Connect with us
Pubblicità

Io la penso così…

«Se non ti porto non parto»: 60 mila cani abbandonati ogni anno – di claudio Riccadonna

Pubblicato

-

Spett.Le Direttore

un’evoluzione improvvisa, un atteggiamento nuovo…

Qualche anno fa, quando li vedevo per strada scodinzolare oltre le misure di “sicurezza”, previste per legge, o appropinquarsi nell’intento di annusarti, venivo agitato da un insolito nervosismo, ragionando pertanto, con fare circospetto, in termini freddi e legalistici. Invocavo facilmente, alla prima disattenzione dei loro padroni, al mancato rispetto delle leggi e di eventuali regolamenti territoriali.

D’altra parte, se non li impari a conoscere, se non entri nella loro “colorata” dimensione, sentimenti di diffidenza, di fastidio, di inavvicinabilità finiscono per prevalere inevitabilmente.

Poi, però la svolta decisiva. Una cagnetta si insinua nella mia vita familiare, come spesso accade perchè voluta da altri e accettata, almeno inizialmente, obtorto collo, per benevolenza personale.

Tuttavia, in seguito, l’ovvia trasformazione naturale: una distanza che si riduce progressivamente, un’empatia che avanza, di fronte a quello sguardo callido ma innocente, capace, nella sua tenerezza, di ristorare anche il cuore dei più riottosi. Un legame forte, un vincolo sempre più stringente, che è in grado di vincere qualsiasi resistenza personale.

Quelle dimostrazioni di affetto, quegli atteggiamenti e quei sentimenti, sempre più desueti tra i nostri simili, di vera e sincera umanità, di lealtà, di fedeltà, di paziente aspettazione, peraltro così enfatizzati in proverbiali aneddoti letterari antichi e moderni, non ti lasciano scampo.

Ecco, allora, che si crea un rapporto simbiotico, autentico e genuino, che ti spinge a dedicare al tuo inseparabile compagno domestico una miriade di amorevoli attenzioni quasi come fossero degli stretti familiari, a nutrire un riguardo che un tempo non comprendevo e che da scettico, quando lo vedevo in altri, tacciavo e ridicolizzavo. D’altra parte, come affermato dal grande scrittore francese Victor Hugo, “se guardi negli occhi il tuo cane, come puoi ancora dubitare che non abbia un’anima?”.

Sappiamo quanto gli amici a quattro zampe siano importanti per i nostri anziani, quanto abbiano per loro una valenza terapeutica, quanto rappresentino un potente e salvifico antidoto per vincere la solitudine e in alcuni casi la depressione, a dispetto, ahime, di tanti seniores vergognosamente trascurati dai loro “cari” nei loro bisogni emotivi ed affettivi, ma, per usare un’assonanza disarmante, non dai loro cani. Pensiamo poi a quanto si possa arrivare a spendere per la cura-mantenimento dei preziosi compagni di viaggio (anche oltre 800 euro l’anno).

Di fronte a tutto ciò, addolora leggere le tante storie di abbandoni degli amici più fedeli dell’uomo, come evidenzia l’AIDA&A, l’associazione italiana per la difesa degli animali e dell’ambiente.

Un fenomeno che si acuisce nel periodo estivo, con i tanti cani che rischiano magari la vita sulle strade, in balia delle auto in corsa, sotto al sole, morendo spesso di fame. Le stime italiane parlano di 60.000 abbandoni di cani all’anno, 174 al giorno, 7 all’ora. E di oltre 80000 gatti…

Per fortuna, gli animali domestici, dal 2009, sono stati decretati ufficialmente esseri senzienti, non più delle cose, dotati di una forte sensibilità, in grado di provare il dolore che può derivare dall’abbandono e dal venir meno di adeguate attenzioni, pertanto il loro abbandono è considerato un reato penale, in base all’articolo 727 del codice penale.

Del resto, il codice interviene a tutelare “il sentimento di comune pietà verso gli animali e nell’obiettivo di promuovere l’educazione civile attraverso la lotta all’insensibilità e alla crudeltà”. Oltremodo, chi abbandona un animale potrebbe rendersi responsabile, nella peggiore delle ipotesi, anche di omicidio colposo, qualora l’animale “libero” determinasse incidenti mortali; peraltro gli incidenti, cagionati dal loro attraversamento nel biennio 2017/2018 sono stati 618.

Al via, proprio in questi giorni di fine luglio, la campagna di sensibilizzazione della Polizia di Stato per combattere l’abbandono di animali, il cui video “se non ti porto non parto” fa riferimento alla storia di Claudia, il sovrintendente della Squadra cinofili delle Volanti della Questura di Roma che due anni fa ha trovato nelle vicinanze di una scuola un cane abbandonato.

Ora Ares, così è stato chiamato dalla nuova padrona, è stato “arruolato” in Polizia risultando idoneo ai servizi di ordine pubblico, antiterrorismo e polizia giudiziaria.

Dovremmo, comunque, fare nostre le parole illuminanti di un maestro di inestimabile saggezza, il Mahatma Gandhi che in un’occasione disse: “la grandezza e il progresso morale di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali“.

Claudio Riccadonna

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Plasma dei pazienti guariti per guarire dal Coronavirus: la prima sperimentazione a Pavia
    Ogni giorno da settimane ormai, la Protezione Civile oltre a citare i nuovi casi positivi da Coronavirus, comunica anche il numero ultimamente sempre più crescente delle persone guarite dal Covid- 19. Avendo la consapevolezza che il vaccino è ancora lontano e in fase di sperimentazione, fino ad ora le cure adottate negli ospedali italiani, si […]
  • Coronavirus: gli italiani si aiutano con la “spesa sospesa”
    Le giornate difficili che l’Italia sta percorrendo, vengono straordinariamente vissute e affrontate con spirito di comunità da tutto il Paese, sia attraverso donazioni di privati ed aziende per alleggerire il carico economico della sanità, sia attraverso particolari iniziative solidali per aiutare le famiglie che si trovano in maggiore difficoltà. La nuova frontiera della solidarietà fonda le […]
  • Da Valentino ad Armani: la moda italiana unita contro il Coronavirus
    In un momento in cui tutte le attività commerciali ed economiche del Paese risultano paralizzate, sono molte le iniziative solidali per fronteggiare la difficile situazione causata dall’epidemia sanitaria. Da Valentino a Gucci fino ad Armani: ora, anche i grandi nomi del mondo della moda, uniti da obbiettivi comuni, hanno deciso di reagire mobilitandosi per lavorare […]
  • Ricette di Pasqua: golosità per grandi e piccini
    Per non passare le giornate nella noia, lavorando o cercando di far passare il tempo ai bambini, sul web sono presenti moltissime ricette adatte a chiunque abbia voglia di passare un pomeriggio in cucina, divertendosi e magari senza dimenticare di mostrare un pizzico di spirito pasquale! ARANCINI PROSCIUTTO E MOZZARELLA Con il fritto sta bene […]
  • Torino: l’evento è annullato, ma la primavera regala i 100 mila protagonisti
    Da nord a sud l‘effetto del Coronavirus in Italia e, quindi, delle misure restrittive adottate dal Governo per contenere la pandemia, mostrano intere città, strade, paesi e stazioni completamente deserte, costringendo a casa milioni di persone e lasciando la primavera l’unica ad essere libera di proseguire indisturbata il suo naturale percorso. Come molte attività commerciali, […]
  • Ricette di Pasqua semplici e veloci, da fare in compagnia!
    Pasqua si avvicina e, molto probabilmente, in questo 2020 non ci saranno grandi ritrovi tra amici e parenti. Tuttavia, questo non è un valido motivo per impigrirsi e non cucinare niente di particolare. Soprattutto in queste giornate, per chi ha dei figli piccoli la vita non è proprio semplice: come far passare, quindi, il tempo […]
  • Coronavirus e stampanti 3D: Mercedes Benz pronta alla produzione di dispositivi medici
    Un periodo così instabile ed incerto come quello del recente allarme sanitario da Covid- 19, costringe ad una stretta coalizione internazionale che riesca a coinvolgere ed unire il maggior numero di forze e di aiuti possibili per riuscire contenere l’emergenza. Per questo, la nota casa automobilistica tedesca Mercedes Benz scende da protagonista in campo, mettendo […]
  • Fratellini soli a casa in quarantena: il Paese li aiuta “adottandoli”
    L’allarme sanitario che da settimane sta lasciando dolorose ferite, obbligando l’isolamento e la distanza dalle persone care, sta facendo riscoprire all’Italia un senso di vicinanza ed un’insaziabile bisogno di aiutarsi per riuscire ad arrivare il più velocemente possibile alla fine di un’emergenza che sta attraversando senza freni l’intero territorio nazionale. A confermare e dimostrare l’estrema […]
  • Dalle piume d’oca ai petali di fiori: La prima produzione di giacconi 100% naturali
    Esisteranno sempre alcuni capi di cui non se ne potrà mai fare a meno, e come non non si può affrontare il caldo estivo senza occhiali da sole e bermuda, così non si può superare il freddo invernale senza, il protagonista indiscusso dei mesi più gelidi: il piumino. Dalle classiche piume d’oca, alla più recente […]

Categorie

di tendenza