Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Tesino: spara ad un gatto, denunciato per maltrattamenti e porto abusivo di armi

Pubblicato

-

I militari della Compagnia Carabinieri di Borgo Valsugana, impegnati in servizi coordinati del territorio, disposti dal Comando Provinciale di Trento, hanno denunciato una persona per il reato di Maltrattamenti di animali.

A dare il via alle indagini è stata la denuncia di una signora di Cinte Tesino, visibilmente turbata, che si è presentata ai carabinieri di Castello Tesino,  raccontando un caso di violenza sul suo gatto.

La signora aveva con se, un referto rilasciato da un medico veterinario, che attestava il ferimento dell’animale causato da un colpo sparato presumibilmente da una carabina ad aria compressa.

Pubblicità
Pubblicità

Insieme al Luogotenente Franco Fabris, comandante della stazione, la signora ricostruisce quanto successo

«Il micio stava bene – spiega la signora – scorrazzava nel suo giardino in piena salute, poco dopo, eccolo rincasare claudicante e sofferente».

Nell’esaminarlo la proprietaria vede subito un piccolo foro seminascosto dal pelo del gatto e sotto la cute, avverte un corpo estraneo.

Al comandante risponde di non aver udito alcun rumore di sparo e che comunque, non nutre sospetti su alcuno, dato che ritiene avere un buon rapporto di vicinato con tutti.

Pubblicità
Pubblicità

I militari dell’Arma, ci mettono comunque poco a convergere i sospetti su tale B.S., italiano 59, detentore di un porto d’armi ad uso caccia.

Pubblicità
Pubblicità

Decidono quindi di eseguire una perquisizione domiciliare dell’indagato che da un esito positivo.

Viene infatti recuperato un fucile ad aria compressa con relativo munizionamento, compatibile con quello recuperato da dosso il felino.

Non solo, vengono inoltre individuati nell’appartamento, altri dieci fucili da caccia con relativo munizionamento, la cui detenzione, non era mai stata denunciata ai carabinieri.

Tutte le armi in questione, venivano sequestrate ed il porto d’armi, ritirato.

Condotto in caserma per ulteriori chiarimenti, veniva infine denunciato per maltrattamento di animali e detenzione abusiva di armi e munizioni.

Pubblicità
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Follia in Valsugana, contromano in galleria rischia una strage

Pubblicato

-

Il video incredibile, ripreso con la dash cam istallata sull’autovettura, è stato diffuso sulla pagina facebook S.O.S. Valsugana, che da anni fornisce in tempo reale un ottimo servizio sulla disastrata viabilità della Valsugana.

«Succede oggi, 17 novembre 2019 – si legge sulla pagina – il video ci è stato inviato fortunatamente da chi grazie alla sua prontezza di riflessi ha evitato il peggio ed avvisato le autorità. Qualcuno ha visto ed è riuscito a vedere modello, colore, targa del veicolo? Ore reali 16.09, orario camera non impostato correttamente»

Non è ancora chiaro dove il folle automobilista abbia potuto prendere lo svincolo contromano. Una manovra che poteva portare ad un scontro mortale viste anche le condizioni meteo di oggi. La macchina in contromano peraltro viaggia anche molto veloce mettendo a rischio l’incolumità del conducenti e della altre autovetture. 

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Valsugana: il Brenta comincia a fare paura. La situazione aggiornata

Pubblicato

-

Valsugana in difficoltà per via del Maltempo.

Viene monitorato il fiume Brenta che comincia a preoccupare anche in virtù delle previsioni meteorologiche che non sono buone. Nessuna tregua quindi da parte del maltempo sul Trentino.

Da domani sera a martedì sera infatti è attesa una nuova perturbazione con quota neve a 1200 metri (sopra i 1500 metri possibili dai 30 ai 50 centimetri di neve).

Pubblicità
Pubblicità

Il tempo dovrebbe dare una tregua tra mercoledì e giovedì ma venerdì potrebbe tornare la pioggia per tutto il week end.

Alle 13.30 circa a causa del manto stradale c’è stato un incidente all’altezza dell’uscita Cirè direzione Trento.

Sono state coinvolte 3 macchine. Sul posto i vigili del fuoco che deviano il traffico. Non vengono registrati feriti gravi.

Questa mattina alle 9.30 quasi nello stesso punto si sono scontrate due auto. Due i feriti lievi soccorsi sul posto dai sanitari di Trentino Emergenza. Si tratta di un 18 enne e un 37 enne

Pubblicità
Pubblicità

Nelle ultime 48 ore sono stati segnalati molti casi di macchine che sono finite in testa-coda a Cire all’altezza distributore Agip in direzione Trento per colpa della strada scivolosa o delle molte buche che si sono aperte a causa della pioggia battente.

Pubblicità
Pubblicità

In località Tomaselli una frana ha invaso la strada per il Tesino. Il traffico è stato deviato da Samone. (FOTO)

In Alta Valsugana nevica sopra i 1000 metri e le strade di rilievo sono tutte percorribili senza problematiche. Si segnala la formazione di molte buche sulla Strada Statale 47.

In bassa Valsugana e in Primiero nevica fra i 1800 e i 2000 metri. Non sono segnalate criticità per le strade di questo Settore e le strade di montagna sono percorribili con attrezzatura da neve.

Chiuso Passo Rolle per pericolo valanghe da San Martino di Castrozza a Passo Rolle. Chiuso passo Broccon lato primiero per lavori di esbosco piante.

Si rammenta la chiusura stagionale della S.P.31 del Passo Manghen da località Baessa (km  15+500) a località Ponte Stua nel Comune di Castello-Molina di Fiemme (km 32+500).

Si registra un piccolo smottamento lungo la SP 60 di Ospedaletto con senso unico alternato, sulla SP 39 di Samone con restringimento di carreggiata e due cedimenti del sedime stradale sulla SP 79 nel tratto attualmente chiuso per permettere le operazioni di esbosco del legname.

Il Brenta a Barco alle ore 19.15 (foto Levico Per caso)

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Accoltellamento Borgo: Teddy Cipriani rimane in carcere e non risponde al magistrato

Pubblicato

-

Teddy Cipriani, il 50enne di Borgo che ha tentato di uccidere il fratello con una coltellata (qui l’articolo), rimane in carcere con l’accusa di tentato omicidio.

Davanti al gip ha deciso di non rispondere.

In base agli elementi raccolti il giudice ha comunque deciso di mantenere la custodia in carcere vista la possibile reiterazione del reato.

PubblicitàPubblicità

Il fratello Fulvio ha lasciato ieri l’ospedale di Borgo.

Come si ricorda il 53 enne era stato vittima di un accoltellamento alla gola, ma è riuscito a salvarsi grazie al maglione e al giubbotto che hanno protetto la gola dalla lama del coltello.

La lotta tra i due fratelli continua da anni ormai attraverso altri episodi di violenza verbale e fisica a suon di denunce incrociate. I due infatti erano finiti entrambi in ospedale per una precedente rissa.  Fulvio infatti aveva già presentato una denuncia contro il fratello a causa di un’aggressione e quest’ultimo era stato ammonito dal questore.

Proprio questa ammonizione gli aveva creato molti problemi per via della sospensione della patente. Teddy infatti fa il camionista e questo aveva creato gravi ripercussioni sul suo lavoro.

Pubblicità
Pubblicità

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza