Connect with us
Pubblicità

Trento

Condominio di Cristo Re segnalato alla Questura per degrado

Pubblicato

-

Un condominio segnalato al Questore per una verifica delle condizioni di degrado legate a spaccio e consumo nelle parti comuni.

Claudio Geat, presidente della circoscrizione Centro Storico – Piedicastello, ha raccolto la segnalazione dei residenti ed ha ritenuto opportuno segnalare la situazione al Questore.

«Del resto è una sua richiesta. Quando ci ha incontrato insieme al Comitato di San Martino, ci ha chiesto espressamente di essere informato tempestivamente delle situazioni a rischio che si fossero verificate nel quartiere» – spiegano i residenti del condominio

Pubblicità
Pubblicità

«Da parte di alcuni residenti ci è arrivata una segnalazione scritta con documentazione fotografica allegata che abbiamo ritenuto opportuno trasmetterla in Questura” – Conferma invece il presidente della circoscrizione

Il condominio in questione è quello con l’entrata fra il bar dersut e il bazar cinese dal quale si accede da Corso Buonarroti, Via F.lli Fontana e Via Scopoli.

Già anni fa il nostro quotidiano ha fatto emergere la situazione degradata e a rischio dei garage, area alla pari del cortile interno di libero accesso e quindi a specialmente di notte, diventato terreno di spaccio e di consumo.

Pubblicità
Pubblicità

La zona purtroppo dopo l’apertura del punto Snai è andata via via degradandosi prendendo di mira anche i giardini di piazza cantore dove nullafacenti e spacciatori si fermano tutto il giorno a fare i propri comodi davanti a famiglie e bambini.

In tal senso solo qualche giorno fa sono arrivate molte lamentele corredate da testimonianza fotografiche su come nei giardini il degrado stia prendendo il sopravvento.(qui articolo)

Ma oggi la situazione è ulteriormente peggiorata.

L’amministrazione condominiale ha dapprima svuotato tutte le fioriere per impedire che si trasformassero in nascondigli di droga; poi le ha richiuse del tutto, tagliando le siepi e l’erba per rendere il meno agevole possibile il nascondere le dosi.

Gli spacciatori e i delinquenti comuni però ora forzano le serrature delle porte d’ingresso e da qui accedono ai piani superiori, dove la droga oltre che spacciata viene anche consumata.

In talune scale non è nemmeno necessario forzare le serrature, in quanto ai primi piani si trovano ambulatori medici e durante l’orario di visita, l’apertura è automatica.

Ad aumentare la paura dei residenti sono stati alcuni recenti atti vandalici che hanno interessato le cassette delle lettere e le biciclette depositate nelle parti comuni.

L’impressione è stata quella di una ritorsione anche perché il dubbio che uno o più spacciatori, possano essere venuti ad abitare in uno dei tanti appartamenti, esiste.

La zona è già stata al centro delle cronache a novembre dello scorso anno, quando nel condominio che si trova di fronte all’ingresso su Corso Buonarroti ci furono sette arresti per spaccio e prostituzione.

A questo punto la zona sarà più che attentamente monitorata dalle forze dell’ordine, anche se l’unica soluzione possibile parrebbe essere quella di chiudere gli ingressi con delle cancellate con una spesa non insignificante a carico dei condomini.

Raccolte firme, petizioni, interrogazioni, presidi, mozioni e gazebi di protesta in sei anni non sono serviti a frenare il degrado di questa zona che un tempo, prima dell’apertura del punto snai era una delle più ambite e fiorenti del rione.

Ricordiamo che il suddetto immobile si colloca a poche centinaia di metri da servizi all’infanzia come la scuola primaria Bellesini e la scuola materna Cristo Re, nonché dalla farmacia e dalla chiesa di quartiere.

La proposta in passato era stata quella di installare delle videocamere controllate dalla questura ma per ora il Sindaco fa le orecchie da mercante.

Purtroppo l’apertura del punto Snai in via Fratelli Fontana ha portato nel rione, nullafacenti, spacciatori, clandestini, senza tetto e figure davvero inquietanti.

Nel 2016 un’indagine certosina della polizia di stato ha permesso l’arresto di 16 persone per lo più di nazionalità albanese e tunisina che detenevano il dominio del mercato della droga nel quartiere di Cristo Re. 

L’indagine iniziata diversi mesi prima era gravitata intorno alla zona dell’ormai tristemente famoso «punto scommesse Snai» e nei bar limitrofi della zona di via Fratelli Fontana covo di spacciatori, immigrati clandestini, senza tetto e disperati di ogni tipo.

L’operazione era stata possibile anche grazie alla grande collaborazione di numerosi residenti del rione che avevano più volte denunciato lo stato di degrado che lo spaccio di droga portava nel rione e hanno fattivamente aiutato le forze di polizia nelle indagini.

Gli spacciatori poi vennero condannati ad oltre 100 anni di carcere.(qui articolo)

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]
  • Petit Pli: il vestito che cresce insieme ai bambini
    I bambini crescono rapidamente e spesso i loro vestitini hanno vita molto breve diventando stretti o troppo piccoli. Un’ulteriore costo che incide sulle tasche delle famiglie e dell’ambiente. A risolvere questo problema ci ha pensato il designer Ryan Yasin attraverso dei tessuti elastici che adattandosi perfettamente al corpo riescono a coprire ben 6 differenti taglie. […]
  • Scuole sanificate con robot a raggi UV: in Gran Bretagna le scuole sono a prova di virus
    Mentre in Italia ci si interroga ancora su come e quando aprire le scuole in vista dei rientri in classe degli studenti, in alcuni Istituti della Gran Bretagna anche la robotica entra in servizio per accelerare e favorire il rientro in sicurezza di bambini e ragazzi. Infatti, nelle ultime settimane per rendere tutte le superfici […]

Categorie

di tendenza