Connect with us
Pubblicità

Arte e Cultura

Alle Albere la mostra “Viaggio nel colore e nel segno”

Pubblicato

-

Viaggio nel colore e nel segno: opere di Aldo e Renato Pancheri a dieci anni dalla sua scomparsa” è il titolo della mostra che verrà inaugurata oggi venerdì 12 luglio, nella splendida cornice di Palazzo delle Albere di Trento.

L’esposizione, curata dal giornalista e critico d’arte Waimer Perinelli, con il patrocinio della Provincia autonoma di Trento e del Comune di Trento, è dedicata alle opere di due figure di spicco dell’arte trentina: Renato e Aldo Pancheri, padre e figlio.

Il cinquecentesco Palazzo delle Albere aprirà così le proprie porte al pubblico da sabato 13 luglio 2019, offrendo la possibilità di poter ammirare le opere dei due artisti fino a domenica 25 agosto 2019.

Pubblicità
Pubblicità

La mostra è stata presentata questa mattina nel corso di una conferenza stampa da Waimer Perinelli (giornalista e critico d’arte), Aldo Pancheri (artista), e Annachiara Marangoni (poetessa), alla presenza di Corrado Bungaro (assessore alla Cultura del Comune di Trento), che ha voluto sottolineare l’importanza di dedicare una mostra a questa famiglia di artisti.

«Ci tengo a ringraziare la famiglia Pancheri perché, attraverso la loro arte, hanno saputo portare il nome di Trento nel mondo» ha commentato l’assessore Bungaro.

Aldo e Renato Pancheri rappresentano due importanti figure nel panorama dell’arte contemporanea trentina.

Pubblicità
Pubblicità

Padre e figlio sono infatti l’anello di congiunzione fra un Post-impressionismo modificatosi in tempi brevissimi con una componente espressionista del padre e recenti ricerche cromatiche e grafiche del figlio. Renato, scomparso dieci anni fa, ha sviluppato negli anni una personale indagine della natura servendosi di una grande colorata sensibilità.

Aldo, invece, dipinge con intensa liricità sia composizioni astratte con forme in equilibrio dinamico sia immagini figurative a cui si può anche associare una dimensione poetica.

Prima di essere una raccolta di opere d’arte, la mostra dedicata a Aldo e Renato Pancheri è prima di tutto un incontro fra artisti, appartenenti ad una famiglia di artisti.

Come ha scritto il poeta campano Alfonso Gatto, Aldo proviene da una «casa di pittori», dato che la famiglia Pancheri ha da sempre un forte e stretto legame con l’arte. A tal proposito, dobbiamo per l’appunto ricordare Gino Pancheri, fratello e zio dei due artisti.

Renato ha affidato tutta la sua arte al contrasto cromatico della natura, prati, campi e paesaggi ricchi di luce e armonia. In proposito scriveva Elena Pontiggia nel 1996:

«Ma quello che ci interessa non sono più i singoli elementi, la cronaca delle vegetazioni, la partita doppia dei cieli, i diari delle acque. Quello che ci interessa è la vibrazione, il respiro che si impadronisce di ogni elemento. E che, al di là delle circostanze, delle ore e delle stagioni, testimonia di una energia vitale che non si interrompe, che è più forte di ogni pensiero, più sapiente di ogni scienza».

Un miracolo, dimmi una cosa che non sia un miracolo” scrive Osvaldo Licini: potrebbe essere questa una didascalia ideale per i quadri di Renato Pancheri.

Nei suoi anni di attività come pittore, Aldo ha in parte legato il suo nome al “MAT” “Movimento Arte Timbrica” (ne è l’inventore), evidenziando la possibilità di potersi servire di uno strumento quale il timbro (che risale a più di 10.000 anni or sono) per la realizzazione di un nuovo stilema.

Dal 2014 ha iniziato così una serie di esposizioni sia personali che collettive in Italia e all’estero. In una premessa critica per la Fondazione Matalon a Milano, Claudio Cerritelli ha dichiarato:

«Seguendo le differenti stagioni della sua ricerca espressiva si avverte un continuo oscillare tra la memoria della natura e il desiderio di fissare le traiettorie mutevoli dell’immaginazione, congiungendo opposte atmosfere dello sguardo, fluidi bagliori del colore e misurate ambivalenze del segno».

In occasione dell’inaugurazione di venerdì 12 luglio, che si terrà alle ore 18 al Palazzo delle Albere, Aldo Pancheri incontrerà, attraverso l’arte, il padre Renato, scomparso dieci anni fa. Si tratta di un incontro fra artisti, di un evento umano e artistico molto importante nella storia della pittura trentina.

Sarà un’occasione per riflettere sull’esperienza di tutti i nostri artisti contemporanei e sulla situazione dell’arte.

Si ricorda, infine, che la mostra con le opere di Aldo e Renato Pancheri sarà visitabile da sabato 13 luglio fino a domenica 25 agosto 2019, con orario continuato dalle ore 10.00 alle ore 18.00, dal martedì alla domenica compresa.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey
    L’anno del Covid è stato anche l’anno dello smart working, un’autentica rivoluzione per molti lavoratori e l’Istituto Mckinsey fa luce sulle trasformazioni a cui il mondo del lavoro dovrà adeguarsi. Il report Mckinsey Alla crisi... The post Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey appeared first on Benessere Economico.
  • Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo
    Le dinamiche di internet hanno ormai cambiato le logiche di progettazione e di prenotazione della vacanza. A questo, si aggiungono gli sconvolgimenti finanziari che sono alla base delle crisi economiche innescando meccanismo viziosi. Il mercato... The post Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo appeared first on Benessere Economico.
  • Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti
    Il mondo cambia in fretta, a volte più velocemente di quanto previsto. In questo senso l’arrivo del Covid ha straordinariamente accelerato tutti i processi: da quelli economici, ai naturali fino a quelli lavorativi. Il lavoro... The post Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti appeared first on Benessere […]
  • Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli
    Negli ultimi anni gli imprenditori agricoli under 35 sono aumentati del 12%. Per facilitare questa transizione verso la terra esistono possibilità come ISMEA che permette di aiutare, anche economicamente i giovani che scelgono questa strada.... The post Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli appeared first on Benessere Economico.
  • Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare
    La svolta crescente dell’online parla anche di risparmio e sostenibilità ecco perché le bollette cartacee sono ormai superate. L’arrivo del digitale ha convertito molti utenti ad entrare nel circuito delle bollette online, pagabili su rete... The post Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare appeared first on Benessere Economico.
  • Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco
    L’Agenzia delle Entrate rinforza l’organico e assume due mila “ agenti segreti” per potenziare la lotta all’evasione. Con i fondi del Recovery Fund arriveranno anche nuove assunzioni mirate proprio a rinforzare il campo della lotta... The post Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco appeared first on Benessere Economico.
  • Un ponte sottomarino galleggiante: l’incredibile scommessa della Norvegia
    Un tunnel che galleggia a mezz’acqua nel mezzo di un fiordo, con macchine che sfrecciano su entrambe le direzioni e poco sotto un abisso blu profondo oltre mille metri. Si tratta della scommessa della Norvegia, un progetto avveniristico essenziale per superare il principale problema di trasporto nel Paese. Lo studio realizzato da un team di […]
  • E’ consigliabile scegliere letture rilassanti, leggere brutte notizie fa male
    Leggere cattive notizie fa male. L’espressione che descrive la tendenza di continuare a guardare e navigare ossessivamente tra le notizie cattive anche se risultano tristi scoraggianti o deprimenti è stata rinominata dall’inglesismo: Doomscrolling. Il termine è composto da due parole: “doom” che riporta a tutto ciò che è catastrofico e, “ scrolling” si riferisce al […]
  • Le foreste rinascono dai fondi del caffè
    Troppe volte siamo stati abituati a gettare cose che, a differenza dall’aspetto, possono essere davvero utili per le persone, la natura e la vita. Così come risveglia milioni di persone in tutto il mondo, esattamente lo stesso può fare con le foreste: Il caffè o meglio il suo scarto può infatti essere davvero utile per […]
  • Vigilius Mountain Resort, dove purificarsi dallo stress della vita quotidiana
    Niente automobili, nessun rumore, niente stress. Solo natura e pace. Non ci sono strade che portano al Monte San Vigilio, si arriva solo dopo una breve salita in funivia. Qui l’aria sa di larice e di libertà. L’hotel a 5 stelle vigilius mountain resort si accoccola nella natura, diviene tutt’uno con essa, così semplice e […]

Categorie

di tendenza