Connect with us
Pubblicità

Socialmente

Caregivers familiari: ancora lontani da un aiuto concreto

Pubblicato

-

I caregivers familiari sono ancora lontani dal ricevere un aiuto concreto nonostante l’approvazione della legge che ne ha riconosciuto la figura e l’impegno, ciò è quanto dichiara il CONFAD (coordinamento nazionale famiglie con disabilità) in un comunicato a firma del presidente Alessandro Chiarini.

Il coordinamento tracciando un bilancio, ad un anno dall’insediamento del nuovo governo, prende atto che nulla è stato fatto per migliorare le condizioni di vita dei caregivers; infatti, nonostante nella scorsa legislatura la legge di bilancio del 2018 avesse istituito un fondo specifico per il sostegno di cura ed assistenza dei caregivers familiari, assegnando 20 milioni di euro all’anno per il triennio 2018-20, i decreti attuativi per determinare le modalità di utilizzo ed accesso al fondo non sono stati ancora emanati.

Lo sconcertante risultato è che il fondo non può essere utilizzato. Inoltre, la legge di bilancio del 2019 ha incrementato ulteriormente la dotazione del fondo di 5 milioni l’anno per il triennio 2019-21, creando una sorta di beffa per i caregivers che hanno un fondo stanziato ma non possono accedervi.

Pubblicità
Pubblicità

Il CONFAD chiede con fermezza che il Ministero della famiglia con delega alla disabilità provveda con urgenza ad attivare tutte le misure a sostegno dei caregivers familiari promesse oltre un anno fa e ad oggi ancora disattese.

Il comitato chiede, inoltre, alla 11a commissione lavoro del Senato la calendarizzazione urgente della discussione di un testo unico che contenga tutele sostanziali per i caregivers familiari, e non si limiti alla sola elencazione di «interventi di facciata».

In particolare, il CONFAD affermando che: «Il caregiver familiare non è un volontario, dal momento che solo le circostanze della vita lo hanno condotto a fare una scelta d’amore evitando l’istituzionalizzazione del congiunto» ritiene indispensabile il riconoscimento giuridico di alcune garanzie,

  • Tutela previdenziale: il riconoscimento al caregiver familiare della copertura, a carico dello Stato, dei contributi figurativi riferiti al periodo di lavoro di assistenza e cura effettivamente svolto a favore del familiare disabile ed equiparato al lavoro usurante (il premio Nobel della medicina 2009 Elizabeth Blackburn ha realizzato uno studio che dimostra un’aspettativa di vita inferiore fino a 17 anni in meno rispetto alla media per i caregivers familiari). Inoltre, il riconoscimento ai caregivers familiari che svolgono attività lavorativa della possibilità di accesso al pensionamento anticipato senza penalizzazioni al raggiungimento di 30 anni di contributi sommando ai contributi da lavoro quelli figurativi versati dallo Stato per l’attività di caregiver familiare.
  • Sanità: sono necessari percorsi preferenziali nelle strutture sanitarie al fine di ridurre i tempi di attesa per l’accesso alle prestazioni sanitarie per i caregivers familiari. È auspicabile il rilascio di un’apposita tessera di riconoscimento ai caregivers familiari per facilitare questi percorsi prevedendo, inoltre, la possibilità di domiciliazione delle visite specialistiche qualora l’assistito abbia difficoltà di spostamento, cosa assai frequente, visti gli impegni per la cura del familiare disabile.
  • Copertura assicurativa a carico dello Stato: con il rimborso delle spese sostenute per sopperire alla vacanza assistenziale nei periodi di malattia o nei quali i caregivers sono impossibilitati ad assistere il proprio familiare (riconoscimento malattie professionali).
  • Politiche attive per il lavoro: inclusione lavorativa o rioccupazione dei caregivers familiari che assistono persone con disabilità, anche favorendo e incentivando il telelavoro e il lavoro agile, conciliazione attività di assistenza e attività lavorativa, percorsi di reinserimento nel mondo lavorativo dei caregivers familiari secondo le proprie competenze professionali pregresse, o valorizzando le competenze acquisite nello svolgimento dell’attività di caring del familiare disabile.

Il CONFAD prosegue nella propria azione di sensibilizzazione della classe politica italiana, affinché si giunga all’approvazione di questa legge e richiama l’attenzione del Governo e delle forze politiche che lo sostengono ad essere coerenti con le promesse elettorali fatte in campagna elettorale.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]
  • Arredare green: la scelta di vivere sostenibile
    La connessione fondamentale tra essere umano e natura trova forte legame e accordo con un incredibile risultato in molti settori: dall’abbigliamento, alla arte culinaria fino all’arredamento di spazi interni ed esterni. Per gli appassionati di aree verdi e naturali, la nuova tendenza che guarda al futuro del design è uno sguardo verso Madre Natura, composto […]
  • “ Sentiero dei Parchi”: presto anche l’Italia avrà il suo Cammino di Santiago italiano
    Dai Tg flash, ai treni velocissimi ai fast food fino ai pranzi al volo: viviamo in un mondo in cui la velocità è diventata una dote essenziale e molto ricercata, ma esiste un’alternativa che cerca di promuovere il valore della lentezza e della scoperta. Esistono infatti, diversi modi di viaggiare e dopo lo slow food […]
  • “Regalati il Molise”:case vacanze gratis per rilanciare turismo e piccoli borghi
    Nell’anno in cui l’emergenza sanitaria ha rotto tutti gli schemi del classico turismo legato alle grandi mete e alle vacanze tradizionali, una delle regioni più piccole d’Italia ha deciso di riaprire i confini del turismo con una particolare iniziativa aperta al mondo: “ Regalati il Molise perché il Molise è un regalo speciale”. L’annuncio arriva […]
  • Cortina d’Ampezzo plastic- free: da luglio stop a plastica in ristoranti, bar ed eventi
    Preservare la salute del pianeta e del nostro futuro è diventato una delle urgenze più importanti del momento, tanto da impegnare associazioni governative internazionali e Governi di tutto il mondo per trovare una soluzione efficacie alle problematiche ambientali. Dallo sfruttamento delle energie rinnovabili, alla raccolta differenziata, molte sono le soluzioni fino ad ora utilizzate per […]
  • Riceve 100 euro dalla nonna e li usa per comprare mascherine da donare all’ospedale
    “Grazie Dottoressa, vi vogliamo bene, buon lavoro” è la frase che ha reso Christian di soli 8 anni protagonista di un piccolo ed inaspettato gesto che ha commosso tutto il personale sanitario dell’ospedale San Pio di Vasto, Chieti. La frase arriva accompagnata da un gesto che ha emozionato chi, in questi mesi è stato impegnato […]

Categorie

di tendenza