Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Maxi incidente in località Brenta, dodici feriti

Pubblicato

-

Credits © TgrTrento

Maxi incidente alle ore 15.00 circa in località Brenta tra Caldonazzo e Levico sulla strada provinciale 47

All’origine dell’incidente un sorpasso azzardato di un’autovettura che si è scontrata con un’altro mezzo proveniente in senso contrario che ha creato una carambola che ha coinvolto 6 autovetture

Una Lancia Delta diretta verso Trento durante un sorpasso ha centrato una una monovolume Volkswagen Sharan che viaggiava verso Levico innescando scontri fra altre 4 autovetture.

Pubblicità
Pubblicità

12 le persone ferite fra cui una bambina di 2 anni.

Sul posto sono arrivate  5 ambulanze l’auto medica, due 2 elicotteri, i vigili del fuoco di Caldonazzo, Levico, Pergine, Calceranica e Trento la Polizia locale e i carabinieri.

I feriti sono stati ricoverati all’ospedale di Rovereto, di Borgo Valsugana e al santa Chiara di Trento, tutti in codice rosso. Si tratta di 7 uomini e 5 donne dai 18 ai 59 anni d’età.

Nessuno è in pericolo di vita.

Pubblicità
Pubblicità

Il conducente centrato nel sorpasso, un romeno, è stato estratto dalle lamiere del proprio mezzo dai vigili del fuoco ed è l’unico ad essere in gravi condizioni.

Pubblicità
Pubblicità

Con lui, seduta sul sedile dietro regolarmente assicurata al seggiolino, viaggiava la bimba di 2 anni  che è stata ricoverata al santa Chiara di Trento e che è in buone condizioni.

La strada è stata subito chiusa all’altezza della Pizzeria al Sole in entrambe le direzioni creando drammatici disagi al traffico.  

I vigili del fuoco hanno deviato i veicoli in transito nei due sensi di marcia lungo la strada provinciale 1, limitando così il più possibile i disagi: lungo la statale 47 la situazione è tornata pienamente alla normalità verso le 18.

Pubblicità
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Trovati due asinelli a Cirè di Pergine. Dopo alcune ore rintracciato il proprietario

Pubblicato

-

Singolare e simpatico episodio quello successo oggi a Pergine nel primo pomeriggio di oggi

Sono stati infatti trovati in località Cirè mentre girovagavano da soli due graziosi asinelli, uno nero e l’altro marroncino.

I due animali sono stati subito legati per evitare una nuova fuga ma nonostante questo hanno subito fatto amicizia coloro che li hanno trovati.

Pubblicità
Pubblicità

Dopo circa 2 ore è stato rintracciato il proprietario che è venuto a prenderli.

Pare che gli asinelli siano fuggiti da un recinto ubicato vicino al centro commerciale di Pergine.

Un paio di settimane fa nel prato adiacente allo stesso centro erano stati notati una decina di asini liberi di scorrazzare.

L’episodio di oggi potrebbe essere premonitore per il 13 dicembre, giorno di santa Lucia, dove è tradizione lasciare il sale, il fieno e la farina per l’asinello della santa che porta in groppa i doni per i bambini. Il mattino del 13 dicembre, al loro risveglio, i bimbi trovano un piatto con le arance e i biscotti consumati, arricchito di caramelle e monete di cioccolato.  Fra ironia, dolcezza, tradizione e leggenda alla fine tutto è andato bene e gli asinelli sono tornati a casa. foto pubblicata da Francesca Paris sul gruppo di «Sei di Pergine se…»

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Ottimi risultati per il secondo weekend di apertura del mercatino di Natale di Levico Terme

Pubblicato

-

Ottimi risultati per il secondo fine settimana di apertura del Mercatino di Natale di Levico Terme, che ha portato nella cittadina termale un gran numero di visitatori provenienti da tutte le regioni del nord e del centro Italia.

Nel Parco Secolare degli Asburgo si sono susseguiti eventi che hanno offerto momenti di intrattenimento ai numerosi presenti: nel soleggiato pomeriggio di sabato 30 novembre i figuranti della Corte Asburgica hanno sfilato tra i viali alberati, per poi lasciare spazio alle esibizioni musicali del coro e dell’allegra Christmas Band.

Molti si sono improvvisati pasticceri durante il laboratorio “Pan di Zenzero”, organizzato tutti i sabati dalle 13.30 alle 17.30.

Pubblicità
Pubblicità

Apertura prolungata fino alle ore 22.30 in occasione di uno degli appuntamenti più attesi al Mercatino: lo spettacolo dei fuochi artificiali sparati dal cortile del Grand Hotel Imperial, che ha emozionato gli spettatori tenendoli con il naso all’insù.

Nel pomeriggio di domenica si è svolta la tradizionale Festa del Latte dove in molti hanno assistito alla trasformazione del latte fresco in formaggio.

In centro, molti hanno ammirato il presepe in legno a grandezza naturale ed assistito all’esibizione musicale “Natale d’In-canto” a cura del Coro polifonico In-Canto.

Gli espositori che partecipano al Mercatino stanno esprimendo grande soddisfazione per la clientela che affolla i viali del maestoso Giardino Storico, che si sta già dedicando agli acquisti di Natale grazie alla vasta scelta di prodotti di qualità offerti.

Pubblicità
Pubblicità

Numerose le famiglie che hanno partecipato con entusiasmo alle proposte dedicate all’intrattenimento dei più piccoli, come l’animazione creativa del Villaggio degli Elfi, la stampa in diretta delle foto con Babbo Natale e l’incontro ravvicinato con gli animali della Fattoria didattica.

Pubblicità
Pubblicità

Affluenza costante anche per la suggestiva Mostra dei Presepi nella saletta dell’Ex Cinema di Via Dante che quest’anno ha dedicato uno spazio alla tempesta Vaia che ha colpito Levico Terme il 29 novembre 2018.

Durante il periodo del Mercatino di Natale sarà possibile visitare il Forte Colle delle Benne tramite il comodo servizio di navetta in partenza dall’ingresso del Parco in Viale Rovigo. Il mercatino riaprirà i battenti venerdì 6 dicembre 2019 e vedrà un susseguirsi di eventi in occasione del weekend dell’Immacolata.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Sarà trasformata in definitiva la viabilità per il centro rifiuti di Scurelle

Pubblicato

-

Novità nel secondo aggiornamento del Documento di Programmazione settoriale 2019 – 2021 relativo agli interventi delle opere igienico sanitarie (impianti di depurazione, collettori e impianti per rifiuti urbani), adottato dalla Giunta provinciale su proposta del presidente Maurizio Fugatti

È infatti previsto di trasformare in definitiva l’attuale viabilità provvisoria per l’accesso al centro di trasferimento rifiuti di Scurelle, per un importo di 155.000 euro, e la manutenzione straordinaria dei centri integrati di Medoina (Castello Molina di Fiemme) e Ciré (Pergine), per l’importo complessivo di 155.000 euro.

Il Documento di Programmazione settoriale, adottato dal Consiglio di amministrazione dell’Agenzia per la Depurazione il 30 ottobre scorso, per il resto conferma gli interventi già previsti e comprende in totale lavori per 158.479.692,45 euro: 129.259.238,46 euro per collettori e impianti di depurazione e 29.220.453,99 euro per gli impianti per i rifiuti urbani.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza