Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Intervento sul Piz Galin (Andalo): donna elitrasportata all’ospedale Santa Chiara in gravi condizioni.

Pubblicato

-

Intervento delicato oggi sulla montagna del Piz Galin (Andalo).

Una donna di 64 anni di Andalo stava salendo lungo il sentiero che porta alla cima del Piz Galin quando a una cinquantina di metri dalla meta, in un tratto ripido e impervio a quota 2.350 m.sl.m., è scivolata sull’erba ed è rotolata a valle per circa 100 metri, fermandosi su una cengia strapiombante.

A dare l’allarme al Numero Unico per le Emergenze 112 verso le 14.50 sono stati i familiari che erano con lei.

PubblicitàPubblicità

Il coordinatore dell’Area operativa Trentino occidentale del Soccorso Alpino ha chiesto l’intervento dell’elicottero che in una prima rotazione ha verricellato sul posto il Tecnico di Elisoccorso e il medico.

In una seconda rotazione ha trasportato in quota anche due operatori del Soccorso Alpino – la guardia attiva di Molveno e la guardia attiva di Fai della Paganella – per dare supporto nelle operazioni di soccorso e recupero.

Pubblicità
Pubblicità

La donna è stata messa in sicurezza e dopo le prime cure mediche, è stata trasportata con la barella per un centinaio di metri, in un luogo più adatto al recupero con il verricello da parte dell’elicottero.

È stata elitrasportata all’ospedale Santa Chiara di Trento in gravi condizioni e con alcuni funzioni vitali compromesse.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Il Presepe di Lino Peroceschi di Cles in Consiglio regionale

Pubblicato

-

Anche quest’anno il Consiglio regionale ospita, in occasione del Santo Natale, un’opera di Lino Peroceschi, appassionato artista del Presepe, che ha allestito una piccola ma significativa opera nell’atrio, affacciato su Piazza Dante, del Palazzo della Regione.

“Il Presepe appartiene alla cultura della gente trentina – spiega il Presidente Roberto Paccher – ed è un simbolo di quei valori, nel rispetto di tutte le sensibilità religiose, che hanno portato alla costituzione dell’Europa moderna.  Per questo è importante che anche in una sede istituzionale come quella del Consiglio regionale, che rappresenta la storia della nostra Autonomia, possa trovare spazio un Presepe come questo che, pur piccolo, racchiude uno spaccato della storia trentina e altoatesina”.

Il primo Presepe (dal latino praesepe, mangiatoia), secondo la Legenda Maior, fu fatto da San Francesco d’Assisi: tornato da poco dal viaggio in Egitto e Palestina, in occasione del Natale del 1223 allestì nel borgo di Greccio, in Lazio, una rappresentazione vivente della natività.

Pubblicità
Pubblicità

Da allora la tradizione del Presepe si è diffusa in tutta l’Italia e l’Europa medievale, per giungere fino a noi.

Lino Peroceschi, di Cles, da più di trent’anni si dedica con passione alla costruzione artigianale di Presepi che sono oggi visibili in molti luoghi della nostra Regione.

Pubblicità
Pubblicità

In quest’opera, che è visibile nell’ingresso del Consiglio e dalle vetrate affacciate su Piazza Dante, ha voluto rappresentare la natività all’interno di una casa contadina tradizionale trentina e l’ha collocata accanto alla torre di Castelforte, una antica e suggestiva rocca nei pressi di Andriano, in Alto Adige.

Il presepe sarà visibile da Piazza Dante fino al  6 gennaio.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Castel Belasi si veste di magia per Natale e si prepara a un weekend fatto di musica, arte e laboratori

Pubblicato

-

Castel Belasi in versione "invernale" (foto Alberto Franzoi)

Sarà un Natale magico a Castel Belasi. Sabato e domenica prossimi, 14 e 15 dicembre, il maniero di Campodenno ospiterà una due giorni di eventi, musica e laboratori per adulti e bambini. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

A fuoco un’abitazione a Denno: 17 persone evacuate, 100 Vigili del Fuoco sul posto

Pubblicato

-

Risveglio tra le fiamme a Denno, dove è scoppiato un incendio in una palazzina in via Santi Gervasio e Protasio, proprio in prossimità della caserma dei Vigili del Fuoco volontari e della canonica. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza