Connect with us
Pubblicità

Trento

Polemiche per le biciclette sui marciapiedi. Dito puntato contro i profughi della residenza Fersina

Pubblicato

-

Si chiama marciapiede, e non marciaruote, il tratto rialzato ad entrambi i lati della strada riservato ai pedoni.

Come anche si chiama pista ciclabile, e non pista pedonabile, il tratto segnalato accanto alla strada riservato alle biciclette.

Ognuno deve avere i suoi spazi, questo è scritto nella legge urbanistica di qualsiasi città civile che difende i diritti di tutti i propri cittadini. Ed è giusto che vengano rispettati.

PubblicitàPubblicità

Ma spesso si fa di necessità virtù. Nelle grandi città, il traffico intenso o i minacciosi binari dei tram dove, immancabilmente, si infila la ruota della bici, incoraggiano i ciclisti ad invadere il marciapiedi, a pedalare dove non li compete. E a rischiare di investire qualche pedone, urlandogli addosso se non è stato attento a notare l’invasore.

Ma la domanda che tutti si pongono spesso è: Posso andare con la bici sul marciapiede? No. Perché la bicicletta è, a tutti gli effetti un veicolo.

Lasciamo perdere che abbia solo due ruote e non un motore, ma è, comunque, un veicolo. Ed il codice della strada dice che ai veicoli è riservata la carreggiata e solo la carreggiata, non il marciapiede. Anche alle biciclette. O meglio: ai velocipedi, come ancora sono chiamate sul Codice.

E probabilmente anche per far rispettare queste regole che nell’ultimo periodo la nostra redazione ha ricevuto molte lamentele in tal senso.

Il pericolo secondo chi ha fatto emergere il problema a Trento è quello di venire investiti sul marciapiede.

A peggiorare ancora più le cose sono le numerose biciclette che la notte sfrecciano sui marciapiedi inforcate da africani che viaggiano senza luci e senza nessuna conoscenza del codice della strada. 

«Vorrei segnalare un potenziale rischio che ormai si ripete molte volte da parecchie settimane e che prima o poi avrà delle conseguenze per qualche malcapitato che si trova a transitare in zona San Giuseppe / San Pio X. Si tratta del passaggio quasi sempre sui marciapiedi di biciclette guidate da extracomunitari di solito molto giovani che rientrano verso le 22.00/23.00 alla residenza Fersina e che percorrono a tutta velocità naturalmente senza luci e molte volte in 2 sulla bici i marciapiedi di via Rosmini, via Veneto, via Muredei, via San Pio X» – scrive una cittadina alla nostra redazione (redazione@lavocedeltrentino.it)

«Questa sera una bici condotta da un ragazzo di colore con un altro ragazzo seduto sul manubrio percorrendo a tutta via San Pio X verso le 22.30 per un caso fortuito non ha travolto una signora con un bimbo piccolo in mano che girava l angolo con via Vivaldi e naturalmente senza fermarsi hanno proseguito imperterriti verso Trento sud. Credo che le forze dell’ordine debbano provare a mettere rimedio a questo prima che succeda qualcosa di grave» riporta invece un altro cittadino. 

Un’altra segnalazione con tanto di filmato arriva al numero whatsApp della nostra redazione (3922640625) e riguarda il conducente di una bici elettrica. 

Nel filmato un cittadino africano sta beatamente e a forte velocità viaggiando sulla corsia riservata ai taxi e agli autobus di via Brennero a Trento.

Lo fa tra il resto senza usare la pedalata assistita che è obbligatoria in presenza del motore.

Le bici a pedalata assistita sono equiparate ai velocipedi e provviste di un motore elettrico ausiliario che si attiva esclusivamente quando si azionano i pedali. Il motore, quindi, non sostituisce il lavoro delle gambe ma le aiuta a fare meno fatica.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • “Cortex Cast”: il gesso del futuro direttamente dalla stampante 3D
    Il gesso è da sempre stato l’irritante, ingombrante e pesante compagno di molte convalescenze, accompagnando e terrorizzando per settimane milioni di persone in tutto il mondo. Molto presto tutto questo potrebbe diventare soltanto ricordo molto lontano; a rimpiazzare con notevole onore il vecchio gesso sarebbe “Cortex Cast”: un esoscheletro stampato in 3D, composto da nylon […]
  • Formaggella della Solidarietà: il Caseificio Val di Fiemme ed il successo del volontariato d’impresa
    Le aziende hanno diversi sistemi e modi per creare valore, ma soltanto uno riesce a generare opportunità ed importanza contribuendo con successo al benessere del territorio e della società: Il volontariato sociale d’impresa. Il Caseificio della Val di Fiemme è entrato e si è distinto in questo importante mondo, creando e dedicando ad ogni anno […]
  • Affitti troppo alti: Berlino impone con legge un tetto massimo ai prezzi
    In tutta Italia, le cifre da capogiro degli appartamenti in affitto colpiscono direttamente ragazzi, studenti universitari ed intere famiglie che, costretti a scontrarsi con le difficoltà lavorative e la mancanza di un capitale iniziale per acquistare una casa di proprietà, devono a ripiegare sull’appartamento in affitto. Nonostante le cifre improponibili, il profondo cambiamento della società […]
  • Bhutan: l’incredibile fascino del Paese più felice del mondo
    Incastonato tra le rocce dell’immensa catena montuosa Himalayana, tra Cina e India, la natura lascia spazio al piccolo ma affascinate Stato monarchico del Bhutan. Nonostante sia uno dei paesi più poveri dell’Asia, qui si registra il tasso di felicità più elevato di tutto il continente e l’ottavo nella classifica mondiale. Infatti, oltre agli incredibili paesaggi, […]
  • Mobili fonoassorbenti per eliminare i rumori da casa e dagli uffici
    Il rumore del traffico esterno, il calpestio proveniente dal piano superiore, la televisione del vicino a volume troppo alto: questi sono solo alcuni dei rumori che possono infastidire l’ambiente domestico. Il mercato offre moltissimi sistemi per ottimizzare, migliorare e molte volte eliminare il problema: dai blocchi di muratura, applicati sopratutto nelle nuove costruzioni, ai feltri […]
  • Stop agli oggetti smarriti: Google Tile aiuta a trovare le chiavi di casa
    Perdere oggetti e non riuscire più a ritrovarli è diventato un fenomeno talmente comune e frequente dall’essere d’ispirazione a numerose ricerche scientifiche per riuscire a determinarne le cause e i motivi. Secondo alcuni ricercatori, oltre allo stress e la fretta, sarebbero le attività inconsce ad allargare le possibilità di perdita. Infatti, senza volerlo spostiamo gli […]
  • Parco giochi per anziani: l’incredibile idea per che unisce il gioco alla salute
    All’arrivo della terza età troppo spesso si tende ad uscire e socializzare meno, con risultati non completamente positivi sulla salute. Una delle soluzioni insieme alle tante attività può essere lo sport: una perfetta occasione di interazione e socializzazione che permette di mantenersi attivi non solo nel corpo ma anche nello spirito. Per aiutare gli anziani […]
  • Il dipinto ritrovato: torna a casa il “ritratto di signora” di Klimt
    22 febbraio 1997: presso la Galleria Ricci Oddi di Piacenza scompare il “Ritratto di Signora”, una delle opere dell’artista austriaco Gustav Klimt risalente al 1916/17. La cornice abbandonata sul tetto dopo il furto era tutto ciò che restava di una delle splendide e più discusse opere di Gustav Klimt. La tela originale, si suppone infatti […]
  • Regno Unito: dal 2035 vietata la vendita di auto diesel e benzina
    Il settore delle auto elettriche è nella sua piena espansione, sebbene le quote di mercato rimangono ancora a livelli inconsistenti. Infatti, i principali costruttori stanno investendo cifre immense per crescere ulteriormente ed accompagnare la produzione verso uno sviluppo ed un acquisto di massa. Il problema delle emissioni derivanti dalle automobili, è stato preso di petto […]

Categorie

di tendenza