Connect with us
Pubblicità

Fiemme, Fassa e Cembra

A Moena tornano le «nubi Mammatus»

Pubblicato

-

Le foto sono a cura di Nicky Rech e sono state scattate dall'Hotel «La Campagnola» di Moena

Era già successo il giorno 11 giugno 2019 quando sul cielo di molte località del Trentino si erano formate delle nuvole inquietanti e mai viste. (qui l’articolo)

Uno scenario da film che di solito anticipa qualche tromba d’aria. Ieri sera dopo il temporale il fenomeno di è ripetuto a Moena. 

Le nubi apparse sul cielo della val di Fassa vengono chiamate «Nubi Mammatus» Il loro nome ha la stessa radice etimologica di “mammella”, e in effetti, la loro forma tondeggiante è piuttosto inequivocabile.Queste nubi sono formate da tasche di aria fredda e umida che sembra “cadere” dal cielo per la sua pesantezza.

Pubblicità
Pubblicità

In effetti, sembrano formarsi quando l’aria fredda e satura di cristalli di ghiaccio di una tempesta viene spinta verso l’alto dalle correnti verso masse d’aria non abbastanza dense per supportarne il peso.

Cadendo, i cristalli si trasformano in vapore d’acqua.

Foto scattate da Nicky Rech a Moena

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

La foto sotto è a cura di Simone Deb ed è stata scattata a Canazei 

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza