Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Da Waldheim al Passo della Mendola: inaugurato oggi un nuovo tratto del percorso ciclopedonale Fondo-Mendola

Pubblicato

-

Rappresentanti istituzionali, cittadini e famiglie, turisti o semplici appassionati: erano davvero numerosi questa mattina sul valico al confine fra le due Province del Trentino Alto Adige i partecipanti alla biciclettata inaugurale del nuovo tratto ciclopedonale Waldheim-Passo Mendola.

Un percorso di circa 5 chilometri con tante soste panoramiche e poi il taglio del nastro in località Waldheim, alla presenza del presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti e di numerose autorità locali, fra cui tanti sindaci della zona, il presidente della Comunità della Val di Non Silvano Dominici, il presidente dell’Apt Lorenzo Paoli, il presidente dell’Associazione Artigiani territoriale Massimo Zadra e i tecnici dell’Ufficio Infrastrutture Ciclopedonali della Provincia, con il responsabile Marcello Pallaoro. In rappresentanza del Consiglio provinciale ha partecipato Lorenzo Ossanna.

L’opera, realizzata dal Servizio Opere Stradali e Ferroviarie della Provincia Autonoma di Trento su progetto di Sergio Deromedis e Francesco Weber, si inserisce nel più ampio progetto della ciclopedonale che collegherà l’abitato di Fondo con quelli di Malosco, Ronzone, Ruffrè e Mendola, per una lunghezza di quasi 16 chilometri.

Pubblicità
Pubblicità

Il progetto finale prevede tratti promiscui urbani lunghi 5,4 chilometri, tratti promiscui extraurbani per 0,9 chilometri e tratti di piste ciclopedonali larghe 2,7 metri, per un’estensione di circa 9,5 chilometri.

Questa importante opera, a cui tutti avete collaborato, attraversa un territorio bellissimo e porta con sé valori come ambiente, sostenibilità, utilizzo dei mezzi sportivi, salute, economia per il territorio, turismo – ha detto il presidente Fugatti –. C’è la volontà da parte dei territori, delle amministrazioni comunali e dell’amministrazione provinciale di dare corso alla chiusura dell’anello ciclabile in un prossimo futuro: il riconoscimento va oggi a chi ci ha creduto. Noi ci crediamo” ha aggiunto il presidente sottolineando le potenzialità del progetto per “questa parte della Val di Non che ha delle bellissime peculiarità”.

Pubblicità
Pubblicità

Sono due gli stralci funzionali in cui è divisa l’opera di collegamento Fondo-Mendola. Quello inaugurato stamattina va dalla località Waldheim nel Comune di Sarnonico (1242 metri) alla stazione di arrivo della Funicolare del Passo della Mendola (1.368 metri) per una lunghezza di 5,290 chilometri e un dislivello di 168 metri.

Pubblicità
Pubblicità

L’iniziativa è stata finanziata dai Comuni dell’Alta Val di Non nell’ambito dei fondi del Patto Territoriale. Il finanziamento globale, che riguarda tutto il tratto completo da Fondo alla Mendola, ammonta a circa 1 milione e 840 mila euro, mentre il costo del tratto Mendola-Waldheim è di 350 mila euro.

Quando sarà completata, la pista rappresenterà un’estensione dell’anello ciclopedonale dell’Alta Val di Non, inaugurato nel giugno 2012. I chilometri interamente percorribili sulle due ruote saranno allora 48, dei quali 41 asfaltati e 7 sterrati.

Come ha spiegato Sergio Deromedis illustrando i tanti buoni motivi per promuovere la realizzazione delle piste ciclabili, come la sicurezza nella mobilità delle persone, la salute, il minor inquinamento, il risparmio economico, il decongestionamento della viabilità, la maggiore qualità della vita delle popolazioni, la Provincia autonoma di Trento investe da anni nella progettazione dei percorsi ciclopedonali.

Ad oggi si contano in Trentino 410 chilometri di rete ciclabile, con 2 milioni di passaggi all’anno e 110 milioni di euro di indotto.

Interessante, poi, l’aspetto sociale, meno evidente ma ugualmente importante: la costante, necessaria manutenzione dei percorsi permette anche il reimpiego di tanti disoccupati attraverso il Progettone. Da non trascurare, inoltre, le tante attività delle associazioni ciclistiche, che coinvolgono migliaia di appassionati, anche giovani e giovanissimi, che percorrono le piste in ogni stagione.

Una festa importante, dunque, per un’opera che, come è stato detto oggi, crea un valore aggiunto per tutto il territorio.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Vestiti digitali: l’abito che compri, indossi ma non esiste
    Dietro al glamour e allo scintillio dei vestiti nuovi, appena usciti dai negozi, il mondo della moda si ritrova in una fase epocale di cambiamento trainata dalla trasformazione dei comportamenti di acquisto dei prodotti, dalle diverse esigenze dei consumatori e soprattutto dalla forte rivoluzione digitale. In ambito fashion infatti, i cambiamenti più significativi riguardano la […]
  • Gelato alla frutta o gelato alle creme? Questo è il dilemma
    Che estate sarebbe senza gelato? Colorato, fresco, gustoso e perfetto per una merenda golosa o per una serata davanti al ventilatore, il gelato è un must della bella stagione. I gusti ormai sono infiniti, si va dal dolce al salato, dal classico gelato al gelato fritto… insomma, ce n’è per tutti i palati! Ma è […]
  • Da aerei e droni, “bombe di semi” contro la deforestazione in Thailandia
    La fame di risorse naturali che portano alla riconversione di zone naturali in coltivazioni e zone urbane è un fenomeno storico, noto fin dalle origini antiche ma mai così sviluppato come nelle proporzioni attuali. La deforestazione infatti, è considerata uno dei più grandi mali della società moderna che, oltre ad aggravare una vasta gamma di […]
  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]

Categorie

di tendenza