Connect with us
Pubblicità

Società

Vacanze rosa: 1,4 milioni di donne sono andate in vacanza senza il partner

Pubblicato

-

Dopo le indicazioni per una vacanza low cost divertendosi spendendo il meno possibile, vediamo adesso le regole per una tipologia di vacanza che sta andando per la maggiore: ferie rosa cioè tra sole donne, senza uomini al seguito.

Una scelta fatta da 1,4 milioni di donne italiane che hanno programmato una vacanza solo con le amiche.

Alla base di tutto ci dev’essere un gruppo ben amalgamato, fatto di donne che non si faranno condizionare dalla nostalgia per il proprio uomo lasciato a casa.

Pubblicità
Pubblicità

Opportuno programmare prima di partire i momenti da passare insieme sulla base ad esempio dei gusti differenti.

Partire coscienti del fatto che per riuscire, la vacanza avrà bisogno di conciliazione e flessibilità anche di fronte agli imprevisti.

La chiarezza è alla base della possibilità di poter trovare con le compagne un punto d’incontro evitando discussioni e tensioni.

Se la vacanza sarà trascorsa in un appartamento, meglio evitare di monopolizzare gli spazi comuni specialmente bagno e cucina.

Pubblicità
Pubblicità

E nello stessa situazione è meglio programmare tempestivamente i turni di cucina e di pulizia.

La vacanza di coppia è una cosa del tutto diversa, per farla con le amiche ci vuole molta più tolleranza e considerare la possibilità che nel gruppo ci possano essere gusti diversi.

Si è in ferie, quindi i problemi personali devono essere lasciati a casa, evitando di farli diventare cosa comune.

Quindi ci vuole equilibrio in tutte le mosse che si faranno.

Di fronte alle incomprensioni da evitare assolutamente la reazione istintiva.

In un gruppo al femminile è molto facile la contrapposizione tra amiche e sarebbe il via per il fallimento della vacanza.

Meglio piuttosto ironizzare, sdrammatizzare e se c’è la possibilità, ricorrere anche all’umorismo.

Evitare assolutamente la competizione, del resto molto facile tra le donne: a livello fisico, di possibilità economiche o a maggior ragione, se dovesse comparire un uomo all’orizzonte.

A prevalere dev’essere sempre e comunque la spensieratezza.

E come le vacanze rosa stiano sempre più diventando un business, ne è conferma la scelta di un hotel a Copenaghen, il Bella Sky, di riservare un piano alle donne.

Una scelta che rispecchia anche una realtà della nostra società: quella dei padri separati che passano le vacanze con i figli avuti da una relazione precedente. Ed ecco come la vacanza parallela della nuova compagna con le amiche, può evitare tensioni e nervosismi.

Pubblicità
Pubblicità

Le ultime dal Web

Papà sviene in sala parto e la neomamma scatta un selfie esilarante

Pubblicato

-

Non è la prima volta che succede, ai papà capita spesso di non sostenere l’emozione in sala parto, mentre la compagnia sta dando alla luce un bambino.

Non ce la fanno e svengono. Questo è esattamente quello che è successo al papà che vediamo in foto: steso per terra, stecchito.

La foto in questione ha fatto il giro del mondo ed è diventata subito virale sul web 

Il papà sviene, la mamma partorisce e subito dopo scatta un selfie che ridere il mondo intero.

Con il sorriso sulle labbra e uno sguardo che sembra dire “pivello, sono io quella che ha partorito“.

Lo scatto diventa ancora più ironico perché tutto lo staff medico sta intorno all’uomo e non alla donna che ha appena superato un travaglio. La vita è bizzarra a volte.

Continua a leggere

Io la penso così…

Il PATT e la paura di non farcela – di Lorenzo Rizzoli

Pubblicato

-

nella foto il segretario del PATT Marchiodi

Spett.Le Direttore,

la scelta di Patt e di Italia Viva di accordarsi direttamente con il candidato sindaco Ianeselli, candidato del centrosinistra, senza sedersi al tavolo della coalizione va, a mio modo di vedere, contro quello che dovrebbe essere il comportamento politico da tenere e, cioè, quello di cercare il dialogo non con una persona soltanto (candidato sindaco), bensì con altre forze politiche, al fine di trovare una certa coesione di gruppo.

Invece, accordarsi direttamente e solamente con il candidato sindaco, significa non riconoscersi nella coalizione che lo supporta e, aggiungo, aver paura di non fare alcun risultato andando in un’altra direzione.

Dal punto di vista politico non condivido, dunque, questo comportamento.

Se una forza politica si definisce moderata, di centro, ecc ecc che senso ha che rimanga in coalizione con forze politiche poste agli estremi (lega e Fratelli d’Italia da un lalvoro e PD  e Futura dall’altra?

Una progetto, un ragionamento “di centro” che si coalizza da una parte piuttosto che dall’altra perde la sua natura centrista.

Patt e di Italia Viva posso pensare si di essere forze centriste, ma, coalizzandosi con le altre forze politiche a sostegno del candidato sindaco della coalizione di centrosinistra rientrano, di fatto nella coalizione di centrosinistra.

Quindi ritengo inutile voler sempre sottolineare di non far parte di una coalizione quando l’elettore, di fronte alla scheda elettorale, troverà il Patt e di Italia Viva insieme a tutti i partiti della coalizione di centrosinistra.

L’Upt ha, da sempre, evidenziato di voler far parte della coalizione del centro sinistra e, coerentemente con il suo ragionamento, ne fa parte.

Quindi ritengo che se una forza politica non si considera facente parte di una coalizione sarebbe più coerente portasse avanti la propria proposta politica non in quella coalizione (in quanto non crede nella coalizione e non si ritiene parte di essa) ma in un polo alternativo; e se non si ha il coraggio di fare questa mossa è per paura, forse, di non farcela e, quindi, la strada più comoda è quella di sedersi a casa altrui portando avanti però le proprie idee.

Lorenzo Rizzoli

Potete inviare le vostre lettere da inserire nella rubrica «io la penso così» a: redazione@lavocedeltrentino.it

Continua a leggere

Io la penso così…

Facoltà di medicina: la proposta di un lettore per un polo universitario

Pubblicato

-

Il progetto di apertura della Facoltà di Medicina a Trento stimola l’immaginazione dei nostri lettori. (altro…)

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza