Connect with us
Pubblicità

La Sfera e lo Spillo

Filippo Inzaghi e Cristian Brocchi: la sfida tra vecchi amici

Pubblicato

-

Filippo Inzaghi e Cristian Brocchi si sfidano allo stadio Ciro Vigorito di Benevento.

Questa sera (ore 20.30) andrà in scena per il secondo turno di Coppa Italia (lega Serie A) il match tra Benevento e Monza. I Sanniti militano nel campionato di serie B con rinnovate ambizioni, mentre la corazzata monzese gioca nel torneo di Serie C (inserita nel girone A).

Inzaghi e Brocchi, ex compagni di squadra al Milan, si ritroveranno sul green campano per una sfida amarcord.

Pubblicità
Pubblicità

Nel 2001 il Milan nella campagna di rafforzamento acquistò Inzaghi dalla Juventus per 70 miliardi delle vecchie lire e Cristian Brocchi dai cugini dell’Inter; insieme a Milanello sino al 2008 (salvo la parentesi di Brocchi alla Fiorentina nella stagione 2005-2006).

E’ una profonda amicizia quella che lega, citando Carlo Pellegatti, Bounty Killer e Argento Vivo fuori dal rettangolo di gioco. Questa estate si sono visti a Formentera per una cena tra ex calciatori; presenti Simone Inzaghi, Gianluca Zambrotta e Ignazio Abate.

Inzaghi ha rilasciato la seguente dichiarazione a Ottopagine, quotidiano online di Benevento: ”Il Monza è una squadra che con la Lega Pro non c’entra nulla. Brocchi è un tecnico preparato e sarà un piacere ritrovarlo insieme al presidente Berlusconi e Galliani, con i quali ho condiviso gioie immense. Dobbiamo affrontare questa sfida nel modo giusto, perché sarebbe importante affrontare la Fiorentina al terzo turno”.

Dopo la rifinitura Cristian Brocchi ha convocato 24 giocatori.

Si registra la prima convocazione per i nuovi acquisti: Nicola Mosti (ex Juventus), Nicola Rigoni (ex Chievo) e Michele Franco (ex Trapani).

Il club di Berlusconi attraverso l’ad Adriano Galliani e il ds Filippo Antonelli Agomeri si sono mossi sul mercato acquistando giocatori di livello: il portiere Eugenio Lamanna (ex Spezia) con un passato in serie A e B, Mario Sampirisi (ex Crotone), Mattia Finotto (ex Spal) e Giuseppe Bellusci (ex Palermo).

Il Monza dopo la vittoria nel primo turno contro l’Alessandria (2-0), con le marcature di Simone Iocolano e Andrea Brighenti, cercherà l’impresa contro gli Stregoni.

Ecco le probabili formazioni:

BENEVENTO (4-4-2): Montipò, Maggio, Antej, Caldirola, Letizia: Insigne, Tello, Viola, Improta: Coda, Armenteros.

MONZA (4-3-1-2): Lamanna, Lepore, Scaglia, Bellusci, Sampirisi; Armellino, Fossati, Iocolano; Chiricò; Finotto, Brighenti.

A disposizione per Filippo Inzaghi: Manfredini, Gori, Rillo, Gyamfy, Tuia, Volta, Del Pinto, Schiattarella, Kragl, Sanogo, Vokic, Gottard, Sau, Di Serio.

In panchina accanto a mister Cristian Brocchi: Sommariva, Marconi, Negro, Anastasio, Franco, Galli, Di Munno, Rigoni, Lora, D’Errico, Mosti, Marchi.

Il fischietto dell’incontro è affidato ad Antonio Di Martino della sezione AIA di Teramo. Gli assistenti sono Vito Mastrodonato della sezione AIA di Molfetta e Domenico Palermo della sezione AIA di Bari. Il quarto ufficiale è Ermanno Feliciani della sezione AIA di Teramo.

La campagna abbonamenti (stagione 2019-2020) del club monzese continua a ritmi serrati; aperta il 22 luglio si concluderà il 14 settembre. La società biancorossa (www.monza1912.it) comunica in una nota di aver raggiunto, in data 8 agosto, 1087 tessere vendute.

Filippo Inzaghi e Cristian Brocchi: la sfida tra vecchi amici.

Emanuele Perego             www.emanueleperego.it              www.perego1963.it

Pubblicità
Pubblicità

La Sfera e lo Spillo

Verso Fiorentina-Monza: il compianto Davide Astori e la prima gioia al Brianteo

Pubblicato

-

Sarà la notte del ricordo ma anche di amarcord.

Questa sera allo stadio Artemio Franchi di Firenze va in scena per il terzo turno di Coppa Italia (lega Serie A) il match FiorentinaMonza (ore 18.15 diretta su Rai Sport).

Il pensiero va all’ex capitano della Fiorentina Davide Astori deceduto il 4 marzo del 2018 in un albergo di Udine alla vigilia dell’incontro tra Udinese e Fiorentina.

Pubblicità
Pubblicità

Scoviamo in archivio che vi è un filo sottile che lega l’indimenticato difensore bergamasco e la sfida in terra toscana.

La memoria corre al pomeriggio del 13 maggio del 2007. Al Brianteo si gioca Monza-Pizzighettone (2-1) per la 34° giornata di Serie C (girone A).

Il ventenne Davide Astori segna il suo primo goal da giocatore professionista. Il numero 3 dei biancazzurri insacca di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

E’ la sua prima stagione nel calcio che conta dopo le esperienze giovanili nell’US Calcio San Pellegrino, Ponte San Pietro e Milan.

Il Milan (proprietaria del cartellino) gira in prestito Astori al Pizzighettone nella stagione 2006-2007, club in provincia di Cremona.

In seguito la “scalata” indossando le maglie della Cremonese, Cagliari, Roma e Fiorentina. A Firenze, Davide si consacra diventando il simbolo e capitano della Viola.

Sarà la notte del ricordo ma anche di amarcord.

Per la cronaca Vincenzo Montella incontra sulla sua strada, per la seconda volta, Cristian Brocchi.

I due ex rossoneri si sono sfidati da allenatori nella stagione 2015-2016 nel match Sampdoria-Milan (0-1). Cristian Brocchi al debutto sulla panchina del Milan espugna il catino di Marassi con la rete del colombiano Carlos Bacca.

Ecco le probabili formazioni:

FIORENTINA (4-3-3): Dragowski, Lirola, Milenkovic, Ranieri, Terzic: Benassi, Badelj, Pulgar; Chiesa, Boateng, Sottil.

MONZA (4-3-1-2): Lamanna, Lepore, Scaglia, Bellusci, Sampirisi; Armellino, Rigoni, Iocolano; Chiricò; Brighenti, Finotto.

Il fischietto dell’incontro è affidato a Fabrizio Pasqua della sezione AIA di Tivoli. Gli assistenti sono Ranghetti e Di Iorio. Il quarto ufficiale è Fourneau.

Verso Fiorentina-Monza: il compianto Davide Astori e la prima gioia al Brianteo.

Emanuele Perego             www.emanueleperego.it              www.perego1963.it

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

La Sfera e lo Spillo

Calcio, le nuove regole IFAB: rigori, sostituzioni e falli di mano

Pubblicato

-

Nella 133esima riunione svoltasi ad Aberdeen (Scozia) l’International Football Association Board (IFAB) ha deliberato alcune importanti modifiche al regolamento.

A poche settimane dall’inizio dei campionati professionistici (Serie A, Serie B e Lega Pro) riportiamo le innovazioni introdotte, utili agli addetti ai lavori ma anche ai tifosi.

Raccogliamo in poche righe per i lettori della rubrica “la sfera e lo spillo” una sorta di bigino delle principali riforme:

Pubblicità
Pubblicità

Rimessa – In caso di rinvio del portiere il pallone non dovrà necessariamente uscire dall’area. Il difensore potrà ricevere il passaggio all’interno dell’area stessa e l’attaccante avversario potrà intervenire sulla giocata.

Cartellini per gli allenatori – I tecnici seduti in panchina potranno ricevere delle ammonizioni; con 2 cartellini gialli scatterà la squalifica. In caso di cartellino “rosso” si procederà all’allontanamento dal campo e la relativa sanzione disciplinare.

Barriera – Nei calci piazzati i giocatori, in fase d’attacco, non potranno più “disturbare” la barriera, ma dovranno posizionarsi ad una distanza di almeno un metro.

Fallo di mano – Sarà sanzionato il tocco volontario e quello considerato “innaturale” anche se involontario.

Sostituzioni – Il giocatore sostituito non dovrà più uscire a centrocampo, ma potrà allontanarsi dal punto più vicino del rettangolo (linea laterale o di fondo).

Cartellini e vantaggio – Una squadra che subisce un fallo potrà battere immediatamente la punizione e l’arbitro avrà la possibilità di ritardare l’eventuale procedimento disciplinare (cartellino giallo o rosso) da comminare all’autore del fallo, aspettando che si concluda l’azione.

Rigore – Il portiere potrà avere un piede oltre la linea di porta. Se entrambi i piedi oltrepassano la linea il VAR potrà intervenire facendo ripetere il rigore in caso di parata.

Tocco decisivo dell’arbitro – Nel caso in cui l’eventuale tocco involontario dell’arbitro provochi un assist o un break, il gioco sarà interrotto e il pallone tornerà alla squadra che esercitava il possesso e la giocata.

Calcio, le nuove regole IFAB: rigori, sostituzioni e falli di mano.

Emanuele Perego             www.emanueleperego.it              www.perego1963.it

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

La Sfera e lo Spillo

Mario Balotelli ad un passo dal Brescia

Pubblicato

-

Mario Balotelli nei prossimi giorni potrebbe firmare un contratto che lo legherebbe al Brescia Calcio.

La squadra lombarda, neopromossa in Serie A e allenata da Eugenio Corini, affiderebbe a SuperMario le chiavi dell’attacco bresciano.

La trattativa tra il patron Cellino e l’entourage del bomber è ben avviata, un contratto annuale (rinnovo in caso di salvezza) e l’ingaggio di 1,5 milioni di euro più bonus a stagione.

Pubblicità
Pubblicità

Saltata la trattativa con il Flamengo, il ritorno di Balotelli in Italia è più di una suggestione.

Appaiono tramontate le ipotesi di Fiorentina e Verona, prende quota il ritorno a casa, ai piedi della Torre dell’orologio e Piazza della Loggia.

Brescia è la squadra del cuore di Mario Balotelli.

Sarebbe inoltre una destinazione gradita al giocatore che gli consentirebbe di giocare sino in fondo le sue “fiches” in vista di Euro2020. Non è un mistero che il bresciano voglia rientrare nel gruppo della Nazionale Italiana guidata da Roberto Mancini.

Mario è cresciuto nel Lumezzane prima di approdare sul Naviglio (sponda nerazzurra dell’Inter).

In seguito, veste la maglia rossonera del Milan; vanta esperienze in Premier League con Manchester City e Liverpool.

Infine, nel 2016 accetta il trasferimento in Francia (Ligue 1) indossando le giubbe di Nizza e Olimpique Marsiglia.

Nella sua carriera da professionista colleziona più di 350 gettoni di presenza, segnando 146 reti.

Calca il green 36 volte con la maglia della Nazionale italiana segnando 14 reti.

I tifosi della Leonessa dovrebbero attendere il 25 settembre (5° giornata di campionato contro la Juventus) prima di vedere il “figliol prodigo” indossare, in gare ufficiali, la casacca biancazzurra.

L’ex attaccante dell’Olympique deve scontare 4 giornate di squalifica rimediate nell’ultima partita di campionato tra Marsiglia e Montpellier (sanzione valida anche in Italia).

Balo salterebbe i match contro Cagliari, Milan, Bologna e Udinese.

Scegliendo le Rondinelle Mario sarebbe vicino alla mamma Silvia e al fratello Enock (anche lui calciatore) che dovrebbe siglare un contratto con il Pontisola (club di Serie D della bergamasca).

Mario Balotelli ad un passo dal Brescia.

Emanuele Perego             www.emanueleperego.it              www.perego1963.it

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza