Connect with us
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

Riapertura punto nascita di Arco: lettera consegnata al Ministero

Pubblicato

-

“Abbiamo fatto quello che avevamo annunciato e ribadisco che la nostra attenzione sul punto nascita dell’ospedale di Arco rimane molto alta“, lo afferma l’assessore provinciale alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia Stefania Segnana, in merito ad alcune notizie che metterebbero in discussione la consegna della lettera al Ministero della Salute. 

“Abbiamo inviato al Ministero lo scorso 30 luglio la richiesta di poter istituire un tavolo tecnico per valutare insieme l’iter di riapertura – prosegue l’assessore Segnana – proprio perché riteniamo che possano sussistere elementi idonei per avviare questo percorso, che risponde all’esigenza di garantire, in sicurezza, servizi di qualità più prossimi all’utenza, attraverso la massima valorizzazione delle risorse presenti sul territorio”.

“Forse – conclude l’assessore – in alcuni ambienti c’è un po’ di confusione, visto che lo stesso ministro in un’intervista al Corriere del Trentino oggi afferma di aver ricevuto la lettera il 30 luglio. Sarebbe meglio informarsi prima di mettere in giro notizie infondate che, specie su temi delicati come quelli della salute, generano incertezze che i nostri cittadini certo non meritano”.

Pubblicità
Pubblicità

La rete dei punti nascita della provincia di Trento attualmente è attualmente articolata su 4 sedi: 2 Hub (Trento e Rovereto) e 2 spoke (Cles e Cavalese), il punto nascita dell’Ospedale di Arco è stato chiuso il 1° agosto 2016, a seguito del parere espresso dal Comitato Percorso Nascita nazionale del 22 giugno 2016.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

Arco, mezzo pesante perde il carico: traffico bloccato

Pubblicato

-

Incidente questa mattina ad Arco, dove un camion ha perso il proprio carico, finito interamente sulla carreggiata con grossi disagi alla viabilità.

Sul posto i vigili del fuoco intervenuti per trasferire la merce su un nuovo rimorchio. Una corsia è stata chiusa al traffico, rimasto bloccato lungo viale Rovereto.

Circolazione rallentata anche sulla strada provinciale di San Giorgio nel tratto che va da Riva ad Arco.

Pubblicità
Pubblicità

 

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Alto Garda e Ledro

Turista tedesca vola da 8 metri sul Dòs de Vila. Salvata dai Vigili del fuoco di Riva del Garda

Pubblicato

-

Ieri alle 13:40 circa una signora sulla settantina di nazionalità tedesca in vacanza con il marito sul Garda, mentre era intenta a praticare arrampicata sportiva è rovinata a terra da un’altezza di circa 7/8 metri in località Dòs de Vila presso una delle zone frequentate appunto da arrampicatori.

La chiamata avvenuta tramite 112 ha attivato l’ambulanza con infermiere di Arco, il Soccorso Alpino di Riva, l’elisoccorso e 2 squadre di soccorso dei VV.F. di Riva.

Raggiunto il luogo la Signora è stata immobilizzata e stabilizzata dal medico d’urgenza calato con il verricello  dall’alto.

Pubblicità
Pubblicità

Successivamente trasportata a mano fino ad un luogo idoneo per il prelievo aereo avvenuto sempre con verricello.

La turista tedesca in stato cosciente e non critico è stata trasportata al S.Chiara di Trento.

Il marito ha vivamente ringraziato tutti i soccorritori intervenuti. Presenti i carabinieri di Torbole per l’identificazione dei luoghi e delle persone.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Alto Garda e Ledro

Due rifugiati africani arrestati per spaccio a Bolognano

Pubblicato

-

Tutto è partito da alcune segnalazioni da parte di cittadini del centro storico della frazione di Bolognano

Questi avevano notato dei giovani africano accedere in un condominio per poi recarsi verso il campo sportivo della Stivo.

I carabinieri della Stazione di Arco, si sono subito attivati e dopo alcune indagini nella tarda serata di sabato scorso, hanno arrestato 2 extracomunitari, in flagranza di reato, per detenzione ai fini di spaccio di 520 grammi di marijuana.

Pubblicità
Pubblicità

I due arrestati sono un 25 enne senegalese ed un 22 enne gambiano, entrambi con permesso di soggiorno per rifugiato.

Le perquisizioni personali hanno permesso di rinvenire, nella tasca interna della felpa del primo, la somma di 600 euro in contanti e nelle suole delle scarpe del secondo 900 euro in contanti.

Il tutto è stato sottoposto a sequestro, ritenendo la somma di denaro frutto dell’attività di spaccio di stupefacenti.

Pubblicità
Pubblicità

Il 25 enne si trova ai domiciliari, mentre il 22enne è stato portato in carcere a Spini di Gardolo. 

Pubblicità
Pubblicità

Nella giornata di oggi 17 settembre, i due saranno portati presso il Tribunale di Rovereto dove sarà celebrata l’udienza di convalida dell’arresto. È intenzione della Procura richiedere l’emissione di una misura cautelare per entrambi gli arrestati.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza