Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

La lectio di Vittorio Sgarbi inaugura al meglio la Sagra del Carmen a Revò

Pubblicato

-

Ieri sera la pieve di Santo Stefano era stracolma di gente curiosa di assistere alla lezione del professor Vittorio Sgarbi

La Sagra del Carmen di Revò è iniziata col botto ieri sera, martedì 16 luglio, tra le mura dell’antica Pieve di Santo Stefano che quest’anno compie 500 anni.

Una chiesa colma di gente, con oltre quattrocento curiosi ascoltatori che hanno seguito con interesse la lectio del professor Vittorio Sgarbi che, grazie a un excursus dentro la storia dell’arte fatto attraverso decine di immagini mariane tra le più note, senza dimenticare quelle locali, ha così onorato l’inizio delle celebrazioni per la Sagra dedicata alla Beata Vergine Maria del Monte Carmelo, della quale proprio ieri ricorreva la festa.

Un’iniziativa della quale il Comitato Scientifico composto da Alessandro Rigatti, Walter Iori, Lorenzo Ferrari, Gianantonio Agosti e Andrea Biasi va fiero e che mostra la passione e l’entusiasmo necessari per organizzare, mese dopo mese, tante iniziative per celebrare il Cinquecentenario della chiesa.

Pubblicità
Pubblicità

Non c’era modo migliore di iniziare questa settimana così densa di iniziative, ma anche di sentimenti, per la comunità di Revò e per le tante piccole comunità revodane sparse per il Nord America soprattutto, dalle quali anche quest’anno sono giunti a decine per unirsi ai locali nella devozione alla Madonna – afferma l’assessore alla cultura Alessandro Rigatti –. Questa è senza dubbio una settimana dell’anno particolare, dove ai sentimenti individuali si sommano i sentimenti collettivi che ancora con entusiasmo la comunità di Revò cerca e coltiva. Iniziarla con un grande evento culturale e proprio nel giorno della festa religiosa significa non dimenticare le radici della festa stessa”.

I membri del Comitato Scientifico insieme a Vittorio Sgarbi

La notte è stata poi lunga con il professor Sgarbi che non ha fatto mancare la sua visita a Casa Campia da dove gli eventi per la Sagra ricominceranno giovedì sera alle 21 con l’inaugurazione della mostra personale di Nicola Martini dal titolo “Effetti collaterali”.

Mostra che il critico d’arte ha potuto ammirare in anteprima, rimanendo particolarmente soddisfatto delle opere del giovane artista di Revò, e in particolare stregato dal suo ritratto che trova collocazione nell’esposizione.

Sempre giovedì seguirà il concerto del Corpo Bandistico Terza Sponda nei giardini di Casa Campia, che resterà aperta anche questo weekend per permettere a tutti coloro che parteciperanno alle feste di visitare le quattro mostre lì allestite, dedicate alla diga di Santa Giustina, all’omonimo lago e alla storia della Casa stessa, in parte riarredata, dacché quest’anno compie 350 anni.

Vittorio Sgarbi incanta i presenti con la sua lezione sul volto di Maria nell’arte

Ma il momento più intenso e partecipato, anche emotivamente, sarà la giornata di domenica con la Santa Messa alle 11 del mattino nella chiesa pievana e i Solenni Vespri e processione alle 15.30, quando i coscritti dell’anno 2000 porteranno in spalla la statua della Madonna del Carmelo fino a giungere all’ombra del grande arco monumentale che i coscritti si apprestano proprio in queste ore a terminare, rivestendo la possente struttura in legno con muschio e paglia, come insegna la tradizione revodana ormai secolare.

E proprio il parroco padre Placido Pircali, al termine della lectio di Sgarbi, ha annunciato scherzando che alla messa di domenica sarà presente il professore aspettandosi così una chiesa nuovamente gremita.

La Pro Loco di Revò, guidata dal presidente Romedio Arnoldo – conclude l’assessore Rigatti –, è in fermento in questi giorni per poter dare vita, come ogni anno, a una festa che possa essere occasione di condivisione e di incontro, specie con i tanti emigrati tornati a casa per l’occasione, e per rendere la Sagra un momento significativo nel volgere dell’anno dove davvero tutta la Comunità condivide anche il senso di appartenervi”.

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Maso Maiano apre le porte: focus su difesa, allevamento, nuove varietà e distribuzione agrofarmaci

Pubblicato

-


Proseguono gli incontri estivi organizzati dalla Fondazione Edmund Mach per aggiornare il mondo agricolo sulle novità della sperimentazione.

Dopo il focus nei giorni scorsi sulla viticoltura biologica a San Michele all’Adige con i suoi 170 partecipanti, porte aperte a Maso Part e Denno con rispettivamente 350 e 200 frutticoltori presenti, giovedì 22 agosto è la volta di Maso Maiano.

L’appuntamento è fissato per le ore 8.30.

Pubblicità
Pubblicità

Il programma prevede il saluto di apertura del direttore generale FEM, Sergio Menapace, e la formazione dei gruppi con visita alle prove.

Ogni argomento sarà ripetuto per tre turni. Ecco i temi affrontati:

Difesa in frutticoltura biologica. Andamento della ticchiolatura e primi risultati delle esperienze di gestione del patogeno. Andamento dei principali fitofagi del melo e aggiornamento situazione degli scopazzi del melo nelle aziende della Fondazione.

Allevamento in parete stretta e reti multifunzionali.

Architettura di impianto del frutteto: come ottenere una parete fruttifera partendo dal biasse fino al multiasse e al frutteto pedonabile allevato a Guyot. Forma di allevamento e potatura verde per una “frutticoltura di precisione”. Reti anti pioggia per la difesa dalla ticchiolatura.

Distribuzione dei prodotti fitosanitari.

Tecnologie e tecniche innovative per la distribuzione dei prodotti fitosanitari: applicazioni a getto proiettato (ventilatore spento) con atomizzatore, impiego di impianti di distribuzione sovra chioma su frutteti in parete stretta, trattamenti localizzati al colletto per migliorare l’impiego degli insetticidi e ridurre la deriva.

Innovazione varietale. Presentazione di alcune delle nuove varietà di melo, standard e dotate di resistenti genetiche, frutto del programma di miglioramento genetico della Fondazione Mach e di altri programmi nazionali ed internazionali.

La manifestazione si svolgerà anche in caso di pioggia.

Nel pomeriggio del 22 agosto, alle ore 16, presso l’aula magna FEM, l’Associazione Enologi Enotecnici Italiani – Sezione Trentino, in collaborazione con la Fondazione E. Mach, organizza l’incontro prevendemmiale 2019.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Ton, ecco la nuova “casa” dei vigili del fuoco volontari

Pubblicato

-


Taglio del nastro, manovre dimostrative e applausi calorosi. A conclusione dei lavori di ampliamento, la nuova caserma è stata consegnata ai vigili del fuoco volontari di Ton.

“Questo è un giorno importante, nel quale tanti cittadini hanno voluto dimostrarvi di essere al vostro fianco: la comunità trentina sente in maniera forte l’importanza dell’operato dei suoi vigili che, mossi da un forte spirito solidaristico, mettono a disposizione il loro tempo, il loro impegno, la loro fatica e in alcuni casi persino la loro vita per il bene del prossimo” ha detto il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti, rivolgendosi direttamente alle decine di pompieri schierati davanti alla struttura, che è stata oggetto di un importante intervento di ristrutturazione. “Voi – ha aggiunto il governatore – siete il fiore all’occhiello del sistema di autogoverno del Trentino”.

I lavori, iniziati nel maggio 2018, si sono conclusi nelle scorse settimane con spesa complessiva pari a 517.995,98 euro di cui 400.766,53 euro per opere ed 117.229,45 euro per somme a disposizione dell’amministrazione.

Pubblicità
Pubblicità

Prima della ristrutturazione, i vigili del fuoco volontari di Ton condividevano alcuni spazi con il cantiere comunale.

La struttura non era più adeguata a svolgere la sua funzione di caserma per via di numerose carenze di tipo logistico e funzionale. I 24 vigili attivi, ai quali si aggiungono 3 complementari, 4 onorari e 8 allievi, hanno ora a disposizione una caserma ampia e luminosa: il nuovo edificio realizzato accanto a quello esistente funge ora da autorimessa.

Grazie a questo intervento, sono stati realizzati nuovi spogliatoi, separati fra il personale maschile, femminile e allievi ed i relativi servizi igienici riservati. La sala radio si trova ora in una posizione dove è possibile avere un migliore controllo e coinvolgimento dei vigili, con le operazioni che si svolgono anche sul piazzale.

La soddisfazione questo pomeriggio era evidente sul volto dei vigili del fuoco volontari, guidati dal comandante Claudio Fedrizzi, ed emozionato è apparso anche il sindaco di Ton, Angelo Fedrizzi, accanto al quale erano presenti numerosi primi cittadini dei Comuni limitrofi e il parroco don Alessio Pellegrin. “Questa caserma è importante perché consente ai nostri vigili del fuoco volontari di poter operare con professionalità e vicinanza al territorio – sono state le parole del sindaco Fedrizzi -. Vi ringrazio per ciò che fate per la nostra comunità e per le nostre famiglie. Questa è la consegna della casa ufficiale dei vigili del fuoco volontari, ma è anche la consegna della casa della comunità: tutti i cittadini vedono in voi degli angeli custodi, pronti ad affrontare ogni emergenza e capaci di rimboccarsi le maniche anche se questo richiede di sottrarre del tempo alla famiglia e al lavoro”.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

“Fondo in Fashion” fa il pienone a Ferragosto: piazza San Giovanni stracolma per la tradizionale sfilata nel cuore del paese

Pubblicato

-


Una piazza San Giovanni strapiena ha fatto da scenografia il giorno di Ferragosto, giovedì 15 agosto, alla sfilata “Fondo in Fashion – moda, musica e spettacolo”, evento di punta della rassegna “La borgata dai mille colori” organizzata dall’associazione “Idee di Fondo”, che raccoglie i commercianti del paese, con la collaborazione delle Pro Loco di Fondo e Malosco e della Società Podistica Novella. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza