Connect with us
Pubblicità

Io la penso così…

INPS, la procedura elettronica per gli assegni familiari è un disastro

Pubblicato

-


L’INPS quest’anno ha varato una nuova procedura elettronica per la richiesta degli assegni familiari (link all’articolo) che in alcuni casi si è dimostrata un vero disastro, almeno secondo l’esperienza di un nostro lettore che ci racconta le proprie vicissitudini, ancora irrisolte, con l’ente previdenziale.

«Gentile direttore,

Quest’anno a marzo ho appreso che per richiedere gli assegni familiari a sostegno del reddito l’INPS ha cambiato modalità, almeno per i lavoratori dipendenti di imprese private non agricole, ed ha adottato una procedura elettronica che consente di effettuare la domanda online, comodamente da casa propria.

Avendo però un figlio maggiorenne disabile a carico pensavo di dover ricevere l’autorizzazione (ANF43) dall’INPS per accedere a questa prestazione sociale, quindi, per non farmi trovare impreparato al consueto appuntamento di luglio, ho pensato bene di richiedere l’autorizzazione, sempre online, in data 14/04/19.

Dopo circa un mese, a seguito di un mio sollecito telefonico al customer service dell’INPS (803164), finalmente mi viene risposto in data 15/05/19 dalla sede competente di Trento, via ticket telematico, che non ho bisogno dell’autorizzazione ANF43 per richiedere l’assegno per mio figlio, in quanto lo stesso ha un verbale della commissione medica per l’accertamento di invalidità civile in cui è riportato il cod. 06 – Invalido con totale e permanente inabilità lavorativa e con necessità di assistenza continua, non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita, inoltre, la sua potenzialità lavorativa è abolita.

In pratica i codd. 06 e 07 sono esenti dalla richiesta ANF43 basta fornire copia del certificato d’invalidità all’INPS. In seguito, l’INPS di Trento mi invia anche un’e-mail e poi una lettera, via posta ordinaria, dove comunica che non ho bisogno di autorizzazione.

Tranquillizzato da ciò il 18/06/19 compilo online il modello di richiesta degli assegni familiari, e inizio a sperare di poter vedere l’assegno con l’importo attualizzato nel foglio paga di luglio, senza soluzione di continuità, ma ben presto mi rendo conto di aver riposto male le mie speranze.

Infatti, il 22/07/19, verificando lo stato di lavorazione della domanda per gli assegni, scopro che è in segnalazione/verifica con la motivazione: il familiare xxx necessita di autorizzazione in quanto disabile.

Faccio presente che nella procedura elettronica per la richiesta degli assegni familiari non ho trovato un campo note nel quale potere descrivere la situazione di mio figlio né la possibilità di potere caricare il certificato di invalidità.

A questo punto invio nuovamente alla sede INPS di Trento tutti i certificati utili a definire la pratica, a mezzo e-mail certificata (PEC), ed apro una nuova segnalazione elettronica sul sistema di caring nazionale, la sede di Trento risponde al ticket il giorno seguente comunicando di aver sbloccato la pratica, verifico ed in effetti la richiesta di assegni risulta approvata e mi illudo di aver risolto.

Sì, perché il giorno 29/07/19, non riscontrando gli assegni familiari nel foglio paga di luglio, accedo alla mia richiesta sul sito dell’INPS e trovo nuovamente la pratica in stato: segnalazione/verifica con la motivazione: il familiare xxx necessita di autorizzazione in quanto disabile.

Bisogna che i funzionari e le procedure dell’INPS si mettano d’accordo una buona volta… io intanto ricomincio, il giro di reclami elettronici/telefonici che chissà quando finirà.

Rimane ingiusto però lo stress che sto subendo e la quantità di tempo spesa tra telefonate e ticket telematici che non mi portano ad alcuna soluzione. Una situazione tipicamente Kafkiana!

Lettera firmata»

Ecco una dimostrazione pratica di come l’elettronica e la burocrazia invece di semplificare le procedure finiscano col complicarle fino a produrre situazioni paradossali.

Speriamo vivamente che questa storia possa sensibilizzare l’INPS ad essere più vicina alle esigenze dei cittadini senza complicare la vita di chi, in fondo, chiede solo i propri diritti.

A cura di Mario Amendola

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Arriva la Pasqua: ecco alcune facili ricette salate!
    Mentre si avvicina la Pasqua e l’Italia è ancora chiusa in casa a causa dell’emergenza sanitaria dettata dalla diffusione di Covid-19, cosa si può fare per passare il tempo? Se si è stufi di passare le giornate a pulire, studiare o guardare film, cosa c’è di meglio di preparare qualche piatto veloce e sfizioso? A […]
  • Gli oceani potrebbero tornare puliti in soli 30 anni
    Nonostante la grave crisi climatica mondiale che cerca soluzione e aiuto negli studi e nelle università di tutto il mondo, ogni tanto sembra che nella speranza di fare sempre meglio si stia imboccando la strada giusta. A confermarlo è un report condotto da un gruppo internazionale di ricercatori della King Abdullah Univeristy of Science and […]
  • Che Pasqua sarebbe senza la torta di carote?
    Conosciuta negli Stati Uniti come “Carrot Cake”, la torta di carote e noci è sicuramente uno di quei piatti che tuti dobbiamo assaggiare almeno una volta nella vita. E quale periodo può essere il più adatto, se non le vacanze di Pasqua? Adorata da grandi e piccini, in realtà, la torta di carote non ha […]
  • Dalla città al bosco: Gli incredibili benefici di vivere con la natura
    Nelle città le persone vivono in condizioni artificiali, più o meno distanti da tutto ciò che sarebbe ideale per loro, circondati da un paesaggio interamente costruito caratterizzato da luci, folla e rumore, in cui tutto richiede scelte, decisioni e velocità. Nonostante la vita urbana comporti in sé anche numerosi vantaggi, sempre più persone tendono ad […]
  • Scuole chiuse e Coronavirus: Carabinieri consegnano i libri a casa
    Da qualche settimana sono in atto i severi controlli lungo le strade e nei centri città di tutta Italia da parte delle forze dell’ordine per il rispetto delle prescrizioni imposte dal Governo per il contenimento della diffusione del Covid – 19. In particolare, i Carabinieri della Provincia di Sondrio, oltre a sorvegliare gli automobilisti e […]
  • Plasma dei pazienti guariti per guarire dal Coronavirus: la prima sperimentazione a Pavia
    Ogni giorno da settimane ormai, la Protezione Civile oltre a citare i nuovi casi positivi da Coronavirus, comunica anche il numero ultimamente sempre più crescente delle persone guarite dal Covid- 19. Avendo la consapevolezza che il vaccino è ancora lontano e in fase di sperimentazione, fino ad ora le cure adottate negli ospedali italiani, si […]
  • Coronavirus: gli italiani si aiutano con la “spesa sospesa”
    Le giornate difficili che l’Italia sta percorrendo, vengono straordinariamente vissute e affrontate con spirito di comunità da tutto il Paese, sia attraverso donazioni di privati ed aziende per alleggerire il carico economico della sanità, sia attraverso particolari iniziative solidali per aiutare le famiglie che si trovano in maggiore difficoltà. La nuova frontiera della solidarietà fonda le […]
  • Da Valentino ad Armani: la moda italiana unita contro il Coronavirus
    In un momento in cui tutte le attività commerciali ed economiche del Paese risultano paralizzate, sono molte le iniziative solidali per fronteggiare la difficile situazione causata dall’epidemia sanitaria. Da Valentino a Gucci fino ad Armani: ora, anche i grandi nomi del mondo della moda, uniti da obbiettivi comuni, hanno deciso di reagire mobilitandosi per lavorare […]
  • Ricette di Pasqua: golosità per grandi e piccini
    Per non passare le giornate nella noia, lavorando o cercando di far passare il tempo ai bambini, sul web sono presenti moltissime ricette adatte a chiunque abbia voglia di passare un pomeriggio in cucina, divertendosi e magari senza dimenticare di mostrare un pizzico di spirito pasquale! ARANCINI PROSCIUTTO E MOZZARELLA Con il fritto sta bene […]

Categorie

di tendenza