Connect with us
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

Alto Garda e Ledro: venerdì servizi chiusi per il patrono

Pubblicato

-

Il prossimo venerdì 26 luglio, in occasione della festività di Sant’Anna, patrono di Arco, saranno chiusi gli ambulatori e gli uffici amministrativi del Servizio territoriale, ambito Alto Garda e Ledro.

In particolare, saranno chiusi gli uffici e gli ambulatori dell’Ospedale di Arco, del Centro servizi sanitari di Riva del Garda, del Centro servizi sanitari «Valle di Ledro», del Palazzo «Le Palme» di Arco, i punti prelievo di Arco e di Riva e gli ambulatori infermieristici dislocati sul territorio.

Saranno garantite l’attività ospedaliera, di pronto soccorso e le attività infermieristiche domiciliari ai pazienti con piani di assistenza domiciliare integrata e cure palliative (ADI e ADI-CP). I medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta di Arco, Drena, Dro, Ledro, Nago-Torbole, Riva del Garda e Tenno non saranno in servizio e sarà attivato il Servizio di continuità assistenziale (ex guardia medica) nella sede di Riva del Garda in largo Marconi, 2.

Pubblicità
Pubblicità

 

Pubblicità
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

Palpeggia una donna, 54 enne arrestato dai Carabinieri di Arco per violenza sessuale

Pubblicato

-

La Stazione Carabinieri di Arco, ha arrestato un trentino responsabile di violenza sessuale nei confronti di una donna.

Le indagini dei Carabinieri sono iniziate nella serata del 9 settembre 2019, quando la donna ha richiesto l’intervento di una pattuglia dei Carabinieri arcensi, denunciando di essere stata avvicinata da uno sconosciuto, che tentava di approcciarla in maniera insistente.

La donna, visto l’atteggiamento dell’uomo, cercava di allontanarsi, ma questo le afferrava violentemente un braccio bloccandola e palpeggiandole il seno.

Pubblicità
Pubblicità

La vittima riusciva però a divincolarsi strillando, per richiamare l’attenzione, mettendo in fuga l’aggressore.

La descrizione minuziosa dell’uomo fornita dalla vittima, ha consentito ai Carabinieri di svolgere serratissime indagini raccogliendo gravi indizi di colpevolezza nei confronti di un uomo, già noto alle Forze dell’ordine, perché gravato da precedenti specifici.

L’acquisizione e l’analisi di video estratti dai sistemi di videosorveglianza, individuati nella zona dove era accaduta la violenza, ha permesso di individuare l’uomo e procedere alla sua identificazione certa.

Pubblicità
Pubblicità

I Carabinieri hanno quindi immediatamente avvisato la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Rovereto, ed il Pubblico Ministero Dott. Giorgio Valerio DAVICO ha richiesto l’emissione di una Misura Cautelare Personale, nei confronti dell’aggressore, per impedire la reiterazione del reato.

Pubblicità
Pubblicità

Il GIP del Tribunale di Rovereto Dott. ssa Monica Izzo, concordando in pieno con gli esiti delle indagini dalla Polizia Giudiziaria e con la richiesta del Pubblico Ministero, ha emesso una Ordinanza che dispone l’applicazione della Misura Cautelare degli Arresti Domiciliari nei confronti dell’uomo 54 enne, che, in data 18 settembre, è stata eseguita dai Carabinieri di Arco.

L’uomo dovrà rispondere delle accuse di violenza sessuale.

La vittima, appresa la notizia dell’arresto, ha evidenziato un immediato sollievo, ringraziando i Carabinieri e l’Autorità Giudiziaria per la tempestività con cui sono state svolte le indagini ed è stato adottato il provvedimento restrittivo.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Alto Garda e Ledro

Alto Garda: da domani gli eco-volontari presidiano le isole seminterrate

Pubblicato

-

Al fine di sensibilizzare l’utenza nel corretto utilizzo delle campane seminterrate presenti ad oggi nei comuni di Riva del Garda, Dro, Drena e Ledro, e in collaborazione con gli eco-operatori della cooperativa «Artico», la Comunità Alto Garda e Ledro ha redatto un calendario che indica la presenza degli «Esperti di rifiuti» che aiuteranno nella raccolta differenziata gli utenti che si presenteranno a portare i loro rifiuti quotidiani (le campane, infatti, sono dedicate alle utenze domestiche).

Un presidio, spiega la dott.ssa Lorenza Longo, Responsabile Servizio Tutela Ambientale e Gestione del Territorio della Comunità Alto Garda e Ledro, che «ha l’obiettivo di far conoscere questi nuovi strumenti di raccolta rifiuti e fare un po’ di informazione e sensibilizzazione nei confronti dell’utenza sulle campane seminterrate, ad oggi presenti nei Comuni di Riva del Garda, Ledro, Dro e Drena e nel prossimo futuro anche ad Arco». «Le attività – osserva – sono state calendarizzate per un mese ma l’attività informativa proseguirà».

La Comunità Alto Garda e Ledro, così come avvenuto pochi mesi fa per il comune di Drena, ha ultimato lo scorso luglio i lavori di «Realizzazione isole ecologiche con campane seminterrate» anche nel comune di Riva del Garda. Nel prossimo autunno partiranno i lavori ad Arco e a seguire si procederà con l’implementazione delle isole seminterrate di Ledro.

Pubblicità
Pubblicità

Tale infrastrutturazione del territorio rappresenta un’ulteriore tappa del processo di attuazione del «Programma di gestione dei rifiuti urbani» approvato da comuni e Comunità nel 2016, che prevede, un tipo di raccolta mista, con integrazione, diversa da comune a comune, tra la modalità porta a porta e quella stradale a conferimento controllato, con contenitori a grande capacità seminterrati.

Domani – venerdì 20 settembre – gli eco-operatori saranno presenti a Riva del Garda in viale Dante est (incrocio viale Martiri) e in viale Dante ovest dalle ore 16.00 alle ore 19.00, in viale Lutti dalle ore 08.00 alle ore 11.00. Sabato 21 settembre gli eco-operatori presidieranno le isole seminterrate di viale Dante Ovest (incrocio via Prati), dalle ore 08.00 alle ore 11.00 e a Dro, in via Sebastiani, dalle ore 08.00 alle ore 11.00.

Il calendario completo si trova sul sito della Comunità Alto Garda e Ledro 

Pubblicità
Pubblicità

In caso di pioggia il calendario potrà subire modifiche che saranno comunicate sul sito web della Comunità.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Alto Garda e Ledro

Perde l’appiglio e scivola per 10 metri, 45 enne salvato dal Soccorso Alpino

Pubblicato

-

È stato elitrasportato all’ospedale Santa Chiara di Trento l’uomo di 45 anni scivolato per una decina di metri mentre stava affrontando il primo tiro della Via Aphrodite sulla parete di San Paolo (Fraz. Ceniga – Dro, Valle del Sarca), probabilmente a causa della perdita di un appiglio.

Sono stati i due compagni di cordata a lanciare l’allarme al Numero Unico per le Emergenze 112 verso le 11.30 di questa mattina.

Nella caduta l’escursionista è andato a sbattere su una pianta procurandosi molteplici ferite.

Pubblicità
Pubblicità

Il coordinatore dell’Area operativa Trentino meridionale del Soccorso Alpino ha inviato sul posto una squadra di tre operatori della Stazione di Riva del Garda e ha chiesto l’intervento dell’elicottero.

Il Tecnico di Elisoccorso del Soccorso Alpino e l’equipe medica sono stati verricellati sul ferito che nel frattempo era stato calato alla base della parete dai suoi compagni.

Dopo le prime cure mediche, l’uomo è stato spinalizzato e trasportato con barella portantina fino alla strada, dove l’ambulanza lo ha prelevato per portarlo all’elicottero e da qui all’ospedale Santa Chiara di Trento.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza