Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Liceo “Antonio Rosmini” di Rovereto: ben dodici studenti hanno raggiunto il 100

Pubblicato

-

All’indomani dell’ultima prova orale al Liceo “Antonio Rosmini” di Rovereto ben dodici studenti hanno raggiunto “quota 100”.

 Caterina Iossa ha superato tutti arrivando al 100 e lode.

4 dei dodici cento sono stati espressi dalla classe quinta BS

Pubblicità
Pubblicità

Non sono stati da meno altri ventidue studenti che hanno ottenuto una valutazione fra 90 e 99.

Pare insomma che il liceo roveretano goda di ottima salute

Ma ecco tutti i voti:

5AC : Giorgia Assara 78, Anna Bruschetti 83, Federico Cainelli 71, Nicolò Capovilla Testa 100 , Anna Contrini 80, Andrea Deimichei 82, Valentina Garniga 85, Anna Mazzucchi 95, Giacomo Mazzucchi 100 , Elena Rosà 86, Silvia Sartori 97, Anna Svaizer 86, Noa Terzi 81, Chiara Turri 90, Giulia Valduga 83.

5AL : Asia Azzolini 92, Nadege Bisoffi 100 , Amal Bouanane 72, Alice Campostrini 76, Alessandra Ciaghi 90, Ester Dainese 100 , Elisa De Gaetano 85, Emma Fontanella 76, Libero Leoni 85, Katherine Omezzolli 80, Gemma Paniz 88, Nadia Saadi 63, Alessio Settembrino 73, Ahlam Taik 67, Maria Teresa Talarico 92, Stefania Valle 67, Alma Vugdalic 82.

5BL : Arianna Albertini 69, Lucia Burli 90, Giulia Cescatti 84, Giulia Emanuelli 92, Beniamina Filagrana 77, Filippo Giacomazzi 70, Arianna Gubert 74, Bianca Irlando 93, Daria Lauri 73, Beatrice Malfer 78, Giulia Merola 78, Ellida Odorizzi 84, Klaudia Palaj 67, Giorgia Parolari 77, Elisabetta Pelella 98. Pietro Santuari 67, Victoria Tagliani 68. Davide Toniatti 91, Vanessa Trevisan 68, Martina Vivaldi 86, Mattia Chiesa 72.

5CL : Giulia Ademi 85, Linda Aloisi 74, Martina Angelini 80, Anna Armani 80, Agnese Battisti 80, Anna Castellani 89, Sara Cavagna 62, Nicole Cecchini 90, Melania Cescatti 100 , Bianca Felipe 72, Anna Filippini 87, Beatrice Foss 82, Alyssa Gabrielli 78, Barbara Giordani 75, Nicole Larentis 74, Sofia Manica 85, Vanessa Matteotti 73, Alessandra Zampol 75.

5AS : Laura Bisoffi 94, Giulia Calabri 70, Federico Carbone 76, Federica Cimmino 94, Eleonora Ciuciulla 67, Elena Divino 62, Nicol Feltrinelli 64, Daniele Gelmini 82, Vittoria Giordani 96, Alessandro Lenti 76, Maria Mattioli 67, Gabriele Piamarta 65, Giulia Prezzi 88, Massimiliano Prosser 97, Daniele Ruzzenenti 81, Doris Vukojevic 76.

5BS : Martina Benatti 83, Ottavia Benazzoli 100 , Agnese Bonazzo 71, Sebastian Bortolotti 75, Samuele Cabitza 78, Alessandro Cainelli 62, Cesare Massimo De Fanti 61, Manfredi Di Blasi 87, Jacopo Endrizzi 100 , Yasmin Errais 66, Sara Gaiardelli 70, Chiara Giordani 100 , Jonathan Lanaro 63, Lorenzo Lovato 82, Giulia Manica 61, Chiara Moschini 80, Antonio Oliviero 62, Alice Picollo 85, Felicia Roman 100 , Sara Zandonai 68, Anna Zandonati 70, Riccardo Zanoni 90.

5CM : Nicolò Agosti 68, Anna Amplatz 79, Letizia Baldo 66, Andrea Bianchi 70, Jacopo Bartoletto 90, Martina Costa 80, Sara D’Alessandro 73, Michael De Martin Bonifazi 66, Giuseppe Di Maria 79, Fabio Furchì 76, Vasile Nemes 60, Elisa Perenzoni 74, Federico Pontalti 65, Hendri Qamo 78, Lorenzo Rizzello 70, Alessandra Sessa 80, Raffaella Sessa 84, Nicola Vergari 100 

5DM : Lorenzo Baldessarini 85, Maria Eugenia Boccardi 98, Alberto Collini 79, Emanuela Costanzino 83, Giovanni Dalbosco 72, Amerigo De Pisapia 68, Aya Essamih 76, Alessandro Fait 65, Raffaele Ferrari 95, Erica Marcon 78, Sasa Radosavljevic 73, Anna Righi 83, Samantha Valduga 98, Eva Venturi 98.

5EM : Axel Bertolini 75, Pietro Dalbosco 81, Erisa Dauti 65, Federica Dossi 70, Lisa Galvagni 83, Alessandro Gazzini 64, Riccardo Guarrera 71, Caterina Iossa 100 e lode , Michelangelo Olivier 75, Alice Pasini 84, Chiara Pezzato 81, Tobia Rauzi 63, Nicolò Roati 85, Matteo Scarpiello 100 , Lorenzo Tomazzoni 71.

Pubblicità
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Giunta Rovereto, Di Spirito: «l’Assessore Chiesa si accorge che il centro di Rovereto vive una crisi»

Pubblicato

-

La campagna elettorale a Rovereto è ufficialmente iniziata.

Ieri su un media locale è apparso un articolo nel quale l’assessore Ivo Chiesa annunciava di porre in atto dei provvedimenti per ravvivare l’economia del centro storico di Rovereto.

Interpellato sulla questione il consigliere di circoscrizione Giuseppe Di Spirito dichiara: ”Fratelli d’Italia è 4 anni che in circoscrizione lamenta che l’assessorato al commercio non ha mai fatto niente. L’assessore sembra essersi accorto solo ora, a ridosso delle elezioni comunali, della profonda crisi del centro storico di Rovereto».

Pubblicità
Pubblicità

Ivo Chiesa ha dichiarato inoltre di voler abbassare IMU e TARI a tutti i negozi vuoti sembra lanciare un messaggio forte e chiaro ai potenziali elettori.

Della serie insomma, mi ricordo dei piccoli imprenditori del centro storico solamente quanto si è vicini ad un appuntamento elettorale.

Secondo il consigliere circoscrizionale molti cittadini e commercianti da tempo chiedono il sostegno della giunta comunale con azioni concrete e non con spot elettorali fini a se stessi. Ma nulla è mai arrivato e il centro è stato sempre dimenticato.

«Un progetto di rilancio del centro storico richiederebbe uno sforzo lungo almeno una legislatura, – aggiunge Di Spirito –  fatta di un piano e di una strategia  mirata unita alla  sinergia tra commercianti, cittadini e Comune. Un progetto con fini ben precisi e un percorso che porti ad avere un accesso facile con parcheggi adeguati. Passeggiate ben illuminate e zone tematiche magari per potersi rilassare sorseggiando un buon vino Trentino. Il punto dolente è che troppo spesso certe tematiche divengono importanti solo a ridosso di un ritorno elettorale per poi finire nel dimenticatoio per altri 5 anni».

È cosa risaputa da tempo che molte zone del centro soffrono e in taluni casi i commercianti con problematiche di micro criminalità si sono arresi perché nessuno li ha ascoltati.

Sicuramente la concorrenza di Internet porta più difficoltà nel competere sul piano retail ma Rovereto ha strutture e prodotti unici (Mart, produttori locali ecc.) che potrebbero diventare il fiore all’occhiello di una economia radicata sul territorio.

«Il Centro Storico non merita di essere lasciato a se stesso –  conclude il consigliere – per questo motivo leggendo quanto proposto dall’assessore Ivo Chiesa mi sono chiesto dove fosse stato per tutti questi ultimi 4 anni.»

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Rovereto: le aziende assoldano vigilantes, il fallimento della politica buonista

Pubblicato

-

A Rovereto le agenzie interinali sembrano non sentirsi al sicuro.

Basta passeggiare per il centro per notare che una famosa Agenzia interinale ha deciso di correre ai ripari assoldando le guardie giurate per presidiare sia il luogo di lavoro che per proteggere l’incolumità fisica sia dei clienti che dei lavoratori.

Grande assente, l’amministrazione di Rovereto.

Pubblicità
Pubblicità

Come di ricorda nella notte del 30 luglio la forte esplosione di un ordigno avvenuta alle 2.30 in via Indipendenza presso l’agenzia del lavoro Randstad aveva mandato in pezzi le vetrine del negozio e ha fatto sobbalzare dal letto i residenti.

La matrice si è subito capito fosse di carattere anarchico e in quel senso da allora la Digos ha iniziato le indagini.

Ma certo ora in molti sottolineano l’incapacità dell’amministrazione nel far sentire sicuri e protetti cittadini e aziende ricordando che le deleghe alla sicurezza sono in mano al Sindaco.

Il fatto fa riflettere sul perché ora le aziende debbano tutelarsi e proteggersi da sole e a proprie spese naturalmente.

Si dovrà arrivare a doversi organizzare per auto proteggersi da chi si fa gioco delle regole della società?

Una bella domanda a cui speriamo il Sindaco risponderà presto magari con qualche fatto in più e parola in meno.

Il fatto che i cittadini e le aziende per difendersi da balordi e criminali debbano assoldare guardie giurate o vigilantes dovrebbe far riflettere il Sindaco Valduga.

Rovereto vive certamente un momento storico delicato con problemi sociali pronti ad esplodere e molte difficoltà nel trovare un piano di espansione economica che porti lavoro e benessere alla comunità.

Se a questo si aggiunge la percezione di poca sicurezza si rischia di finire in un baratro difficile da risalire.

Forse l’amministrazione pensa di non doversene occupare, che sono segnali di poco conto ma denotato una rassegnazione che è un po’ quella dell’elettorato di maggioranza, stufo di subire ingiustizie.

A Rovereto le elezioni comunali si avvicinano e il 2020 non è poi così lontano.

Mettere al centro i cittadini e le aziende che operano sul territorio dovrebbe essere il must di ogni amministrazione intelligente e lungimirante.

Le aziende del territorio portano lavoro e reddito per chi viene assunto e nello stesso tempo pagano tasse che non dovrebbero servire solo per pagare stipendi ma per dare benessere e serenità alla cittadinanza che sia essa azienda o cittadino.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Il Sindaco di Calliano Lorenzo Conci rinviato a giudizio per diffamazione contro Enrico Rizzi

Pubblicato

-

Il Tribunale di Rovereto ha rinviato a giudizio l’attuale sindaco del Comune di Calliano (Trento) Lorenzo Conci, che il prossimo 29 ottobre andrà a processo per “diffamazione aggravata” nei confronti di Enrico Rizzi, Capo Segreteria Nazionale del Partito Animalista Europeo.

I fatti risalgono al 2014 quando il rappresentante del PAE si occupò della vicenda della povera orsa Daniza, poi uccisa

Lorenzo Conci decise di creare un gruppo su Facebook dal nome “RIZZI BIMBO MINKIA” dove gli internauti cominciarono a scatenarsi con una serie di pesanti insulti verso il rappresentante animalista: “Rizzi sei un pezzo di merd*, sei un mentecatto, due cose sono infinite…l’universo e la stupidità del RizziBimboMinkia, Rizzi vattene a fanculo, mi chiedo come mai nessuno fino ad ora non lo ha fatto affogare nella mer**, minchione dell’anno”, ecc ecc

Pubblicità
Pubblicità

La Procura della Repubblica di Rovereto ravvisando estremi di colpevolezza e non ritenendo opportune ulteriori indagini, condannò un paio di mesi fa l’attuale sindaco alla pena di 5 mila euro di multa.

Lorenzo Conci si è opposto, motivo per cui adesso inizierà il normale processo presso il Tribunale Ordinario di Rovereto.

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza