Connect with us
Pubblicità

Trento

Crisi negozi centro storico Trento: nel mirino finisce l’assessore Roberto Stanchina

Pubblicato

-

Solo adesso, e stranamente a nove mesi dalle prossime elezioni, l’amministrazione comunale di centro sinistra si accorge dell’affanno dei commercianti di un centro storico ormai desertificato.

Nel mirino dei consiglieri comunali della Lega finisce l’assessore al commercio Roberto Stanchina colpevole della grande fuga o peggio ancora della chiusura e dei fallimenti dei negozi del centro storico.

«Stanchina prova a scaricare le responsabilità su altri – dichiarano i consiglierei leghisti –  ma si dimentica che quale assessore negli ultimi 4 anni è stato lui l’artefice di gran parte delle politiche economiche»

Pubblicità
Pubblicità

Stanchina in poche parole si lamenta ma non fa un mea culpa sulla dissenata politica adottata dalla sua maggioranza in questi anni.

Il primo snodo sono gli affitti troppo alti.

Sono anni che si parla di calmierare il costo delle locazioni del centro storico, ma nulla viene fatto anche perché si scontenterebbero i proprietari degli immobili.

In centro storico a fare la spesa non si va per colpa dei pochi parcheggi?

Sono anni che si parla di crearne dei nuovi: sotterraneo in Piazza Venezia, all’aperto nell’area delle ex carceri di Via Pilati, area ex Italcementi favoleggiando anche di bus navetta per portare la gente in centro.

Pubblicità
Pubblicità

Sono anni che si è iniziata una guerra – sostanzialmente tra poveri – tra i commercianti delle vie del centro che a partire dai mercatini di Natale, attaccano l’amministrazione comunale chiedendo una diversa distribuzione degli eventi in modo da coinvolgere tutte le strade.

Sono anni anche che i commercianti stessi si organizzano in proprio per animare le loro strade.

Lo hanno fatto più volte quelli di Via Roggia Grande, lo hanno fatto quelli di Via Suffragio e Santa Maria: erano grida d’allarme che però, l’amministrazione comunale non poteva sentire perché nessun rappresentante politico seppur invitato, non vi ha mai partecipato.

E solo adesso si scopre la necessità di un piano d’intervento straordinario a supporto dei commercianti del centro, specialmente per quanto riguarda la voce affitto delle spese aziendali.

Ma sorpresi amministratori, senza allontanarvi nemmeno troppo dai vostri uffici andate a vedere quante delle Botteghe Storiche che avete pomposamente premiato, hanno chiuso o quantificate il costo di un paio d’ore di parcheggio negli stalli blu che deve sostenere, ammesso che trovi il posto, chi vuole andare in centro ad acquistare.

Un’ultima considerazione. Chi ha autorizzato l’apertura di centri commerciali, ipermercati vari a tutto vantaggio della Grande Distribuzione e a danno dei piccoli commercianti?

Ed allora invece di prospettare piani d’intervento straordinari, sarà meglio che rinneghiate pubblicamente una politica dissennata di un centro sinistra che negli anni ha portato all’attuale situazione.

I consiglieri della Lega hanno attaccato duramente Stanchina sulle scelte fatte in questi anni per Trento. «Abbiamo continuato a dare consigli e proposte di soluzioni in merito e siamo rimasti inascoltati».

«Le scelte di non estendere la ZTL,  le proposte sul cambiamento dei parcheggi blu attorno al centro, il coinvolgimento di tutti per l’organizzazione delle manifestazioni in centro storico sono sempre rimaste inascoltate da parte dell’amministrazione di centro sinistra» – Aggiungono i consiglieri della lega.

E ancora: «Non si contano poi le iniziative proposte a favore del contrasto al degrado e alla criminalità che si è lasciato dilagare nel centro di Trento a danno degli esercenti, riducendo sempre più anche la presenza di acquirenti, spaventati dagli episodi di violenza, ancora oggi quasi quotidiani. Ricordiamo anche i fallimenti delle grandi manifestazioni che l’assessore ha ereditato, arrivando a svuotare di contenuti culturali e sociali le Feste Vigiliane, mentre d’inverno abbiamo assistito al fallimento del progetto “Natale di via”, suggerito per coinvolgere le aree non incluse dalla manifestazione principale e mai decollato».

Non va dimenticano infine che l’assessore Stanchina, fino al 21 ottobre 2018, aveva il pieno appoggio di un governo provinciale dello stesso colore, che quindi avrebbe dovuto garantire pieno appoggio alle politiche della città capoluogo.

Pubblicità
Pubblicità

  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • “CrowdWine”, l’originale sistema per sostenere le piccole cantine italiane
    In un momento storico in cui l’intero settore del vino italiano ed internazionale sta vivendo un profondo cambiamento strutturale, relazionale e sopratutto commerciale è nata un’idea per sostenere le piccole e medie cantine italiane. L’idea prende spunto direttamente dal più noto crowdfunding, tentando di avvicinare i consumatori con i produttori attraverso l’ormai utilizzatissimo sistema di […]
  • Coronavirus: un team di giovani donne progetta ventilatori polmonari con ricambi di automobili
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus ha colpito anche angoli di mondo già molto fragili come L’Afghanistan, Paese precedentemente dilaniato da decenni da guerre e dittature che, dopo l’arrivo del Coronavirus rischia di mettere definitivamente in ginocchio il fragile sistema sanitario. Nonostante il Governo di Kabul abbia adottato i più noti sistemi prevenzione, come il distanziamento sociale […]
  • Beer SPA, una tappa imperdibile nella splendida Praga
    Ti piacciono la birra e le belle città d’Europa? Allora una tappa alla Beer SPA delle capitale Ceca è d’obbligo. Aperta nel 2013, la Original Beer SPA, negli anni, ha riscosso un grande successo soprattutto tra coloro che amano il connubio tra belle città, relax e attrazioni peculiari o comunque diverse dal solito. Ma cos’è […]
  • Covid19: L’isola di Cipro paga le vacanze ai turisti contagiati e ai loro famigliari
    Nonostante Cipro abbia avuto poco meno di 1.000 casi di contagi e 17 vittime da Coronavirus, non vuole rinunciare all’attesissimo nonché molto importante traffico turistico estivo dando così il benvenuto a qualsiasi viaggiatore. A differenza di altri Stati, Cipro si sta infatti attrezzando per non ostacolare gli arrivi nei luoghi di villeggiatura sull’isola mediterranea attraverso […]
  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]

Categorie

di tendenza