Connect with us
Pubblicità

Sport Trentino

La Val di Fassa Running è subito africana. La tappa di Canazei a Nihorimbere e Tegegn

Pubblicato

-

Pronostici rispettati nella prima tappa della Val di Fassa Running, la competizione podistica più partecipata d’Italia con oltre 450 appassionati provenienti da tutta la penisola e anche da alcune nazioni straniere.

Sul traguardo di Canazei, dopo aver affrontato 8,5 km con un dislivello 525 metri di dislivello, a tagliare per i primi il traguardo sono stati i due africani tesserati per l’Atletica Brugnera Friulintagli Celestin Nihorimbere (vincitore dell’edizione 2017) e Addisalem Belay Tegegn, che si impose dodici mesi fa.

Una frazione impegnativa, con partenza da Canazei e poi subito una salita graduale ma con pendenza impegnativa, che ha portato in località Mortic. È su questo primo tratto che ha preso forma la classifica, soprattutto per quanto riguarda la posizione di vertice.

Pubblicità
Pubblicità

Nei primi due chilometri Celestin Nihorimbere ha infatti subito imposto il proprio ritmo, seguito dal bergamasco Marco Piazzalunga e dal cuneese Simone Peyracchia. Al gran premio della montagna in località Mortic l’atleta del Burundi è transitato con una ventina di secondi di vantaggio su Piazzalunga e una trentina su Peyracchia.

Nella discesa l’africano è riuscito ad incrementare ancora il vantaggio, giungendo sul traguardo di Canazei con il tempo di 38’55”, mentre Peyracchia che ha poi guadagnato la piazza d’onore, facendo registrare un gap finale di 41 secondi, mentre Piazzalunga ha sofferto in discesa, perdendo addirittura 5 posizioni e chiudendo sesto.

Il terzo gradino del podio è del trentino di Cles Davide Iachelini, che ha recuperato nella seconda parte, chiudendo con un distacco di 2’43”, ma che non prenderà parte alle altre prove della Val di Fassa Running. Seguono in quarta piazza il piemontese Moreno Dalmasso a 3’07”, quindi l’astigiano Achille Faranda a 3’13”, Piazzalunga a 3’16”, il tunisino con passaporto genovese Khalid Ghallab, il bergamasco Mauro Previtali, quindi i due atleti di casa Massimo Leonardi e Roberto Pasero.

Padrona dal primo all’ultimo chilometro anche l’etiope Addisalem Belay Tegegn, che non si è mai dovuta preoccupare delle avversarie. Ha così concluso gli 8,5 km del percorso con il tempo di 44’35”, staccando di 1’57” la rumena con passaporto italiano Ana Nanu, particolarmente in forma in questa stagione considerando la differenza di età con la forte africana. In terza posizione a 3’27” dalla vincitrice ha concluso la bergamasca Eliana Patelli, capace di bruciare negli ultimi chilometri la genovese Viviana Rudasso (9 secondi fra le due), quindi in quinta posizione ha concluso la veronese Elisa Almondo a 5’37”, quindi la trentina Sara Baroni a 7’43” e la torinese Sarah Aimee L’Epee, un’affezionata della Val di Fassa Running.

Pubblicità
Pubblicità

Domani seconda tappa con partenza e arrivo a Vigo di Fassa, affrontando 10,7 km con 590 metri di dislivello. Una frazione nervosa con continui saliscendi che prenderà il via alle ore 9.30.

Le classifiche di categoria
Come in tutte le gare di atletica particolare attenzione da parte dei partecipanti viene data alla classifica di categoria. Così nella AF18-34 vince Abdsalem Belay Tegegn, nella BF35-39 Sarah Aimee L’Epee, nella CF40.44 Eliana Patelli, nella DF45-49 Ana Nanu, nella EF50-54 Lorena Strozzi, nella EF55-59 Maria Elisabetta Lana, nella GR60-64 Mirella Caracoi, nella HF65-69 Maria Grazia Nardini, nella IF70-74 Graziella Berti.

In campo maschile nella AM18-34 affermazione di Celestin Nihorimbere, nella BM 35-39 Khalid Ghallab, nella CM40-44 Moreno Dalmasso, nella DM45-49 Achille Faranda, nella EM50-54 Diego Zanoni, nella FM55-59 Claudio Valeri, nella GM60-64 Lorenzo Andreose, nella HM65-69 Giovanni Civillini, nella IM70-74 Sergio Dattrino, nella LM75+ Giuseppe Parenti e nella ZM17 Antonio Serra.
Hanno detto

Celestin Nihorimbere (primo classificato): «Subito una tappa impegnativa nel primo tratto. Ho subito forzato il ritmo facendo la differenza e amministrando poi nella discesa fino a Canazei».

Simone Peyracchia (secondo classificato): «Ho provato a tenere il passo di Nihorimbere nella prima salita, ma poi ho dovuto cedere per non andare fuori giri. Nella seconda parte di gara ho gestito le energia. Soddisfatto per il secondo posto».

Addisalem Belay Tegegn (prima classificata): «Gran bella tappa in un paesaggio stupendo ai piedi delle Dolomiti. Ho fatto il mio ritimo, riuscendo a staccare le avversarie».

Ana Nanu (seconda classificata): «Sono felice della mia gara, quest’anno sono in forma ed ho gestito bene le energie nonostante la salita iniziale particolarmente impegnativa. Pensare di raggiungere la Tegegn era impossibile. Abbiamo anche una carta d’identità molto diversa in quanto ad età»

Pubblicità
Pubblicità

Sport Trentino

Jannik Sinner in finale al challanger Apt di Ortisei

Pubblicato

-

A Jannik Sinner sono bastati due set per conquistare la finale della decima edizione dello “Sparkasse Challenger Val Gardena Südtirol”, challenger Atp dotato con un montepremi di 46.600 euro che si concluderà domani sui campi in sintetico indoor del Tennis Center di Ortisei.

Si diceva due set che sono durati poco più di un’ora e un quarto di gioco, per battere francese Hoang, col punteggio di 6-3, 7-6.

Per Jannik Sinner si tratta della quarta finale challenger sia stagionale che in carriera) ha vinto quelle di Bergamo e di Lexington mentre ha perso quella disputata a Ostrava.

Pubblicità
Pubblicità

Domani Sinner si giocherà il titolo con l’austriaco Sebastian Ofner, numero 173 Atp e decimo favorito del seeding che ha eliminato per 7-6, 76, dopo quasi un’ora e tre quarti di gioco, Luca Vanni.

Sinner con questa vittoria, è virtualmente numero 83 della classifica Atp, posizione che sarà ufficializzata nella giornata di lunedì conteggiando i punteggi ottenuti dai tennisti in classifica, a conclusione dei tornei della settimana.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport Trentino

Prove gratuite al Circolo Pattinatori Artistici Trento

Pubblicato

-

Il Circolo Pattinatori Artistici Trento, tutti i sabato pomeriggio dei mesi di novembre e dicembre, durante l’orario d’ apertura al pubblico, dalle 14.30 alle 17.30, mette a disposizione gratuitamente le proprie insegnanti per promuovere il pattinaggio artistico, dando la la possibilità a tutti di avvicinarsi a questa spettacolare disciplina di figura oppure per dare consigli preziosi a pattinatori più esperti.

Le prove gratuite non hanno limite di età e chiunque potrà provare uno stile di pattinaggio del tutto diverso dagli altri.

In contemporanea il gruppo agonistico agli ordini del coach Caterina Nemela saranno in gara al palaghiaccio di Fanano, per partecipare alla seconda edizione della Gara Nazionale Elite.

Pubblicità
Pubblicità

Nella categoria Advanced Novice saranno in gara Alice Ranzani e Caterina Zini.; in quella Junior Alice Orru, Anastasia Silvani, Clara Gutmann, Clara Zadra e Ester Schwarz e nella categoria Senior Giuditta Sartori. Per chi vuole seguire in diretta la gare è possibile farlo collegandosi in streaming al link https://www.youtube.com/playlist,

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Sport Trentino

Diego Mosna è il nuovo Presidente della Lega Pallavolo Serie A

Pubblicato

-

Il Presidente della Trentino Volley, il Cavaliere del Lavoro Diego Mosna, è il nuovo Presidente della Lega Pallavolo Serie A.

Succede a Paola De Micheli, che si era dimessa a seguito della sua nomina il 5 settembre 2019 a Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti nel secondo governo Conte.

Paola De Micheli ci ha tenuto a salutare personalmente l’Assemblea intervenendo per porgere un emozionato in bocca al lupo personale a Diego Mosna, al Consiglio ed a tutti i Club.

Pubblicità
Pubblicità

Diego Mosna torna per la terza volta alla guida del Consorzio dei Club di Serie A, di cui era già stato Presidente dal 2004 al 2009 e successivamente dal 2010 al 2014.

“Ringrazio tutti i Club della fiducia che hanno riposto in me – ha dichiarato alla platea il neo Presidente di Lega. – Il primo tema che affronterò è quello del calendario della SuperLega, perché si giochi nel weekend e si dia continuità al Campionato, da settembre a maggio. Le soluzioni le discuteremo con il Consiglio, ma questo è l’obiettivo principe. Quindi penso ad una SuperLega contingentata, aperta sì alle società di Serie A2 ma a quelle che rispetteranno regole e parametri fissati dal CdA e non solo meritorie di classifica. L’emergenza infortuni di atleti azzurri ci porta poi a concentrarci sulla gestione di questi giocatori e sui rapporti con la Federazione in tema di selezione e gestione economica, dialogo da estendere anche alle altre federazioni mondiali”.

Mosna ha poi aggiunto, in sintesi, la necessità di studiare la crescita dei settori giovanili di Club, con la partecipazione obbligatoria ai campionati, e analizzare lo sviluppo della nuova Serie A3.

A comporre il Consiglio di Amministrazione della Lega Pallavolo Serie A presieduto da Mosna sono stati votati Lucio Fusaro (Allianz Milano), Giulia Gabana (Leo Shoes Modena), Stefano Fanini (Calzedonia Verona), Albino Massaccesi (Cucine Lube Civitanova), Stefano Santuz (Kioene Padova), Gino Sirci (Sir Safety Conad Perugia) in quota SuperLega; Angelo Agnelli (Olimpia Bergamo) e Michele Miccolis (Materdominivolley.it Castellana Grotte) in quota Serie A2; Rossano Romiti (Videx Grottazzolina) in quota Serie A3.

Pubblicità
Pubblicità

L’Amministratore Delegato Massimo Righi è stato riconfermato come undicesimo membro del Consiglio.

A una prossima riunione del Consiglio direttivo si procederà alla elezione dei Vicepresidenti.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza