Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Thuninbike, buona la prima: si è conclusa con entusiasmo e soddisfazione la stagione inaugurale della nuova associazione di Vigo di Ton

Pubblicato

-

Sono sempre stati molto partecipati gli eventi organizzati nel corso della stagione dalla Thuninbike

Un’annata che ha regalato tanti momenti piacevoli e che ha visto la presenza costante di numerosi utenti, provenienti da diversi paesi della bassa Val di Non e anche dalla Piana Rotaliana.

Con grande soddisfazione, dopo sei mesi abbondanti di pedalate in compagnia, si è conclusa la prima stagione di attività della neonata associazione “Thuninbike” di Vigo di Ton, iniziata lo scorso mese di ottobre e proseguita con entusiasmo fino a metà aprile.

L’appuntamento per gli amanti dell’indoor cycling è quindi per il prossimo autunno.

Pubblicità
Pubblicità

Per l’associazione nata da poco sicuramente una prima stagione da incorniciare. “Abbiamo vissuto questi mesi con grande entusiasmo e voglia di fare all’interno del gruppo – spiegano i membri del direttivo della “Thuninbike” – e questo ci ha permesso di organizzarci sempre meglio nella gestione dell’attività e dei turni nell’allestimento della palestra. Abbiamo cercato proposte sempre diverse per offrire ai nostri utenti un ambiente coinvolgente dove passare momenti di sport e di svago in buona compagnia”.

Oltre ai due appuntamenti settimanali – il lunedì per tre ore e il giovedì per due – l’associazione ha dato vita anche a momenti e iniziative particolari.

Pubblicità
Pubblicità

L’appuntamento in palestra per gli amanti dell’indoor cycling è per il prossimo autunno

Ad Halloween – racconta il direttivo – abbiamo pedalato con musiche a tema tra zucche e fantasmi, a dicembre abbiamo proposto uno special con musiche natalizie per scambiarci gli auguri e fare un brindisi insieme e a febbraio abbiamo organizzato l’evento principale, che ha visto più di 70 appassionati cimentarsi in una maratona di tre ore con tecniche di lavoro diverse, per una sfida di pura adrenalina”.

Pubblicità
Pubblicità

La serata è proseguita fino a tardi con un momento conviviale e parte dell’incasso raccolto per l’evento è stato devoluto in beneficenza con un’offerta a due associazioni che portano avanti finalità sociali.

Altra novità meritevole di nota è il conseguimento del brevetto di istruttore da parte di due membri del direttivo, Nicola Webber e Dino Gabardi, che hanno garantito nuove risorse all’associazione.

Ora l’attività è stata sospesa per il periodo estivo, con la promessa però di ritrovarsi in palestra il prossimo autunno.

Ad aprile – concludono i membri dell’associazione – ci siamo salutati con una bella serata condotta dai nostri quattro istruttori Maurizio Cembran, Gigi Melchiori, Nicola Webber e Dino Gabardi, con l’impegno di rivederci in ottobre più carichi che mai”.

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Il Presepe di Lino Peroceschi di Cles in Consiglio regionale

Pubblicato

-

Anche quest’anno il Consiglio regionale ospita, in occasione del Santo Natale, un’opera di Lino Peroceschi, appassionato artista del Presepe, che ha allestito una piccola ma significativa opera nell’atrio, affacciato su Piazza Dante, del Palazzo della Regione.

“Il Presepe appartiene alla cultura della gente trentina – spiega il Presidente Roberto Paccher – ed è un simbolo di quei valori, nel rispetto di tutte le sensibilità religiose, che hanno portato alla costituzione dell’Europa moderna.  Per questo è importante che anche in una sede istituzionale come quella del Consiglio regionale, che rappresenta la storia della nostra Autonomia, possa trovare spazio un Presepe come questo che, pur piccolo, racchiude uno spaccato della storia trentina e altoatesina”.

Il primo Presepe (dal latino praesepe, mangiatoia), secondo la Legenda Maior, fu fatto da San Francesco d’Assisi: tornato da poco dal viaggio in Egitto e Palestina, in occasione del Natale del 1223 allestì nel borgo di Greccio, in Lazio, una rappresentazione vivente della natività.

Pubblicità
Pubblicità

Da allora la tradizione del Presepe si è diffusa in tutta l’Italia e l’Europa medievale, per giungere fino a noi.

Lino Peroceschi, di Cles, da più di trent’anni si dedica con passione alla costruzione artigianale di Presepi che sono oggi visibili in molti luoghi della nostra Regione.

Pubblicità
Pubblicità

In quest’opera, che è visibile nell’ingresso del Consiglio e dalle vetrate affacciate su Piazza Dante, ha voluto rappresentare la natività all’interno di una casa contadina tradizionale trentina e l’ha collocata accanto alla torre di Castelforte, una antica e suggestiva rocca nei pressi di Andriano, in Alto Adige.

Il presepe sarà visibile da Piazza Dante fino al  6 gennaio.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Castel Belasi si veste di magia per Natale e si prepara a un weekend fatto di musica, arte e laboratori

Pubblicato

-

Castel Belasi in versione "invernale" (foto Alberto Franzoi)

Sarà un Natale magico a Castel Belasi. Sabato e domenica prossimi, 14 e 15 dicembre, il maniero di Campodenno ospiterà una due giorni di eventi, musica e laboratori per adulti e bambini. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

A fuoco un’abitazione a Denno: 17 persone evacuate, 100 Vigili del Fuoco sul posto

Pubblicato

-

Risveglio tra le fiamme a Denno, dove è scoppiato un incendio in una palazzina in via Santi Gervasio e Protasio, proprio in prossimità della caserma dei Vigili del Fuoco volontari e della canonica. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

PubblicitàPubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza