringendo a casa milioni di italiani. Oltre alle ormai note raccomandazione di igiene emanate dal Governo, ai dispositivi di protezione individuale come le introvabili mascherine […]

Categorie

di tendenza