Connect with us
Pubblicità

Io la penso così…

Disservizio piscina Roncegno Terme: l’incredibile avventura di una famiglia

Pubblicato

-

Spett.Le Direttore,

ho deciso di scrivere alla sua rubrica dedicata ai lettori «Io la penso così» per denunciare un disservizio presso una struttura di Roncegno Terme.

Questa lettera, ci tengo a sottolinearlo, è stata inviata anche al Sindaco di Roncegno Terme.

Pubblicità
Pubblicità

Io e la mia famiglia, con un bambino di 4 anni appena compiuti, abbiamo deciso di recarci presso la piscina comunale di Roncegno.

Visto il bollino nero previsto sull’A22, abbiamo preferito rimanere in Trentino, invece di recarci presso i numerosi stabilimenti dell’Alto Adige.

Siamo arrivati alle 14.30, ci abbiamo messo un po’ a trovare l’ingresso. Abbiamo chiesto ad una pattuglia dei Carabinieri, la quale non ha saputo dirci dove era l’ingresso alle piscine. Allora ci siamo rivolti a delle persone del posto e ci hanno detto che effettivamente mancano i cartelli che indicano dove è l’ingresso.

Pubblicità
Pubblicità

C’è un solo cartello presso l’ingresso basso del parco, mentre mancano i cartelli per chi accede da Casa Raphael e per chi accede dall’unico parcheggio situato nella parte alta del paese, dove c’è la palestra credo.

Abbiamo deciso di andare alla piscina di Roncegno perché c’è una vasca per bambini dove la temperatura dell’acqua è controllata (fra i 27 e i 29 gradi).

Arrivati, abbiamo pagato l’ingresso e nessuno ci ha comunicato che l’acqua della piscina dei bambini era fredda (23°). Noi quindi non abbiamo ritenuto di far fare il bagno al nostro bambino. Andiamo dal bagnino il quale si è scusato per la temperatura bassa dell’acqua, dicendoci che c’era stato un disguido tecnico e che l’acqua si stava riscaldando. Ci dice anche che alle ore 12 l’acqua era di 21°. Quindi se aspettavamo le 16.30 si sarebbe riscaldata con una temperatura vicina ai 26°.

Allora andiamo all’ingresso dove ci sono 2 ragazze che non sanno cosa risponderci riguardo alla situazione.

Allora le 2 ragazze ci dicono che se vogliamo, c’è una convenzione fra piscine che, in caso di pioggia, ci permette di utilizzare gli stessi biglietti d’ingresso di Roncegno, per poter entrare alle piscine comunali di Borgo, dove c’è una vasca con acqua riscaldata.

Ma per fare questo ci dicono che devono avere il consenso del proprietario (ma allora è una convenzione o è a discrezione del titolare?).

Ci dicono che questo imprevisto dell’acqua fredda è successo anche nelle scorse settimane, ed hanno risolto il problema mandando le persone con bambini piccoli nella piscina di Borgo.

Le 2 ragazze si mettono quindi al telefono per cercare i proprietari (parlano di 2 signori di nome Daniele e sua moglie Anna). Stiamo all’ingresso in attesa di avere un contatto per 45 minuti. Ma nessuno risponde al telefono.

Il proprietario non è reperibile è quindi le 2 ragazze che sono in cassa non possono garantirci che se andiamo a Borgo ci facciano entrare.

Intanto sono passate le 16 e noi siamo ancora all’ingresso dalle 14.40 ad attendere che ci dicano cosa fare.

Alle 16.15 ci stufiamo dell’attesa e diciamo che ormai non ci interessa più andare a Borgo, vista l’ora, e chiediamo almeno il risarcimento dei biglietti d’ingresso, visto che non abbiamo potuto usufruire di nessun servizio.

Le 2 ragazze ed il bagnino ci dicono che non possono risarcirci i biglietti e che non saprebbero nemmeno come fare.

Nel frattempo, dalle ore 14.40 alle 16.15 il proprietario della struttura non si è reso disponibile e non ha risposto al telefono nonostante le innumerevoli chiamate dei sui dipendenti.

Io allora chiedo al bagnino: ma se invece ci fosse stata un’urgenza? Un incidente o qualcosa di grave? Il bagnino non mi ha saputo rispondere.

Stufo e seccato da questa situazione, non ho potuto fare null’altro che andare a casa con il mio bambino e mia moglie, rimettendoci una sabato pomeriggio d’agosto, rimettendoci i soldi d’ingresso e non avendo avuto nessuna risposta dal personale e dal proprietario che gestiscono una struttura pubblica comunale.

Abituati ad andare in strutture dell’Alto Adige, noto a malincuore che siamo distanti anni luce nella gestione delle piscine pubbliche, del personale, cura dei dettagli ed efficienza.

Roberto Lorusso

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Una notte tra le Dolomiti e le stelle a 2055 metri di quota
    A pochi chilometri da Cortina tra cieli sconfinati e cattedrali rocciose esiste una camera che regala l’insolita emozione di ritrovarsi a dormire avvolti dall’affascinante magia di un paesaggio unico al mondo. La starlight Room, inclusa tra i dieci hotel più spettacolari del mondo, si trova infatti sopra al rifugio Col Gallina a 2055 metri in […]
  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]

Categorie

di tendenza