Connect with us
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

Un “patto” per valorizzare il lago di Garda

Pubblicato

-

Un protocollo d’intesa e un “Contratto di lago” interesserà i territori rivieraschi per rafforzare il turismo sul lago di Garda.

A farsi promotore dell’iniziativa è il vicepresidente della Provincia autonoma di Trento Mario Tonina, che ha promosso un primo tavolo di confronto con i rappresentanti dei territori interessati.

“E’ per noi fondamentale valorizzare il Garda in chiave interregionale – evidenzia Tonina -. Solo attraverso una stretta collaborazione tra i territori e il coinvolgimento di cittadini e stakeholder le singole azioni di promozione e valorizzazione potranno essere davvero incisive”.

PubblicitàPubblicità

L’assessorato all’urbanistica, ambiente e cooperazione ha ospitato l’incontro con il segretario generale della Comunità del Garda Pierlucio Ceresa, il presidente di Garda Ambiente Giovanni Peretti, l’assessore di Peschiera del Garda con delega alla Tutela del Lago di Garda Filippo Gavazzoni, il presidente ed il responsabile del settore progettazione dell’Azienda gardesana Servizi spa, rispettivamente Angelo Cresco e Michele Cimolini, ed i tecnici di Appa, Adep (Agenzia per la depurazione) e Aree protette del Trentino.

Questo primo appuntamento era stato chiesto dal presidente dell’Azienda gardesana servizi Cresco per fare il punto sulle questioni decisive che riguardano la vita e il futuro del più grande specchio d’acqua italiano.

Il vicepresidente Tonina ha evidenziato la necessità di riannodare i fili per una più stretta collaborazione tra le comunità locali.

Pubblicità
Pubblicità

I territori coinvolti intendono infatti promuovere un’unica immagine del Garda in chiave turistica e lavorare congiuntamente per mantenere intatte le caratteristiche ambientali della zona del lago che bagna tre regioni.

Pubblicità
Pubblicità

Il vicepresidente Tonina ha assicurato l’interesse della Provincia ritenendo strategico il potenziamento della difesa delle caratteristiche naturali e dell’immagine del Garda ed ha proposto la promozione di un incontro tra i tre presidenti di Trentino, Veneto e Lombardia con l’obiettivo di siglare un protocollo d’intesa che porterà all’approvazione di un “Contratto di lago”.

Quest’ultimo documento raccoglierà le azioni da realizzare per raggiungere gli obiettivi di sviluppo del territorio rivierasco in termini di qualità delle acque, della balneazione e degli aspetti paesaggistici.

I rappresentanti dei territori, che hanno preso parte al primo tavolo di confronto, intendono promuovere politiche sinergiche dal punto di vista dell’offerta turistica e di cooperazione a partire dall’informazione reciproca puntuale sui temi legati alle attività che ogni singola Provincia e Regione metterà in atto.

 

Pubblicità
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

48 enne ubriaco al volante: confiscata l’autovettura e patente sospesa per due anni

Pubblicato

-

Personale di una pattuglia del Distaccamento di Riva del Garda nella mattinata di sabato 12 ottobre ha sottoposto a controllo un’autovettura sulla SS45 bis – Gardesana occidentale-, nei pressi di Limone sul Garda.

Insospettiti dal comportamento del passeggero, nel corso di una perquisizione del veicolo, gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato ad un cittadino peruviano di 25 anni, 1.92 grammi di hashish.

Quest’ultimo è stato segnalato ai sensi dell’art. 75 della L. 309/90, per l’illecita detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale.

Pubblicità
Pubblicità

Nella serata dello stesso giorno, nel territorio del Comune di Dro sulla SS45 bis, un’altra pattuglia del Distaccamento Polizia Stradale di Riva del Garda ha denunciato un uomo residente nella Valle dei Laghi di 48 anni per guida in stato di ebbrezza.

Quest’ultimo si trovava alla guida di un’autovettura di sua proprietà quando sottoposto a controllo con etilometro ha fatto registrare valori di alcool nel sangue di 1.81 e 1.79 g/l. (4 volte più del consentito)

L’uomo è stato denunciato all’autorità giudiziaria per la violazione dell’art. 186 comma 2 lettera “C” del Codice della Strada, la patente di guida ritirata per successiva sospensione da 1 a 2 anni e l’autovettura, Mazda modello 323, sottoposta a sequestro per la confisca.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Alto Garda e Ledro

Pietramurata: carro agricolo prende fuoco all’interno di una cantina

Pubblicato

-

Ieri poco dopo le 14 a Pietramurata un carro agricolo ha preso fuoco all’interno della cantina di un’abitazione. La causa è da ricercare probabilmente in un corto circuito.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Riva del Garda, i vigili del fuoco di Dro insieme ai colleghi di Arco, e un ispettore del corpo permanente di Trento per risalire alle cause dell’incendio. I vigili del fuoco hanno fatto sì che i danni si limitassero alle parti non in ferro del carro.

Il fumo si è protratto anche al piano di sopra ed è stato indispensabile l’uso di un aspiratore. All’interno del locale bruciato erano presenti anche una cisterna di gasolio agricolo e del benzene.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Alto Garda e Ledro

Arco: fiamme all’ultimo piano di una palazzina di via Mantova

Pubblicato

-

L’allerta è scattata alle 12.40 dove in via Mantova ad Arco hanno cominciato ad alzarsi delle nubi di fumo denso dall’ultimo piano di una palazzina. Sono subito intervenuti i vigili del fuoco di Arco che dopo aver isolato la zona sono entrati nella palazzina per spegnere l’incendio

Non si registrano feriti. I vigili del fuoco supportati dalle forze dell’ordine hanno provveduto ad evacuare alcune famiglie dell stabile in attesa di mettere in sicurezza l’area interessata dalle fiamme.

PubblicitàPubblicità

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza