Connect with us

Italia ed estero

Mafia nigeriana in Regione: arrestati 4 corrieri della droga con 343 ovuli di droga nello stomaco

Pubblicato

-

I Finanzieri della Compagnia di Bressanone, impegnati nei quotidiani servizi di controllo per intercettare i traffici illeciti che attraversano il confine dello Stato, nei giorni scorsi, presso la Stazione Ferroviaria del Brennero, hanno proceduto al fermo e al controllo di quattro cittadini nigeriani appena scesi da un treno proveniente dall’Austria, i quali, fin da subito, hanno insospettito i militari per il loro atteggiamento eccessivamente nervoso e per le dichiarazioni contraddittorie e poco verosimili sulla natura, tempistiche e itinerario del viaggio.

Sulla base degli elementi e delle informazioni raccolte, che fornivano sufficienti indizi per pensare che i quattro soggetti potessero essere coinvolti in qualche traffico illecito, gli stessi venivano, dapprima, accuratamente perquisiti e poi, sulla scorta delle precedenti esperienze operative, condotti al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Bressanone per essere sottoposti a specifici esami strumentali.

L’intuizione dei militari veniva confermata dagli esami clinici, che consentivano di appurare che le quattro persone avevano ingerito complessivamente 343 ovuli contenenti circa 4 chilogrammi di sostanza stupefacente del tipo cocaina ed eroina.

Pubblicità
Pubblicità

La criminalità nigeriana, infatti, è ben conosciuta per assoldare, ai fini del traffico di sostanze stupefacenti, i cd. Body Packers che riescono a trasportare significative quantità di sostanze stupefacenti mediante l’ingerimento di ovuli termosaldati del peso di circa 10/12 grammi ciascuno.

Gli ovuli vengono suddivisi già alla partenza per “acquirenti” mediante sigle o forme geometriche applicate con un pennarello (ad esempio “HH”, “SP”, “500”, …ecc.) riportate su ogni involucro.

Questa suddivisione permette, dopo l’espulsione degli ovuli, la pronta consegna ad altrettanti pusher incaricati dello smercio al dettaglio delle partite illecite.

I quattro soggetti sono stati arrestati per traffico di sostanze stupefacenti ed associati alla Casa Circondariale di Bolzano; nel corso dell’operazione, sono stati sequestrati, oltre alla droga rinvenuta, anche 8 cellulari e denaro contante per 1.410 euro.

Una volta immessa sul “mercato”, opportunamente tagliata, la droga sequestrata avrebbe potuto fruttare oltre 600.000 euro.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Ricette di Pasqua: golosità per grandi e piccini
    Per non passare le giornate nella noia, lavorando o cercando di far passare il tempo ai bambini, sul web sono presenti moltissime ricette adatte a chiunque abbia voglia di passare un pomeriggio in cucina, divertendosi e magari senza dimenticare di mostrare un pizzico di spirito pasquale! ARANCINI PROSCIUTTO E MOZZARELLA Con il fritto sta bene […]
  • Torino: l’evento è annullato, ma la primavera regala i 100 mila protagonisti
    Da nord a sud l‘effetto del Coronavirus in Italia e, quindi, delle misure restrittive adottate dal Governo per contenere la pandemia, mostrano intere città, strade, paesi e stazioni completamente deserte, costringendo a casa milioni di persone e lasciando la primavera l’unica ad essere libera di proseguire indisturbata il suo naturale percorso. Come molte attività commerciali, […]
  • Ricette di Pasqua semplici e veloci, da fare in compagnia!
    Pasqua si avvicina e, molto probabilmente, in questo 2020 non ci saranno grandi ritrovi tra amici e parenti. Tuttavia, questo non è un valido motivo per impigrirsi e non cucinare niente di particolare. Soprattutto in queste giornate, per chi ha dei figli piccoli la vita non è proprio semplice: come far passare, quindi, il tempo […]
  • Coronavirus e stampanti 3D: Mercedes Benz pronta alla produzione di dispositivi medici
    Un periodo così instabile ed incerto come quello del recente allarme sanitario da Covid- 19, costringe ad una stretta coalizione internazionale che riesca a coinvolgere ed unire il maggior numero di forze e di aiuti possibili per riuscire contenere l’emergenza. Per questo, la nota casa automobilistica tedesca Mercedes Benz scende da protagonista in campo, mettendo […]
  • Fratellini soli a casa in quarantena: il Paese li aiuta “adottandoli”
    L’allarme sanitario che da settimane sta lasciando dolorose ferite, obbligando l’isolamento e la distanza dalle persone care, sta facendo riscoprire all’Italia un senso di vicinanza ed un’insaziabile bisogno di aiutarsi per riuscire ad arrivare il più velocemente possibile alla fine di un’emergenza che sta attraversando senza freni l’intero territorio nazionale. A confermare e dimostrare l’estrema […]
  • Dalle piume d’oca ai petali di fiori: La prima produzione di giacconi 100% naturali
    Esisteranno sempre alcuni capi di cui non se ne potrà mai fare a meno, e come non non si può affrontare il caldo estivo senza occhiali da sole e bermuda, così non si può superare il freddo invernale senza, il protagonista indiscusso dei mesi più gelidi: il piumino. Dalle classiche piume d’oca, alla più recente […]
  • Coronavirus: molto richiesti i saturimetri, a qualcuno servono davvero
    Dall’inizio dell’allarme coronavirus la corsa ai principali dispositivi di protezione individuale sembrava inizialmente limitarsi alle mascherine ed ai gel disinfettanti per le mani, diventati poi introvabili sia nelle farmacie che sui portali online, ma ultimamente il fenomeno parrebbe essersi allargato anche a strumenti prettamente sanitari come il saturimetro. Infatti, il particolare dispositivo a pinzetta facilmente […]
  • Coronavirus: L’Italia spegne i motori e i delfini tornano nei porti italiani
    La recente emergenza sanitaria ha reso l’Italia, Paese noto per la sua vivacità e il suo calore una penisola pressoché deserta obbligando negozi, centri commerciali e molte aziende a bloccarsi per intere settimane e costringendo milioni di italiani a guardare l’arrivo della primavera unicamente dalla finestra della propria abitazione. All’ombra di tutto questo, Madre Natura […]
  • Coronavirus: dalla Cina arrivano i caschi termoscanner per la polizia
    Da qualche mese, partendo dalla Cina e allargandosi come una macchia d’olio fino all’Italia, il mondo intero si è trovato improvvisamente a combattere una guerra contro un nemico veloce ed invisibile che non sta risparmiando niente e nessuno, colpendo non solo persone ma l’economia di interi Paesi, costringendo l’unione e l’impegno di tutte le forze […]

Categorie

di tendenza