Connect with us
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

Rivetta, diffusi i dati del mese di luglio

Pubblicato

-

Sono stati 594 i paganti da 1° al 31 luglio al parcheggio (che è gratis per residenti della Comunità Alto Garda e Ledro e per i lavoratori pendolari) e 3.233 passeggeri al via dalla Baltera sul bus navetta (1.554 sulla linea A e 1.679 sulla B), per una stima totale di circa 6.500 passeggeri e 1.300 auto in meno in centro.

È il bilancio del primo mese di attività di Rivetta, il servizio di mobilità sostenibile e gratuita di Riva del Garda, che dalle 7.50 alle 20.30 collega ogni giorno il grande parcheggio in zona fiere al centro città (linea A) e alle spiagge (linea B).

Luca Grazioli della Lega «Se questi sono risultati incoraggianti, cioè 1 o due persone (paganti del parcheggio) a corsa (compreso l’autista) siamo alla follia. Errare è umano ma perseverare è diabolico, soprattutto con i soldi dei cittadini».

Pubblicità
Pubblicità

«A parte che certi numeri mi piacerebbe che fossero giustificati dalla realtà e chiederemo lumi con un’interpellanza. Ma oramai siamo abituati con questo centro sinistra, che pur di dimostrare dei “successi”, – conclude Grazioli –  per noi in questo caso pessimo, equipara il servizio all’anno scorso dove è stato raggiunto lo zero assoluto. Quest’anno faceva meglio chiunque. Speriamo che venga rivisto nel suo complesso, perchè così il servizio con i bus vuoti è avvilente»

Sulla stessa linea anche Fratelli d’Italia Riva: «Quale rappresentante di una forza politica mi sento di dover portare a conoscenza dei cittadini la “bugia Rivetta” – esordisce il coordinatore Salizzoni.

Pubblicità
Pubblicità

E ancora: «Dato che la mia attività si trova sulla strada “battuta” dalle linee 1 e 2 del servizio Rivetta capita di vedere OGNI GIORNO ,dalle 07.00 alle 19.00 , il passaggio degli autobus ad ogni ora del loro passaggio, e posso confermare che ad OGNI passaggio i veicoli non hanno MAI più di 2/3 persone a bordo compreso l’autista. Noi di Fratelli d’Italia Riva crediamo,anzi siamo fermamente convinti, che l’amministrazione comunale debba dare PROVE tangibili e concrete ai cittadini, di questi fantomatici 3000 e più utenti del servizio nel solo mese di Luglio. Per quanto riguarda le fermate intermedie credo che un turista (o dieci o cento ), ben difficilmente salirà ad una fermata a poche centinaia di metri dal lago per poi scendere un minuti dopo . Non statistiche ma prove che questo servizio sia realmente usufruito da tutte queste persone come da loro dichiarazioni. Chiediamo IN PRIMIS al Sindaco, che dovrebbe essere GARANTE della trasparenza e del corretto utilizzo di soldi pubblici di fornire tali prove. Da parte nostra vigileremo ancor più su questo servizio, che ribadiamo, non è una cattiva idea, ma se gestito con la dovuta accuratezza e che non sia nuovamente il solito sperpero di soldi dei cittadini. Attendiamo la pubblicazione sui quotidiani di questi dati forniti dall’amministrazione comunale, correlati di solide prove a conferma di queste loro dichiarazioni e chiediamo ai cittadini di vigilare e quando possibile verificare che il servizio RIVETTA sia utilizzato veramente da una tale mole di passeggeri ( nemmeno i bus in servizio di linea urbana della Trentino Trasporti arriva a tali cifre in un mese..)»

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

Arco: approvato il bilancio dei vigili del fuoco. Via all’acquisto di una nuova autobotte

Pubblicato

-

Si è svolta ieri l’Assemblea ordinaria del Corpo dei vigili del fuoco di Arco, alla presenza del Sindaco Alessandro Betta, dell’Assessore Tommaso Ricci e del Presidente della Federazione dei Vigili del Fuoco Volontari Ioppi Tullio.

I punti all’ordine del giorno sono stati, oltre alla lettura ed approvazione del verbale della seduta precedente, l’approvazione della relazione e del bilancio di previsione per l’anno 2020 votati dall’Assemblea all’unanimità.

Il bilancio pareggia entrate e uscite ordinarie a 140.850,00 euro con ulteriori 400.747,00 euro in conto capitale.

Pubblicità
Pubblicità

Considerato l’importo in conto capitale l’assemblea ha deciso di procedere alla sostituzione dell’attuale autobotte in dotazione.

Il Sindaco Alessandro Betta ha salutato il ritorno del Vigile Davide Cattoi, non nascondendo un legittimo stupore per il rapidissimo recupero.

Pubblicità
Pubblicità

Il Sindaco si è poi complimentato con il Corpo per il lavoro svolto ringraziando tutti per le molte ore donate per garantire la sicurezza ai nostri cittadini.

Pubblicità
Pubblicità

Anche l’Assessore Ricci si è unito ai ringraziamenti sottolineando la sua soddisfazione nel vedere il bilancio approvato all’unanimità.

Il Comandante ha letto un documento di ringraziamento per il Vice Comandante uscente Giuseppe Esposito, che termina il suo mandato quinquennale svolto dopo aver precedentemente e senza sosta ricoperto il ruolo di capo squadra prima e capo plotone poi, per un totale complessivo di 12 anni di ruoli direttivi consecutivi.

A lui è stata consegnata una targa

L’assemblea ha poi proceduto alla nomina del nuovo vice comandante nella persona di Claudio Zanoni, vigile del fuoco del Corpo di Arco da 17 anni già capo squadra ed attualmente capo plotone. La serata si è conclusa con un brindisi ed una torta per festeggiare.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Alto Garda e Ledro

Riva del Garda: scontro fra Suv e motocicletta. 29 enne finisce al pronto soccorso di Arco

Pubblicato

-

Ieri pomeriggio verso le 17 in viale Trento a Riva del Garda si scontrati un Suv Jeep e una motocicletta Kawasaki. Il ventinovenne, conducente della motocicletta, è stato ferito ad una gamba ma non è in condizioni gravi.

Sul posto è arrivata l’ambulanza di Trentino emergenza che ha trasportato il giovane al pronto soccorso di Arco, dove dopo alcuni controlli è stato dimesso subito dopo.  Sul luogo sono intervenuti anche i vigili del fuoco di Riva del Garda, la Polizia locale e gli agenti della Polizia di Stato per i rilievi del caso.

Pubblicità
Pubblicità

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Alto Garda e Ledro

Arco: autovettura di ribalta sulla Maza

Pubblicato

-

Incidente che poteva finire peggio stamane ad Arco poco prima delle 9.30 sulla Maza.

Un’autovettura dopo aver sbandato si è ribaltata finendo con le ruote per aria.

Nonostante i danni ben visibili al mezzo il conducente è uscito quasi incolume. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco di Arco  che hanno messo in sicurezza la carreggiata e i carabinieri che hanno bloccato il traffico per circa 30 minuti. Poi la strada è stata riaperta al traffico.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza