Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Manuela Betta e Cristian Magnani fanno incetta di medaglie d’oro ai Campionati Italiani Fids

Pubblicato

-

Manuela Betta e Cristian Magnani, di Segno, hanno conquistato tre medaglie d'oro in tre diverse discipline ai Campionati Italiani Fids

Tre discipline diverse, tre medaglie d’oro. La coppia di Segno formata da Manuela Betta e Cristian Magnani dell’Asd Anaunia Team Dance ha fatto incetta di medaglie d’oro ai Campionati Italiani Fids (Federazione Italiana Danza Sportiva), che si sono svolti a Rimini dal 4 al 14 luglio.

Manuela e Cristian hanno portato in alto il nome della Val di Non nelle discipline Liscio Unificato, Ballo da Sala e Combinata Nazionale nella Categoria 45/54 Classe B2, sbaragliando la concorrenza delle altre coppie in gara provenienti da tutta Italia.

Nelle Danze Standard Classe B3 – disciplina che la coppia pratica solamente da febbraio – i ballerini di Segno si sono qualificati alle semifinali, concludendo poi la gara al 15esimo posto su 105 coppie totali. Anche questo un risultato prestigioso che accresce le aspettative per il futuro in questa specialità.

Pubblicità
Pubblicità

Scesi a Rimini il giorno prima dell’inizio delle competizioni, Manuela e Cristian hanno gareggiato (e primeggiato) il 4 e 5 luglio nel Liscio Unificato, che comprende Mazurka, Viennese e Polka, nel Ballo da Sala, che prevede Valzer lento, Tango e Foxtrot, e nella Combinata Nazionale, in cui si svolgono i sei balli tutti insieme, uno dietro l’altro, con pochissimi secondi di interruzione. Un mix di tecnica e resistenza.

Le tre medaglie d’oro messe in bacheca dalla coppia di ballerini di Segno

Le medaglie d’oro conquistate, unite agli ottimi risultati ottenuti in Coppa Italia, sono valse alla coppia nonesa il salto di Classe per merito: bisognerà ora vedere se sarà un passaggio alla B1 o direttamente all’A2.

L’11 luglio è stata invece la volta delle Danze Standard, che comprendono Valzer inglese, Tango, Viennese e Quick Step. Anche qui ci sarà un passaggio alla classe superiore, e quindi alla B2.

Manuela e Cristian hanno iniziato a ballare 7 anni fa

A Manuela e Cristian brillano gli occhi quando si chiede loro di rivivere quei momenti incredibili. “Quando eravamo in pista ci sentivamo benissimo – rivelano –. Ci sembrava davvero di volare. Avevamo una carica enorme e una gran voglia di ottenere il podio”.

La coppia, che oltre a esserlo in pista lo è anche nella vita, è allenata da Davide Pellizzari e svolge due lezioni e due o tre allenamenti in settimana di due ore e mezza per tutto l’anno. Un grande sacrificio.

Qui da noi purtroppo non è tanto sentita la danza sportiva ed è un peccato – spiegano Manuela e Cristian –. Solo entrandoci e facendo parte di questo mondo si capisce cosa significhi davvero il sacrificio che c’è dietro per imparare e cercare di avvicinarsi il più possibile alla perfezione. È uno sport che tiene occupata la mente oltre che il fisico. Ma quando ci sono impegno e voglia di fare si riescono a superare anche i propri limiti”.

La loro passione per il ballo è nata quasi per scherzo 7 anni fa. “Io ho sempre avuto la passione fin da bambina, quando ballavo con mio papà – racconta Manuela, originaria di Vervò –. Ho provato più di una volta a convincere mio marito Cristian, ma all’inizio non voleva saperne. Poi a un certo punto mi fa: ‘Dai che proviamo a iscriverci a un corso’. Lì è scattato qualcosa e adesso è più appassionato di me”.

Prima di conquistare ben tre medaglie d’oro a Rimini, i ballerini dell’Anaunia Team Dance avevano ottenuto degli ottimi risultati anche in Coppa Italia, importante manifestazione che precede i Campionati Italiani.

I due ballerini dell’Anaunia Team Dance, avvolti nel tricolore, mostrano orgogliosi la medaglia d’oro e l’attestato

Il 5 maggio avevano gareggiato a Foligno nelle Danze Standard e su 47 coppie si erano classificati terzi.

Il 26 maggio, invece, c’è stata la Coppa Italia di Liscio Unificato e Ballo da Sala a Castellanza, con Manuela e Cristian che sono riusciti a far loro la medaglia d’oro nel Liscio unificato e quella di bronzo nel Ballo da sala.

Risultati, questi, che avevano già definito il passaggio di classe per merito.

Con la coppia di Segno si è voluto complimentare anche il sindaco di Predaia Paolo Forno, orgoglioso delle medaglie ottenute dai propri concittadini: “Voglio complimentarmi sinceramente con Manuela e Cristian per i successi ottenuti a livello nazionale – dichiara il sindaco –. È una grande soddisfazione personale che gratifica impegno e passione, ma è anche un motivo d’orgoglio per la nostra comunità che si fregia dei titoli di altissimo livello conseguiti da questa coppia di ballerini di Segno”.

Quello di Manuela e Cristian – conclude Forno – è un importante esempio per i giovani che intendono avvicinarsi a questa disciplina e più in generale al mondo dello sport, dove i risultati si raggiungono soltanto allenandosi con costanza. Mi unisco alla loro gioia e mi congratulo a nome dell’amministrazione comunale”.

 

 

 

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Maso Maiano apre le porte: focus su difesa, allevamento, nuove varietà e distribuzione agrofarmaci

Pubblicato

-

Proseguono gli incontri estivi organizzati dalla Fondazione Edmund Mach per aggiornare il mondo agricolo sulle novità della sperimentazione.

Dopo il focus nei giorni scorsi sulla viticoltura biologica a San Michele all’Adige con i suoi 170 partecipanti, porte aperte a Maso Part e Denno con rispettivamente 350 e 200 frutticoltori presenti, giovedì 22 agosto è la volta di Maso Maiano.

L’appuntamento è fissato per le ore 8.30.

Pubblicità
Pubblicità

Il programma prevede il saluto di apertura del direttore generale FEM, Sergio Menapace, e la formazione dei gruppi con visita alle prove.

Ogni argomento sarà ripetuto per tre turni. Ecco i temi affrontati:

Difesa in frutticoltura biologica. Andamento della ticchiolatura e primi risultati delle esperienze di gestione del patogeno. Andamento dei principali fitofagi del melo e aggiornamento situazione degli scopazzi del melo nelle aziende della Fondazione.

Allevamento in parete stretta e reti multifunzionali.

Architettura di impianto del frutteto: come ottenere una parete fruttifera partendo dal biasse fino al multiasse e al frutteto pedonabile allevato a Guyot. Forma di allevamento e potatura verde per una “frutticoltura di precisione”. Reti anti pioggia per la difesa dalla ticchiolatura.

Distribuzione dei prodotti fitosanitari.

Tecnologie e tecniche innovative per la distribuzione dei prodotti fitosanitari: applicazioni a getto proiettato (ventilatore spento) con atomizzatore, impiego di impianti di distribuzione sovra chioma su frutteti in parete stretta, trattamenti localizzati al colletto per migliorare l’impiego degli insetticidi e ridurre la deriva.

Innovazione varietale. Presentazione di alcune delle nuove varietà di melo, standard e dotate di resistenti genetiche, frutto del programma di miglioramento genetico della Fondazione Mach e di altri programmi nazionali ed internazionali.

La manifestazione si svolgerà anche in caso di pioggia.

Nel pomeriggio del 22 agosto, alle ore 16, presso l’aula magna FEM, l’Associazione Enologi Enotecnici Italiani – Sezione Trentino, in collaborazione con la Fondazione E. Mach, organizza l’incontro prevendemmiale 2019.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Ton, ecco la nuova “casa” dei vigili del fuoco volontari

Pubblicato

-

Taglio del nastro, manovre dimostrative e applausi calorosi. A conclusione dei lavori di ampliamento, la nuova caserma è stata consegnata ai vigili del fuoco volontari di Ton.

“Questo è un giorno importante, nel quale tanti cittadini hanno voluto dimostrarvi di essere al vostro fianco: la comunità trentina sente in maniera forte l’importanza dell’operato dei suoi vigili che, mossi da un forte spirito solidaristico, mettono a disposizione il loro tempo, il loro impegno, la loro fatica e in alcuni casi persino la loro vita per il bene del prossimo” ha detto il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti, rivolgendosi direttamente alle decine di pompieri schierati davanti alla struttura, che è stata oggetto di un importante intervento di ristrutturazione. “Voi – ha aggiunto il governatore – siete il fiore all’occhiello del sistema di autogoverno del Trentino”.

I lavori, iniziati nel maggio 2018, si sono conclusi nelle scorse settimane con spesa complessiva pari a 517.995,98 euro di cui 400.766,53 euro per opere ed 117.229,45 euro per somme a disposizione dell’amministrazione.

Pubblicità
Pubblicità

Prima della ristrutturazione, i vigili del fuoco volontari di Ton condividevano alcuni spazi con il cantiere comunale.

La struttura non era più adeguata a svolgere la sua funzione di caserma per via di numerose carenze di tipo logistico e funzionale. I 24 vigili attivi, ai quali si aggiungono 3 complementari, 4 onorari e 8 allievi, hanno ora a disposizione una caserma ampia e luminosa: il nuovo edificio realizzato accanto a quello esistente funge ora da autorimessa.

Grazie a questo intervento, sono stati realizzati nuovi spogliatoi, separati fra il personale maschile, femminile e allievi ed i relativi servizi igienici riservati. La sala radio si trova ora in una posizione dove è possibile avere un migliore controllo e coinvolgimento dei vigili, con le operazioni che si svolgono anche sul piazzale.

La soddisfazione questo pomeriggio era evidente sul volto dei vigili del fuoco volontari, guidati dal comandante Claudio Fedrizzi, ed emozionato è apparso anche il sindaco di Ton, Angelo Fedrizzi, accanto al quale erano presenti numerosi primi cittadini dei Comuni limitrofi e il parroco don Alessio Pellegrin. “Questa caserma è importante perché consente ai nostri vigili del fuoco volontari di poter operare con professionalità e vicinanza al territorio – sono state le parole del sindaco Fedrizzi -. Vi ringrazio per ciò che fate per la nostra comunità e per le nostre famiglie. Questa è la consegna della casa ufficiale dei vigili del fuoco volontari, ma è anche la consegna della casa della comunità: tutti i cittadini vedono in voi degli angeli custodi, pronti ad affrontare ogni emergenza e capaci di rimboccarsi le maniche anche se questo richiede di sottrarre del tempo alla famiglia e al lavoro”.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

“Fondo in Fashion” fa il pienone a Ferragosto: piazza San Giovanni stracolma per la tradizionale sfilata nel cuore del paese

Pubblicato

-

Una piazza San Giovanni strapiena ha fatto da scenografia il giorno di Ferragosto, giovedì 15 agosto, alla sfilata “Fondo in Fashion – moda, musica e spettacolo”, evento di punta della rassegna “La borgata dai mille colori” organizzata dall’associazione “Idee di Fondo”, che raccoglie i commercianti del paese, con la collaborazione delle Pro Loco di Fondo e Malosco e della Società Podistica Novella. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza