Connect with us
Pubblicità

Trento

Moon date, la festa del Muse di mezza estate

Pubblicato

-


Una originale mostra che inaugura, laboratori interattivi, dialoghi scientifici, concerti onirici e spettacoli a tema lunare: il 20 luglio è una di quelle date da segnare in agenda.

Il Muse compie sei anni e, come da tradizione, organizza una grande festa d’estate.

Ma ricorre anche il 50° anniversario dello sbarco sulla Luna: era il 20 luglio 1969 (le prime ore del 21 luglio in Italia) quando Neil Armstrong e Buzz Aldrin si posarono sul suolo lunare compiendo una missione a dir poco eccezionale nella storia dell’umanità.

Pubblicità
Pubblicità

Un doppio anniversario che il Muse intende festeggiare insieme a tutta la cittadinanza con un ricco programma di appuntamenti – tra attività educative, performance artistiche, talk tra scienza e filosofia, scatenati dj set e una nuova grande mostra – che animerà sia gli spazi interni che il grande giardino del museo fino alle 2 di notte.

Dalle 16 alle 2 di notte performance e giochi spaziali, l’inaugurazione della mostra “Cosmo Cartoons”, il talk tra scienza e filosofia con Guido Tonelli e Stefano Zecchi, il concerto dei Pink Sonic e dj set con ReacTj.

Laboratori interattivi, dialoghi scientifici, concerti onirici e spettacoli a tema lunare: il 20 luglio è una di quelle date da segnare in agenda. Il Muse compie sei anni e, come da tradizione, organizzerà una grande festa d’estate.

Ma ricorre anche il 50° anniversario dello sbarco sulla luna: era il 20 luglio 1969 (le prime ore del 21 luglio in Italia) quando Neil Armstrong e Buzz Aldrin si posarono sul suolo lunare compiendo una missione a dir poco eccezionale nella storia dell’umanità.

Un doppio anniversario che il Muse non poteva non festeggiare insieme a tutta la cittadinanza con un ricco programma di appuntamenti – tra attività educative, performance artistiche, talk tra scienza e filosofia e scatenati dj set – che animerà sia gli spazi interni che il grande giardino del museo fino alle 2 di notte.

Sarà peraltro l’occasione per inaugurare la nuova mostra temporanea, Cosmo Cartoons, dedicata alle esplorazioni spaziali partendo da un punto di vista insolito, quello dei fumetti, della letteratura, del cinema e dei videogiochi.

Un pomeriggio e una serata speciali per celebrare i 50 anni dallo sbarco del primo uomo sulla Luna: un momento di cruciale importanza per la scienza e per l’uomo che il Muse ricorda con una festa speciale che si svilupperà principalmente in quattro momenti.

Il pomeriggio sarà tutto disegnato attorno alle famiglie: giochi all’aria aperta, esperimenti, simulazioni spaziali e piccole grandi sorprese animeranno il giardino e le sale del museo a partire dalle 16.

La sera, sulla facciata del Muse, racconteremo da vicino la Luna grazie alla collaborazione con la Rai locale, che metterà a disposizione dei filmati originali dello sbarco sulla Luna trasmessi nel 1969, e al dialogo tra il fisico Guido Tonelli e il filosofo Stefano Zecchi.

A seguire andrà in scena lo spettacolo musicale dei Pink Sonic, ispirato alle sonorità dell’album The dark side of the moon.

E per chi si lascerà conquistare dalla notte del Muse, fino a tardi, il giardino del museo si trasformerà in un dancefloor di luce e musica ipnotica con uno speciale dj set.

Durante tutta la durata dell’evento, sarà possibile cenare all’aperto grazie ai food truck presenti per l’occasione.

PROGRAMMA

Dalle 16 alle 21, sale e giardino del Muse (durante il pomeriggio il museo sarà ad ingresso gratuito)
All’interno delle sale del museo saranno programmati laboratori interattivi, approfondimenti e attività creative a tema lunare per famiglie, bambini e ragazzi di tutte le età:

LABORATORI INTERATTIVI a fruizione libera fra cui i laboratori Nintendo Labo che permetteranno si trasformare semplici pezzi di cartone in navicelle spaziali alla scoperta della Luna e la costruzione di storie spaziali, nell’area Maxi Ooh!, dedicata al pubblico dei più piccoli con i-Theatre, un particolare tavolo che trasformerà i bambini in registi in erba facendo loro creare delle storie partendo dai dei disegni che diventeranno immagini video.

SABER GUILD con l’accademia della spada laser e rilascio di attestato finale

PLANETARIO e SoS FOR ALL attività dedicate alla stelle e all’Universo con pillole su Rover Marte

GREEN SCREEN, l’opportunità di simulare azioni impossibili sulla Luna o su altri pianeti ancora da varcare, come Marte.

Per i più piccoli la possibilità di tattoo lunari e trucchi a tema, per i più grandi la possibilità di farsi truccare da una truccatrice professionista che contribuisce a creare effetti speciali nel cinema.

GIOCHI DA TAVOLO a tema per parlare di spazio e Universo anche attraverso il linguaggio dei giochi cooperativi e di strategia a cura di Volkan – La Tana dei Goblin Trento

CONCERTO “CARTOONS AND MOON THEME” con i Jesbam alle 18.30, perché la Luna ha sempre affascinato poeti e musicisti di tutte le generazioni

SPAZIO VINTAGE per non dimenticare quanti videogiochi sullo spazio si sono sviluppati prendendo spunto proprio dalla Luna a cura di Eugenio Dorigati

FUMETTI NELLO SPAZIO un workshop per imparare a realizzare la propria striscia personale e a vedere con occhi diversi i fumetti (a cura di Studio Mostarda di Laura Spianelli e Simone Delladio)

MAGIC MOMENT ore 18: inaugurazione della mostra COSMO CARTOONS alla presenza di Guido Tonelli

MERENDA per tutti: grazie ai partner del Muse – Conad e Ricola – le famiglie potranno nell’arco del pomeriggio usufruire di uno spuntino rigenerante. Non mancherà, ma sarà su prenotazione, anche la merenda dell’astronauta per scoprire cosa mangiano gli astronauti nello spazio.

Dalle 20.45 alle 21.45, Parco del Muse

SALUTO DELLE AUTORITÀ– ore 20.45

DIALOGO FRA SCIENZA E FILOSOFIA PENSANDO ALLA LUNA – ore 21.15

Il fisico e divulgatore scientifico Guido Tonelli, uno dei protagonisti della scoperta del bosone di Higgs al Cern di Ginevra, dialogherà con il filosofo Stefano Zecchi. Durante il talk saranno proiettati sulla facciata del Muse i filmati originali dell’epoca.

L’evento è organizzato in partnership con Rai locale nell’ambito del “RAI Moon Day”, iniziativa che coinvolge tutte le Sedi regionali della Rai in occasione del 50° anniversario dell’allunaggio.

ALLA SCOPERTA DI GIOVE – dalle 21.15 alle 22.15
Osservazione del cielo notturno con il telescopio.

Dalle 21.45 alle 24, Parco del Muse:

CONCERTO DEI PINK SONIC

L’essenza dei Pink Floyd riproposta ai giorni nostri. Musica, luci, laser e l’immancabile cerchio del diametro di 5 metri ove vengono proiettate ispirate immagini oniriche e le 32 teste mobili che lo contornano, che creano disegni luci superbi, rendono questo show uno spettacolo unico ed esaltante, che pone, ancora più dell’aspetto tecnico, l’aspetto emotivo al centro dello straordinario spettacolo.

Dalle 24 alle 2, Parco del Muse:

Intervento performativo sia nella realizzazione dei suoni che rispetto alle proiezioni video dei performer ReactTj e Vj Sabota, appositamente adattato per l’occasione celebrativa dello sbarco sulla Luna. Questa tecnologia permette di programmare un’ora di musica grazie alla speciale consolle costituita da un “tavolo tecnologico”. A seguire, ci sarà un’altra ora di musica con dj Mister V e Fabri.

Pubblicità
Pubblicità

Trento

Si tuffa dalla Torre dell’Orso, grave un sedicenne trentino in vacanza

Pubblicato

-


Un tuffo pericoloso dal costone roccioso dell’Orsetta a Torre dell’Orso potrebbe costare carissimo a un sedicenne trentino.

Il ragazzo, che da ieri è nel Salento per le vacanze assieme ai propri famigliari, si è infatti lanciato con una capriola dalla falesia in un tratto transennato per pericolo di crollo.

Una sciocchezza che potrebbe costarli la vita.

Pubblicità
Pubblicità

Dopo il lancio nel frequentato tratto della baia, i bagnanti lo hanno visto riemergere privo di coscienza e hanno dato l’allarme.

Immediati i soccorsi da parte dei bagnini dello stabilimento vicino, il “Lido l’Orsetta”, e poi dagli operatori del 118 e militari della guardia costiera dell’Ufficio marittimo di San Foca, tutti accorsi a bordo delle idromoto.

All’arrivo dei soccorritori, il ragazzino era tornato cosciente ed è stato allacciato a una barella spinale, per garantirgli l’immobilità visto il serio sospetto che nell’urto con gli scogli abbia riportato un trauma alla spina dorsale.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Tonina: nessun ritorno alla politica delle seconde case. Sì al riuso del patrimonio edilizio esistente.

Pubblicato

-


No all’ulteriore consumo del territorio e nessun ritorno alla politica delle seconde case.

Sì alla continuità con le scelte compiute dalle Giunte nel decennio 2005-2015 attraverso le leggi provinciali che hanno frenato la proliferazione degli alloggi destinati a fini turistico-ricreativi.

Questa in sintesi la risposta dell’assessore all’urbanistica e all’ambiente Mario Tonina (nella foto) a un’interrogazione del consigliere del Pd Luca Zeni.

Pubblicità
Pubblicità

Nel chiedere lumi sulla posizione dell’esecutivo, Zeni sosteneva che il “Trentino a trazione leghista apre all’edificazione delle seconde case, incentivando in tal modo un ulteriore consumo del territorio a scapito dell’economia alberghiera e della qualità ricettiva“. Così – proseguiva – si contribuisce “a scalmierare il mercato immobiliare, mantenendo alto il costo delle abitazioni per le giovani coppie”.

Con la sua risposta Tonina respinge anche l’accusa rivolta da Zeni alla Giunta di proporre un modello afflitto da “strabismo”.

Secondo il consigliere, infatti, l’esecutivo è in “palese confusione “, con un presidente “che riafferma l’ormai trito ritornello possibilista” sulla cancellazione di quel che di positivo si era pur fatto fin qui nei settori dell’edilizia e dell’urbanistica per la difesa dei nostri territori di montagna, e un “Vice Presidente che sostiene l’esatto contrario, nell’assordante silenzio dell’albergatore assessore al turismo”.

L’assessore smentisce:è noto e condiviso – scrive – che la legge provinciale 16 del 2005 ha contribuito alla tutela del territorio e del paesaggio e insieme alle esigenze abitative primarie e alla qualificazione del settore turistico”.

E per fugare ulteriormente i dubbi rassicura: “le recenti modifiche introdotte in materia urbanistica con la legge 2 del 2019 hanno confermato tale disciplina”.

Il provvedimento, precisa Tonina, si è limitato ad elencare nella legge i casi, prima demandati a regolamento, di possibile autorizzazione per l’utilizzo temporaneo di un alloggio destinato a residenza ordinaria come alloggio per tempo libero e vacanze.

Quanto al futuro, conclude, “eventuali interventi normativi sulla disciplina urbanistica provinciale verranno condotti solo sulla base di un adeguato approfondimento delle dinamiche di trasformazione del patrimonio esistente e dopo aver ponderato i possibili effetti sull’assetto del territorio”.

L’obiettivo dell’amministrazione provinciale, insomma, è favorire il riuso del patrimonio edilizio esistente servendosi di più strumenti, come dimostrano anche gli incentivi per il recupero dei centri storici.  

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Trento

Nella notte tenta il furto in un B&B al quartiere le Albere. Arrestato nigeriano per rapina, ricettazione e resistenza

Pubblicato

-


I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Trento hanno arrestato in flagranza di reato il 19enne D. I., nigeriano, poiché ritenuto responsabile di rapina impropria, resistenza a pubblico ufficiale e ricettazione.

Nelle prime ore di oggi, lunedì 19 agosto 2019, intorno alle ore 01,50, il nigeriano si è introdotto all’interno di un “B&B” di piazza Donne Lavoratrici presso il quartiere delle Albere dove, per impossessarsi di un telefono cellulare di proprietà di un ospite, non ha esitato ad aggredire un altro cliente per garantirsi una via di fuga.

Tale condotta veniva bloccata da ulteriori ospiti presenti nel “B&B” che trattenevano l’extracomunitario fino all’arrivo de dei militari operanti, nel frattempo allertati a seguito della richiesta di intervento pervenuta sul numero unico di emergenza.

Pubblicità
Pubblicità

Anche contro quest’ultimi, il fermato assumeva un atteggiamento di violenta resistenza che, comunque, non provocava nessuna conseguenza.

L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato trattenuto presso il Comando di via Barbacovi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per il processo in direttissima.

Nella mattina di Domenica u.s. (18.08.2019), in una via del centro è stato fermato un pregiudicato già destinatario di una misura cautelare restrittiva emessa dall’A.G. trentina. S.F. minorenne tunisino, oltre ad essere stato sottoposto alla misura cautelare e conseguentemente tradotto presso il Carcere Minorile di Treviso per scontare giorni trenta di reclusione è stato segnalato per violenza e resistenza nei confronti dei militari intervenuti.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza