Connect with us
Pubblicità

Trento

120 mila euro per la messa in sicurezza della piazzetta di Melta

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

La Piazza di Melta denominata anche “stretta di Melta” presenta delle problematiche importanti dal punto di vista del traffico veicolare e pedonale.

Il presente progetto prevede quindi di migliorare la sicurezza della zona collegando il percorso pedonale a nord della “stretta” con quello posto a sud; essendo uno posto sul lato ovest della via Melta e l’altro sul lato opposto, inevitabilmente sarà necessario posizionare un attraversamento pedonale in posizione tale da permettere una visuale ottimale per chi vuole attraversare la strada in sicurezza.

La manovra di attraversamento dei pedoni e l’uscita dei veicoli da via Benedetti è attualmente molto pericolosa perchè la visibilità verso nord è decisamente compromessa dall’andamento non rettilineo della via di Melta in prossimità della piazza.

Pubblicità
Pubblicità

Con il presente intervento si intende quindi rendere meno “tortuosa” la via; sul lato est si rende quindi necessario demolire un tratto di marciapiede (avente larghezza molto contenuta e insufficiente ad un transito sicuro dei pedoni) e relativo muro di recinzione; sarà necessario inoltre il taglio e la demolizione dei muri che delimitano la strada (p.f. 1944/1) che scende da est perpendicolare alla sede stradale principale.

Verrà quindi realizzato un marciapiede – avente larghezza di un metro e mezzo – che permetterà quindi di collegare quello esistente alla piazza.

In questo tratto si prevede inoltre di eliminare la fermata dell’autobus in quando attualmente si trova in una posizione tale da costituire elemento di disturbo alla visibilità generale dell’andamento della strada in quando situata in curva; spesso i veicoli che giungono da sud e si trovano l’autobus fermo in carreggiata per far salire e scendere gli utenti tendono ad accentrarsi nella loro traiettoria per poter traguardare in lontananza il sopraggiungere o meno nel verso opposto di qualche vettura per poter così superare il suddetto autobus.

Pubblicità
Pubblicità

Tale visibilità non c’è attualmente e quindi il comportamento non corretto di taluni automobilisti crea sicuramente situazioni di notevole pericolo. Per questo motivo si ritiene di anticipare verso sud di 40 metri circa la suddetta fermata dell’autobus posizionandola sul rettilineo (fronte p.ed. 1789).

Il lato est della piazza sarà delimitato da una cigliatura a raso per definire meglio la sede stradale: attualmente solo la segnaletica orizzontale evidenzia il limite della carreggiata rispetto alla proprietà privata.

Sul lato ovest della via di Melta verrà costruito un marciapiede (larghezza media 120 cm) avente le medesime caratteristiche costruttive di quello sul lato opposto; tale percorso collegherà la via Benedetti con la fermata dell’autobus posta a nord della stretta.

Sono previsti tre passaggi pedonali: uno posto in corrispondenza dell’incrocio via Benedetti – Via di Melta, uno in prossimità della p.ed. 283/3 e il terzo di fronte al panificio.

La sede stradale avrà larghezza di circa 6 metri e mezzo; in corrispondenza della stretta saranno garantiti il minimo di sei metri.

Oggi è previsto l’inizio dei lavori, l’obiettivo è di ultimarli per l’inizio del periodo scolastico, 120 mila euro il costo. In dettaglio si inizia dal ciglio est della via di Melta.

L’illuminazione pubblica non subirà modifiche.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Italia ed estero2 ore fa

Clamoroso ai mondiali del Qatar: fermati per corruzione quattro italiani a Bruxelles

Valsugana e Primiero2 ore fa

Viabilità, revocato ad Ospedaletto il divieto di transito dei mezzi superiori a 7,5 tonnellate diretti verso Trento

Trento2 ore fa

Morto Eugenio Tani, l’imprenditore diventato leggenda

Musica2 ore fa

Terzo appuntamento jazzistico al Museo Diocesano Tridentino dedicato a Chick Corea

Val di Non – Sole – Paganella3 ore fa

La Fondazione Cassa Rurale Val di Non premia gli studenti meritevoli: in palio 9 borse di studio per le tesi di laurea magistrale sulla valle

Italia ed estero3 ore fa

Prevenzione, la Francia annuncia: “Preservativi gratuiti per i ragazzi”

Spettacolo5 ore fa

È in arrivo “Avatar, la via dell’Acqua”, uno dei titoli più attesi dell’anno

Rovereto e Vallagarina5 ore fa

A Rovereto la povertà preoccupa: numerose le famiglie in difficoltà

Le ultime dal Web5 ore fa

Celine Dion: “sono affetta da un raro problema neurologico”

SALUTE5 ore fa

Allarme influenza stagionale: quanto dura e i sintomi

Vita & Famiglia5 ore fa

Cappato si autodenuncia per morte di un 44enne. Pro Vita & Famiglia: «Giustizia faccia suo dovere, punisca chi promuove morte a fragili»

Val di Non – Sole – Paganella16 ore fa

Andalo, cambia il sistema di conferimento dei rifiuti da parte delle aziende

Italia ed estero17 ore fa

Addio al bonus 18enni, i fondi a spettacoli ed editoria

Val di Non – Sole – Paganella18 ore fa

L’intera Val di Non imbiancata: Vigili del Fuoco al lavoro

Trento19 ore fa

Ordine Infermieri: «Restituire ai pazienti la vicinanza dei familiari significa restituire un diritto umano»

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento3 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Io la penso così…1 settimana fa

Coredo: «I maiali che mangiavano fango: il veterinario si dimetta»

Trento2 settimane fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Io la penso così…5 giorni fa

Sono fan dei Maneskin…ma quando si esagera non va bene

Trento3 giorni fa

Circonvallazione ferroviaria Trento: pian piano la verità viene a galla

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento3 settimane fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Trento1 settimana fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Le ultime dal Web4 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Meteo3 giorni fa

Da giovedì sera sul Trentino torna la neve anche a quote basse

Trento4 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Val di Non – Sole – Paganella6 giorni fa

Paura nella notte a Cles: a fuoco un’abitazione in zona Spinazzeda

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza