Connect with us
Pubblicità

fashion

È boom del microblading sopracciglia: ecco la nuova tendenza del 2019. Ma di cosa si tratta?

Pubblicato

-

Una tendenza nata nel 2018 che è scoppiata all’inizio di quest’anno.

Agli addetti ai lavori e agli appassionati del settore non è certo sfuggito come negli ultimi mesi il fenomeno della crescita del trattamento noto come microblading sia ormai esponenziale.

Ma sono state le donne a decretarne il crescente successo e che decidono ogni giorno di rivolgersi a questo rimedio in grado di risolvere in modo permanente problematiche di inestetismi delle sopracciglia.

PubblicitàPubblicità

Ma il microblading sopracciglia è anche un trattamento estetico che trasforma lo sguardo in magnetico e sempre perfetto.

La traduzione letteraria della parola microblading è appunto micro lama, poiché per immettere e distribuire il colore nella zona sopraccigliare viene utilizzato uno strumento, detto dermografo, dotato di diverse micro lame.

Naturalmente è inutile dire che per il trattamento è utile e d’obbligo appoggiarsi ad un centro estetico che rispetti tutte le normative vigenti sull’igiene.

A svelare i trucchi del trattamento è Toni Belfatto esponente mondiale di trucco permanente e Microblading che in esclusiva spiega alcuni importanti segreti.

Pubblicità
Pubblicità

Quali sono i vantaggi del Microblading sopracciglia? I microblading ha numerosi vantaggi, tra cui:

  • risultati super naturali;
  • il colore ha una durata di circa un anno;
  • lo sguardo viene incorniciato ad hoc;
  • può rimediare ad alopecia o a buchi creati da eccessivi spinzettamenti;
  • può armonizzare lo sguardo;
  • i colori vengono assorbiti dalla pelle, così da permettere di tornare all’aspetto originario qualora non ci volesse più sottoporre al trattamento;
  • è indolore, poiché prima del trattamento l’estetista applica una crema anestetica sulla zona da trattare;
  • si è presentabili subito dopo la prima seduta;
  • i peli delle sopracciglia rimangono, ma vengono riempiti dal microblading;
  • può coprire piccole cicatrici nella zona sopraccigliare.

Come viene eseguito il Microblading? Per quanto riguarda l’esecuzione del microblading, funziona nella seguente modalità.

  • Per prima cosa, la professionista disegna a mano le linee delle sopracciglia per capire se la tonalità si addice al viso della cliente e se sono di suo gradimento;
    una volta stabilita la forma delle sopracciglia da tatuare, la professionista applicherà una crema anestetica per addormentare la zona e non far sentire il dolore alla cliente;
  • si prosegue con l’esecuzione del tatuaggio vero e proprio.
  • Dopo il tatuaggio è bene non esporsi eccessivamente ai raggi solari o entrare in contatto con cloro, salsedine e lampade abbronzanti, in quanto questi elementi pregiudicano la durata del colore.

I colori utilizzati non sono quelli dei tatuaggi tradizionali, ma sono bioassorbibili, ossia vengono aspirati dalla pelle dopo circa un anno.

Viene effettuata questa scelta perché la pelle, col passare del tempo, subisce variazioni cromatiche e un colore che oggi si intona alla perfezione, domani potrebbe rappresentare una vera e propria nota stonata sul viso.

Quanto e quando bisogna eseguire il Microblading?

Il costo del microblading si aggira intorno ai 4-500 Euro per il primo trattamento, mentre il ritocco sulle 150-200 Euro.

Naturalmente i prezzi variano da centro estetico a centro estetico, anzi spesso per invogliare le clienti a provarlo vengono applicate delle scontistiche molto interessanti che permettono di risparmiare consistenti somme di denaro.

Il periodo ideale per effettuare il microblading è l’autunno-inverno, poiché in questo periodo è presente meno sole e solitamente non si parte per le vacanze.

Come riportato sopra prima di sottoporsi al microblading, è bene accertarsi che all’interno del centro estetico vengano rispettate scrupolosamente tutte le norme igieniche e che la professionista sia qualificata, diversamente si otterrebbero risultati alquanto disastrosi.

Meglio dunque non farsi tentare da prezzi eccessivamente bassi, in quanto in questi casi verrebbe a mancare l’aspetto più importante: la qualità.

Una buona strategia è quella di controllare i prima e i dopo di ogni professionista oppure, ancora meglio, di recarsi presso una che ha eseguito il trattamento su una persona che si conosce.

 

Pubblicità
Pubblicità

fashion

Streetwear e Adidas: dalle collezioni speciali in arrivo ai grandi classici

Pubblicato

-

Sono ormai alcuni anni che lo street wear risulta essere di grande tendenza nel mondo della moda.

Numerosi marchi lavorano costantemente cercando di creare capi iconici che possano rappresentare il nuovo standard in arrivo.

Uno di questi esempi è il famoso brand Adidas, che oltre a disporre di numerosi e intramontabili grandi classici, si occupa anche di creare nuove tendenze grazie ad altrettanto numerose novità in arrivo.

Pubblicità
Pubblicità

NOVITÀ E NUOVE COLLEZIONI – Fra le novità presentate da Adidas di recente, è possibile trovare la collezione Adidas originals by Human race, nata dalla collaborazione del cantante di origine americana Pharrell Williams e il designer proveniente dal Giappone, Nigo.

Il cuore, simbolo di creatività e immaginazione, è l’elemento che ha ispirato questa collezione: i colori principali saranno proprio il rosso e il bianco e su ogni modello si troverà un cuore come logo della speciale linea. Queste speciali sneakers non sono curate solamente nel design: le performance tecniche sono ottimizzate grazie a degli stabilizzatori in Tou per il tallone, così come l’avampiede è supportato dalla Gomma Eva.

Come se non bastasse, vi è un’altra novità in arrivo, le sneakers Arizona Iced Tea, ispirate al famoso tea freddo, da cui prende anche i colori (molto accesi e vivaci).

Questa nuova collezione punta a colpire le nuove generazioni, innamorate dei colori vivi e soprattutto che si fanno notare.

Pubblicità
Pubblicità

GRANDI CLASSICI DAL SAPORE VINTAGE – Quando parliamo di Adidas non parliamo solo di nuove collezioni e collaborazioni speciali, visto che questo brand continua a produrre delle collezioni storiche ormai diventate iconiche.

Tra questi prodotti troviamo ad esempio le Adidas Gazelle da uomo un modello di scarpe che oggi troviamo anche online e che è sempre molto richiesto per via del suo tocco anni 90 che tanto piace alle generazioni attuali. Insomma, uno dei tanti modelli perfetti sia per i più nostalgici, sia per chi vuole creare un look street particolare e alla moda.

Con questa mossa non bisogna fraintendere l’intento di Adidas, infatti, quest’ultimo non è sopravvivere al successo passato, bensì quello di riottenere altrettanto successo tramite nuove tendenze nel mondo dello streetwear. Ad esempio, nella classifica dei modelli speciali per le sneaker più costose al mondo, troviamo le Adidas Human Race NMD Pharrell x Chanel, un modello in edizione limitata e speciale che ha raggiunto quotazioni attorno ai 7.400 euro

Per tale ragione, l’obiettivo di Adidas è puntare ad avere elevato successo con nuove tendenze, siano esse provenienti da modelli totalmente innovativi e creativi come le novità proposte recentemente, siano esse provenienti dal passato, attraverso collezioni che hanno già garantito elevato successo al marchio Adidas e che ritornano sempre più forti di prima.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

fashion

Jungle Dress: la provocazione di Jennifer Lopez e le over 40

Pubblicato

-

Indossare i vestiti di vent’anni fa è provocazione, sfida o semplicemente un gesto che porta ad essere considerati fuori dal tempo reale?

A lanciare la provocazione è stata Jennifer Lopez che è tornata ad indossare in occasione della sfilata di Versace durante Milano Fashion Week, l’iconico Jungle Dress: spacchi vertiginosi, profonda scollatura fermata da una spilla all’altezza dell’ombelico e così ha sfidato le critiche e l’età.

Del resto viviamo nell’era delle Perennials, cioè le Over 40 che non si definiscono per età anagrafica, ma per attitudine mentale.

Pubblicità
Pubblicità

Ed allora ognuno di noi, maschio o femmina che sia, ha un abito o un costume datato nell’armadio; si può ancora – al di la della taglia – osare ad indossarlo?

La maggioranza ha assolto Jennifer Lopez riconoscendo il diritto coniugato al femminile, di assumere comportamenti non condizionati dall’età.

Il restare fedeli al proprio stile indipendentemente da quanti anni si possono avere, è possibile?

A fare la differenza non sono tanto gli anni, quanto il ruolo e lo stato sociale che richiedono un abbigliamento adeguato.

Pubblicità
Pubblicità

Nel tempo libero non è poi vietato indossare la minigonna anche a 50 anni, evitando solo le micro gonne giovanili.

Nel guardaroba ci devono essere solo alcuni capi, non un accumulo seriale degli abiti del passato.

Ad esempio ha senso conservare l’abito da sposa? La tendenza è “ Trash The Dress” che altro non è che un servizio fotografico dove insieme al proprio partner si danneggiano in maniera creativa, gli abiti della cerimonia.

Per tutto il resto si possono conservare quei capi che regalano delle emozioni, ma non con lo spirito di restare legati ad un passato che non potrà più tornare.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

fashion

Cambiare taglio o colore di capelli aiuta ad aumentare l’autostima

Pubblicato

-

nella foto Michelle Hunzinker e Miriam Leoni

Mi faccio bionda, mi taglio i capelli e cambio vita!

Siamo di fronte alla voglia di cambiare, alle paure o ad un’espressione di malessere interno che si manifesta in un radicale mutamento esterno?

Michelle Hunzinker ha cambiato taglio dei capelli dopo 25 anni.

Pubblicità
Pubblicità

L’attrice Miriam Leoni è passata da capelli rosso intensi ad un biondo dorato.

Ma non succede solo nel mondo dello spettacolo, ma anche nella vita quotidiana.

Mutamenti più o meno radicali in occasione di un nuovo lavoro, della fine di una relazione o semplicemente per ritrovare morale e sprint.

Ma funziona veramente o è solo suggestione?

Pubblicità
Pubblicità

Nella decisione ci vuole cautela se il momento è quello di una fragilità psicologica, meglio evitare un cambiamento radicale che potrebbe destabilizzare.

In tutti i casi vale molto l’aspetto simbolico che porterà al centro dell’attenzione, il che non fa per nulla male all’autostima.

L’importante è essere soddisfatti di se stessi al di la del giudizio della gente.

Se ci si piace il gioco è fatto, ma anche per questo il cambiamento meglio che sia progressivo per evitare di oltrepassare il punto di non ritorno.

Ci può essere una relazione tra taglio o colore dei capelli ed un determinato ruolo? Quasi sempre si.

L’importante è poter contare su una forte personalità che supporti il cambiamento.

Ma alle volte baste la piega: liscia, ad esempio, da più austerità alla persona e quindi è indicata per una riunione di lavoro.

Infine non è positivo restare a lungo con la stessa immagine.

Prima di tutto perché si cambia età e il look non è sempre verde. In tutti i casi l’immagine deve accompagnare l’evolversi della persona.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza