Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

In Val di Non si va “In viaggio con… L’Odissea”

Pubblicato

-


L’Odissea, l’arcinoto poema classico composto da Omero presumibilmente intorno al IX secolo a.C., viene riproposto in Val di Non sottoforma di lettura dalla compagnia Stradanova Slow Theatre di Trento e dal Gruppo Teatrale Moreno Chini di Taio con uno spettacolo itinerante.

Il debutto sarà a Cles in piazza C. Battisti giovedì 27 giugno ad ore 21.00, ed è il primo appuntamento in scaletta, nell’ambito della rassegna “In viaggio con…” giunto quest’anno alla IX edizione. Questa iniziativa fa parte del progetto “Le parole alate”.

Per presentarlo si è tenuta una conferenza stampa lunedì 24 giugno a Palazzo Assessorile di Cles; introduce la Dott.ssa Lucia Barison“Mi fa molto piacere presentare questo evento di musica e letteratura, una ventata giovane e culturale in Val di Non.  E’ stato creato un calendario molto valido per promuovere questi appuntamenti culturali, in location d’eccezione come Casa Gottardi ‘Pitari’ a Vervò, Casa de Gentili a Sanzeno, Castel Coredo nel Comune di Predaia, Casa Bertagnolli a Fondo, Palazzo Parisi a Denno, Eremo di San Biagio a Romallo, Palazzo Morenberg a Sarnonico, Castel Nanno nel Comune di Predaia ed altri ancora.

Pubblicità
Pubblicità

Il merito va alla Comunità della Val di Non, grazie anche al patrocinio della Provincia Autonoma di Trento, del Consorzio BIM dell’Adige, della Cassa Rurale Val di Non e della Fondazione Caritro, che da sempre si adoperano per dare risalto alle arti nella nostra valle, e questo non solo a favore degli abitanti ma anche dei numerosi turisti che frequentano le nostre zone”.

L’Assessore alla Cultura del Comune di Cles, Avv. Vito Apuzzo, sottolinea: “Sono felice di presentare questi eventi, soprattutto perchè l’esordio avrà luogo a Cles. Evento che ha valenza culturale, e fa sì che le persone non dimentichino autori epici, riappassionandoli. L’Odissea, il titolo del poema che ormai usiamo nel linguaggio comune, è divenuto un modo di dire, quando ci succede qualcosa di brutto, diciamo: ‘è stata un’odissea’. Dall’Odissea sono stati tratti spunti per brani musicali, anche in ambito artistico e culturale, usati per esempio da D’Annunzio, da Pascoli, da Joyce, ed è un poema a tutt’oggi attualissimo“.

Pubblicità
Pubblicità

Jacopo Laurino, protagonista principale dello spettacolo, spiega: “Ippolito Pindemonte fu il primo traduttore dell’opera in italiano. Questa che proponiamo è una traduzione nuova, recente, edita negli anni 2011/12, curata dal Prof. Daniele Ventre, un giovane napoletano, che ha fatto una traduzione molto interessante, corretta, fedele ed innovativa. Per quanto riguarda la metrica ha inventato un sistema che risulta musicale alla lettura.

L’Odissea viene proposta in 13 serate, 6 debutti e 6 repliche, con nel mezzo uno spettacolo unico intitolato ‘L’ultimo viaggio – Ulisse nell’inferno di Dante’ presentato a Castel Coredo, dove la figura di Ulisse è rivisitata, risente molto del viaggio intrapreso. Per realizzare ‘In viaggio con…’ abbiamo indetto un bando pubblico, rivolto a tutti, per cercare lettori, ed al quale ha risposto un gruppo di 22 persone. A loro daremo grande spazio. Questi lettori hanno partecipato ad un percorso formativo di espressione e dizione, e sono stati chiamati ‘I nuovi aedi’; avranno il compito di interpretare vari personaggi. Lo scopo è la divulgazione dell’opera letteraria, ma cerchiamo anche di far partecipare attivamente il pubblico presente”.

Pubblicità
Pubblicità

Interviene Elena Galvani, altra protagonista, che ci illustra: “Come vedete, nella locandina dello spettacolo non compaiono barche, ma il trono di Ulisse, ormai vuoto da vent’anni, da quando lui partì per la guerra di Troia. I 3/4 della rappresentazione sono incentrati sulle vicissitudini che Ulisse attraversa per riottenere il regno, il suo trono, ambito dai pretendenti di Penelope e dagli usurpatori di Telemaco. Il poema contiene un forte messaggio politico: il potere si conquista, dissimulando, combattendo, uccidendo. Ma in fondo Ulisse era solo un’uomo”.

Il programma completo è scaricabile dal sito www.stradanovaslowtheatre.it

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Tuenno, un mese di grandi film per i 30 anni della videorassegna “Altreculture”

Pubblicato

-


Sette film dal 21 novembre al 21 dicembre, per un mese intero di grandi pellicole. Da trent’anni la rassegna “Altreculture” caratterizza i mesi freddi dell’autunno nel Comune di Ville d’Anaunia. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Il Consiglio Comunale dei Ragazzi di Cles partecipa alla Giornata Internazionale dei diritti dei Bambini

Pubblicato

-


Mercoledì 20 novembre in tutto il mondo si celebra la Giornata Internazionale per i diritti dei Bambini, ed anche quest’anno il CCR (Consiglio Comunale dei Ragazzi di Cles) vuole ricordare l’anniversario della nascita della Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, che quest’anno festeggia il suo trentennale, e la giornata Internazionale dei diritti dei Bambini con delle attività coinvolgenti per i compagni più piccoli.

I 18 studenti delle classi prime e seconde della Scuola Secondaria di Secondo Grado, eletti dai propri compagni in febbraio, allieteranno il pomeriggio degli alunni delle classi quinte della Scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo di Cles con giochi pensati per affrontare il tema dei diritti umani.

Dalla caccia al tesoro, al maxi gioco dell’oca, dal memory al telefono senza fili: otto le attività per conoscere in modo divertente ed emozionante quali sono i diritti dei bambini ed i doveri ad essi collegati.

PubblicitàPubblicità

I giovani del CCR guideranno i diversi gruppi mercoledì 20 novembre 2019 dalle ore 14,00 alle ore 16,00. Un modo divertente e coinvolgente per ricordare che l’infanzia ha dei diritti ed è importante, anche per i più piccoli, conoscerli e rispettarli.

La giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza celebra la data in cui la Convenzione Internazionale sui diritti dell’Infanzia venne approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite a New York, il 20 novembre 1989.

Pubblicità
Pubblicità

Ogni anno, il 20 novembre, si ricorda questa data in quasi tutti i paesi del mondo.

Tutti i paesi del mondo (ad oggi aderiscono alla Convenzione 194 Stati), ad eccezione degli Stati Uniti, hanno ratificato questa Convenzione.

Pubblicità
Pubblicità

La Convenzione è stata ratificata in Italia il 27 maggio 1991 con la legge n. 176; l’ultimo paese ad aver ratificato la Convenzione è stato la Somalia.

La Convenzione, che è composta da 54 articoli, è uno strumento giuridico e un riferimento ad ogni sforzo compiuto in cinquant’anni di difesa dei diritti dei bambini.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

I cittadini di Ossana e Pellizzano dicono no alla nascita del Comune unico di “Castel San Michele”

Pubblicato

-

L'abitato di Ossana con Castel San Michele, che avrebbe dato il nome al nuovo Comune

Questo matrimonio non s’ha da fare. I cittadini di Ossana e Pellizzano, chiamati alle urne nella giornata di domenica per il referendum consultivo, hanno manifestato la propria contrarietà rispetto alla nascita del Comune unico di “Castel San Michele” a partire dal 1° gennaio 2021. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza