Connect with us
Pubblicità

Trento

Enrico Rizzi condannato anche in cassazione. Confermati i 34 mila euro di danni morali per la famiglia di Diego Moltrer

Pubblicato

-

Costano cari al segretario del Partito animalista europeo Enrico Rizzi i commenti pesanti postati su Facebook all’indomani della morte del presidente del consiglio regionale Diego Moltrer.

La Corte di Cassazione ha rigettato il ricorso di Rizzi, e ha confermato i 34 mila euro di danni morali nei confronti dei parenti di Moltrer, costituiti parte civile.

Il conto complessivo sale fino a 50 mila euro, poiché oltre alle spese legali di primo e secondo grado, si aggiungono altri 7.500 euro per il solo processo di Cassazione: 3 mila da versare alla cassa e 4.500 per le spese legali.

Pubblicità
Pubblicità

Il segretario del partito Enrico Rizzi era stato condannato inizialmente in primo e secondo grado a 5 mila euro di ammenda.

Enrico Rizzi, il segretario del partito animalista europeo, salito tristemente alla ribalta delle cronache per gli insulti postati su facebook a Diego Moltrer dopo la sua morte. Per questo era stato condannato in primo ed in secondo grado.

Come si ricorda il presidente del consiglio regionale Diego Moltrer era stato stroncato da un infarto il 17 novembre 2014 durante una battuta di caccia.

E Rizzi dopo alcuni minuti dalla sua morte cominciò a diffamarlo, insultarlo pesantemente sui social aizzando tutto il mondo “animalista” contro di lui e la sua famiglia.

Dopo la scomparsa di Moltrer, lo aveva definito assassino, infame e vigliacco oltre ad altre espressioni lesive utilizzate nel corso del programma radiofonico “La zanzara” trasmesso dall’emittente “Radio 24”.

Le frasi usate da Rizzi pochi minuti dopo la notizia della morte del presidente della Regione Diego Moltrer erano state raccapriccianti e usate con una violenza tale da far insorgere il web contro di lui definendole «farneticazioni dementi». 

Rizzi con le sue parole aveva anche fomentato la rete e i social dove erano partiti tutti i tipi di insulti possibili verso il povero e defunto Diego Moltrer, colpevole solo di amare la caccia ma anche l’ambiente del quale era sempre stato strenuo difensore

La difesa di Rizzi sosteneva che l’imputato aveva esercitato il diritto di critica e il suo era da intendersi come un rimprovero morale e non come un insulto.

I giudici della quinta sezione sostengono invece che Rizzi avrebbe dovuto fermarsi prima e dopo l’appellativo di assassino, non doveva rincarare la dose con altre parole offensive come infame e vigliacco.

Nella sentenza i giudici scrivono: “Se può ritenersi rispettoso del criterio della continenza l’utilizzo del termine “assassino” rivolto ad un cacciatore,  i termini “vigliacco” ed “infame” esprimono un attacco gratuito alla dignità del defunto come persona e non risultano necessari e nemmeno utili ad esprimere le ragioni del dissenso del Rizzi per le idee propugnate dal Moltrer“.

Rizzi ora dovrà pagare 5.000 euro di multa per diffamazione e un mega risarcimento di 34 mila euro di risarcimento alla famiglia di Moltrer.

L’animalista dovrà farsi carico anche di tutte le spese di giudizio per i due processi più la cassazione per un totale di oltre 50 mila euro

Un follia che gli è costata carissima.

In particolare alla moglie Rosanna e ai figli Alessio, Lorenzo e Marica dovrà versare 6.000 euro ciascuno, mentre per la sorella Graziella e l’anziana madre Lina 5.000 a testa, per un totale appunto di 34 mila euro.

Si chiude quindi definitivamente il sipario su una delle più tristi storie che il Trentino abbia mai vissuto e che ha visto un’intera comunità diffamata, sotto l’attacco di alcuni esaltati, e derisa dl Rizzi e dal mondo animalista.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Dalla città al bosco: Gli incredibili benefici di vivere con la natura
    Nelle città le persone vivono in condizioni artificiali, più o meno distanti da tutto ciò che sarebbe ideale per loro, circondati da un paesaggio interamente costruito caratterizzato da luci, folla e rumore, in cui tutto richiede scelte, decisioni e velocità. Nonostante la vita urbana comporti in sé anche numerosi vantaggi, sempre più persone tendono ad […]
  • Scuole chiuse e Coronavirus: Carabinieri consegnano i libri a casa
    Da qualche settimana sono in atto i severi controlli lungo le strade e nei centri città di tutta Italia da parte delle forze dell’ordine per il rispetto delle prescrizioni imposte dal Governo per il contenimento della diffusione del Covid – 19. In particolare, i Carabinieri della Provincia di Sondrio, oltre a sorvegliare gli automobilisti e […]
  • Plasma dei pazienti guariti per guarire dal Coronavirus: la prima sperimentazione a Pavia
    Ogni giorno da settimane ormai, la Protezione Civile oltre a citare i nuovi casi positivi da Coronavirus, comunica anche il numero ultimamente sempre più crescente delle persone guarite dal Covid- 19. Avendo la consapevolezza che il vaccino è ancora lontano e in fase di sperimentazione, fino ad ora le cure adottate negli ospedali italiani, si […]
  • Coronavirus: gli italiani si aiutano con la “spesa sospesa”
    Le giornate difficili che l’Italia sta percorrendo, vengono straordinariamente vissute e affrontate con spirito di comunità da tutto il Paese, sia attraverso donazioni di privati ed aziende per alleggerire il carico economico della sanità, sia attraverso particolari iniziative solidali per aiutare le famiglie che si trovano in maggiore difficoltà. La nuova frontiera della solidarietà fonda le […]
  • Da Valentino ad Armani: la moda italiana unita contro il Coronavirus
    In un momento in cui tutte le attività commerciali ed economiche del Paese risultano paralizzate, sono molte le iniziative solidali per fronteggiare la difficile situazione causata dall’epidemia sanitaria. Da Valentino a Gucci fino ad Armani: ora, anche i grandi nomi del mondo della moda, uniti da obbiettivi comuni, hanno deciso di reagire mobilitandosi per lavorare […]
  • Ricette di Pasqua: golosità per grandi e piccini
    Per non passare le giornate nella noia, lavorando o cercando di far passare il tempo ai bambini, sul web sono presenti moltissime ricette adatte a chiunque abbia voglia di passare un pomeriggio in cucina, divertendosi e magari senza dimenticare di mostrare un pizzico di spirito pasquale! ARANCINI PROSCIUTTO E MOZZARELLA Con il fritto sta bene […]
  • Torino: l’evento è annullato, ma la primavera regala i 100 mila protagonisti
    Da nord a sud l‘effetto del Coronavirus in Italia e, quindi, delle misure restrittive adottate dal Governo per contenere la pandemia, mostrano intere città, strade, paesi e stazioni completamente deserte, costringendo a casa milioni di persone e lasciando la primavera l’unica ad essere libera di proseguire indisturbata il suo naturale percorso. Come molte attività commerciali, […]
  • Ricette di Pasqua semplici e veloci, da fare in compagnia!
    Pasqua si avvicina e, molto probabilmente, in questo 2020 non ci saranno grandi ritrovi tra amici e parenti. Tuttavia, questo non è un valido motivo per impigrirsi e non cucinare niente di particolare. Soprattutto in queste giornate, per chi ha dei figli piccoli la vita non è proprio semplice: come far passare, quindi, il tempo […]
  • Coronavirus e stampanti 3D: Mercedes Benz pronta alla produzione di dispositivi medici
    Un periodo così instabile ed incerto come quello del recente allarme sanitario da Covid- 19, costringe ad una stretta coalizione internazionale che riesca a coinvolgere ed unire il maggior numero di forze e di aiuti possibili per riuscire contenere l’emergenza. Per questo, la nota casa automobilistica tedesca Mercedes Benz scende da protagonista in campo, mettendo […]

Categorie

di tendenza