Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Tragedia a Denno: trentenne rumeno muore schiacciato dal carro raccolta

Pubblicato

-

Tragico incidente oggi nel tardo pomeriggio nelle campagne di Denno a nord del maso Dusini

Un ragazzo rumeno di 30 anni, Bogdan Andrei Boncea, in Val di Non per un lavoro stagionale, ha perso la vita dopo essere stato travolto dal carro raccolta.

Le cose non sono ancora del tutto chiare, e la dinamica dovrà essere ricostruita dopo gli accertamenti dei carabinieri di Denno e degli ispettori dell’Uopsal, l’Unità operativa di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro.

Pubblicità
Pubblicità

Le file di piante nel prato teatro dell’accaduto sono piane, anche se il prato è in leggera salita.

Quindi nessuno sa darsi una ragione per quanto successo.

Pubblicità
Pubblicità

Probabilmente a causare l’incidente è stata una manovra errata, nonostante il carro raccolta proceda sempre a una velocità molto ridotta.

Sul mezzo c’erano due persone: una è riuscita a saltare giù, uscendone miracolosamente incolume, mentre il trentenne rumeno è rimasto schiacciato dal carro che si è ribaltato in una rampa.

Pubblicità
Pubblicità

Sul posto sono subito intervenuti l’ambulanza di Trentino emergenza e da Trento si è alzato l’elisoccorso,  ma per il ragazzo non c’era più niente da fare.

Sentito il magistrato di turno, il corpo della vittima è stato ricomposto nella camera mortuaria del cimitero del paese.

L’operaio romeno è la decima vittima del lavoro da inizio anno in Trentino Alto Adige.

 

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Si è alzato il velo sulla nuova associazione Giovani Soci Cassa Rurale Val di Non

Pubblicato

-

La sala polivalente di Tassullo sabato sera era gremita per la presentazione dell'associazione Giovani Soci Cassa Rurale Val di Non

Sala gremita e clima particolarmente frizzante (non solo per le bollicine durante il brindisi finale) sabato sera a Tassullo per la presentazione della nuova associazione Giovani Soci Cassa Rurale Val di Non, realtà nata dalla fusione dei club d’Anaunia e di Tuenno-Tassullo-Nanno che hanno deciso di unire le forze. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

PubblicitàPubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Probabile intossicazione alimentare per oltre 60 alunni delle medie di Noceto a Folgarida. 9 in ospedale e cucina sotto sequestro

Pubblicato

-

Oltre 60 ragazzi della scuola media Biagio Pelacani a Folgarida per la “settimana bianca” hanno manifestato i sintomi di una probabile intossicazione alimentare.

Lo riporta oggi la Gazzetta di Parma

L’esperienza sulla neve, che si ripete ogni anno, è iniziata lunedì 27 quando da Noceto sono partiti 112 studenti e 8 insegnanti per raggiungere la nota località trentina.

Pubblicità
Pubblicità

9 ragazzini, che manifestavano i più preoccupanti segnali di disidratazione, sono stati ricoverati negli ospedali locali, mentre il resto del gruppo è sotto il controllo di un’equipe medica.

Mobilitata anche la protezione civile. La dirigente Paola Bernazzoli e la vicepreside Francesca Saccani stanno raggiungendo il gruppo mentre è stato organizzato il rientro anticipato, che avverrà solo quando ci sarà il permesso dei sanitari.

Pubblicità
Pubblicità

La cucina dell’albergo che ospita i ragazzi, è stata posto sotto sequestro da Polizia e Nas che effettueranno le indagini. I ragazzi ricoverati dovrebbero essere dimessi in giornata. Anche alcuni genitori sono in viaggio verso Folgarida.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

C’è una «Val di Non» anche in Costarica

Pubblicato

-

In località «La Fortuna»,  una delle regioni del Costarica immersa nelle foreste tropicali qualcuno ha aperto una pizzeria dal nome «Val di Non»  

«La Fortuna» è un borgo turistico per eccellenza, dove è possibile fare il giro del mondo gastronomico semplicemente passeggiando sulla via principale e che offre alternative di alloggio dalla più lussuosa alla più semplice (diciamo pure fatiscente).

In questo mondo c’è anche la Pizza Italiana che parrebbe avere in qualcuno della val di Non uno dei suoi interpreti.

PubblicitàPubblicità

Pare che la pizzeria sia stata avviata da una famiglia che risiedeva a Cles e che poi si è trasferita in Costarica nel 2011.

Lui cuoco pizzaiolo , la moglie cameriera hanno aperto in località La Juela, Costarica , la Pizzeria Val di Non.

Pubblicità
Pubblicità

Una curiosità: uno dei famigliari ha trapiantato un melo importato dalla val di Non nel giardino di questa pizzeria. Per ora non si conoscono i risultati.

Certo l’immagine non è delle più affascinanti, e nemmeno la strada per arrivarci sembra comoda e sicura. Ma confidiamo nella bontà della Pizza, che se cucinata da un italiano è sempre la migliore di tutte.

Pubblicità
Pubblicità

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza