Connect with us
Pubblicità

Politica

Assestamento di bilancio, continua la farsa della sinistra. Bisesti: «Noi non ci fermeremo mai»

Pubblicato

-

nella foto i banchi del consiglio provinciale delle minoranze desolatamente vuoti

Come nel giugno 2011, quando l’assemblea legislativa ingaggiò un duro confronto attorno alla riforma della protezione civile presentata dall’allora presidente Lorenzo Dellai, domani il Consiglio provinciale è convocato in seduta festiva.

Continua infatti senza cenni di remissione il blocco ostruzionistico che in Consiglio provinciale non consente di arrivare al voto finale sul disegno di legge di assestamento del bilancio preventivo Pat per il 2019-2021. 

A partire da stamane le minoranze su ogni emendamento chiedono la votazione segreta solo per perdere tempo.

Pubblicità
Pubblicità

Richiesta che poi dalle minoranze non viene nemmeno votata. 

Per la cronaca fino ad ora tutti gli emendamenti delle minoranze sono stati tutti bocciati.

Cosa ancora più grave, come testimoniano le immagini nella foto ed i numerosi video che stanno girando sul web, è che fra le minoranze i banchi sono desolatamente vuoti.

Molti consiglieri di minoranza quindi non votano nemmeno gli emendamenti che hanno proposto apportando un notevole danno economico alla comunità trentina.

Solo la presenza in massa dei consiglieri della maggioranza permette di raggiungere il numero legale per poter andare avanti con i lavori.

Pubblicità
Pubblicità

Il muro contro muro nasce per i tagli apportati dal governatore Fugatti alla cooperazione internazionale.

I numeri di questa tornata consiliare estiva stanno diventando davvero record: domani settima giornata consecutiva, già 62 sono le ore di esame della manovra di bilancio in corso, quasi 2 mila le votazioni effettuate dall’aula (con il sistema elettronico), circa 2.400 gli emendamenti fin qui “liquidati” (in totale erano 7.869, di cui 377 sono stati dichiarati inammissibili, mentre altri decadranno in corso di esame, perché assorbiti da altri).

I tempi di intervento delle opposizioni sono esauriti, rimane quindi soltanto il tempo tecnico per la votazione del grande numero di emendamenti agli articoli. Siamo giunti all’articolo 20 sui 45 da votare prima dell’ultima, definitiva votazione sull’intero testo di legge promosso dal presidente Maurizio Fugatti. 

Il presidente Walter Kaswalder è chiamato in particolare a un superlavoro, dovendo ad ogni votazione fare fronte alla richiesta di  voto con modalità segreta da parte dell’opposizione: si tratta di un altro espediente dilatorio e ostruzionistico consentito dal regolamento, perché occorre verificare se la richiesta arriva da almeno 8 consiglieri.

E’ il capogruppo Alessio Manica del Pd a farsi carico in particolare di ripetere e scandire questa richiesta ad ogni emendamento, mentre sul fronte di maggioranza è Alessia Ambrosi di Lega Salvini Trentino a occuparsi di dare un cenno ai colleghi per rammentare ad ogni chiamata come la coalizione intende votare in modo compatto.

Alle 20 di stasera i capigruppo – in assenza di riaperture del confronto sul merito della legge – hanno concordato di riprendere i lavori domani con orario 9-13, 14.30-19, 20-00.30.

La prospettiva è di  proseguire poi la settimana prossima, con eventuali sospensioni per altri impegni consiliari (lunedì pomeriggio è convocata in sala Aurora a palazzo Trentini la conferenza tecnica che chiude i lavori della Commissione consiliare sulla tempesta Vaia, mentre il 31 luglio si riunisce il Consiglio regionale).

Da segnalare il commento del segretario della lega e assessore all’istruzione Mirko Bisesti: «È il voto n°2018 dei circa 7000 di questo assestamento di bilancio! Ho voluto fare una fotografia proprio a questo numero perché per noi il 2018 rappresenta la vittoria del cambiamento in Trentino mentre per il centro-sinistra e il M5s rappresenta una sonora sconfitta che continua anche oggi con questo loro miope e sterile ostruzionismo al nostro assestamento di bilancio! Un assestamento che guarda al futuro e al Trentino! Siamo da giorni bloccati in consiglio ma noi non ci fermiamo mai»

Pubblicità
Pubblicità

  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Covid19: L’isola di Cipro paga le vacanze ai turisti contagiati e ai loro famigliari
    Nonostante Cipro abbia avuto poco meno di 1.000 casi di contagi e 17 vittime da Coronavirus, non vuole rinunciare all’attesissimo nonché molto importante traffico turistico estivo dando così il benvenuto a qualsiasi viaggiatore. A differenza di altri Stati, Cipro si sta infatti attrezzando per non ostacolare gli arrivi nei luoghi di villeggiatura sull’isola mediterranea attraverso […]
  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]
  • Civita Bagnoregio: l’incredibile borgo sospeso sulla Valle dei Calanchi
    Tra il lago Bolsena e la Valle del Tevere, nel Comune di Bagnoregio in provincia di Viterbo, si estende un’ immensa area lunare che regala un paesaggio davvero particolare caratterizzato da una successione di rocce argillose in erosione per effetto degli agenti atmosferici detti “calanchi”. Quello dei calanchi è un ambiente decisamente unico che offre […]
  • La Vespa Samurai usata in agricoltura contro il “nemico”, la cimice asiatica
    Arrivata in Italia nel 2012, la cimice marmorata (Halyomorpha halys) detta anche cimice asiatica, è una specie invasiva aliena proveniente dalla Cina che, nel corso del 2015 dopo una rapida e capillare diffusione in quasi tutte le Regioni italiane, ha causato ingenti danni sopratutto alle produzioni ortofrutticole concentrandosi su meli, peri, peschi e ciliegi. A seguito […]

Categorie

di tendenza