Connect with us
Pubblicità

Spettacolo

Torna dal 4 luglio “Cinema in cortile, film sotto le stelle”

Pubblicato

-

Anche quest’anno sarà possibile vedere i film sotto le stelle grazie all’iniziativa del Comune di Trento “Cinema in cortile, film sotto le stelle”, che inizierà il 4 luglio 2019 presso le scuole medie Crispi in via San Giovanni Bosco in centro a Trento.

Si tratta di 8 film della scorsa stagione cinematografica, che sono stati scelti per la loro intensità emotiva e capacità di far riflettere su determinate tematiche della vita.

Questo genere di cinematografia ha la possibilità, infatti, di riuscire a condurre lo spettatore in una storia in cui può riconoscere delle emozioni, risvegliando la propria coscienza e il proprio mondo interiore.

PubblicitàPubblicità

Il primo appuntamento è fissato per giovedi 4 luglio 2019 alle ore 21.30 (mentre agosto l’inizio è anticipato alle 21), con “Green Book”, il film di Peter Farrelly, recentemente premiato con 3 Oscar, miglior film, miglior sceneggiatura e miglior attore non protagonista, un inizio davvero invitante per tutti gli amanti del cinema impegnato.

Infatti viene trattato il tema dell’amicizia al di là dei pregiudizi razziali nell’America dei primi anni ’60.

Seguiranno poi tutti i giovedi sera altre sette proiezioni: “Il Viaggio di Yao” di Philippe Godeau, “Cafarnao” di Nadine Labaki, “Momenti di trascurabile felicità”, di Daniele Lucchetti, “Ancora un giorno”, di Raul de la Fuente e Damian Nenow, “Il testimone invisibile”, di Stefano Mordini, “Vice – l’uomo nell’ombra”, di Adam McKay, e il pluriosannato e premiato “Bohemian Rapsody”, di Bryan Singer.

Gli ultimi due film della serie, sono due film molto considerati sia dalla critica che dal pubblico la precedente stagione cinematografica.

Il film di Adam Mckay ha avuto 8 candidature agli Oscar e 6 candidature al Golden Globe in gennaio 2019. Ha ottenuto l’Oscar per il miglior trucco.

E’ la storia di Dick Cheney, il vicepresidente degli Usa forse meno appariscente, ma sicuramente più influente durante il suo mandato, di tutta la storia presidenziale americana. Ripercorrere la sua vicenda di vita familiare e di azione politica, porta lo spettatore a conoscere

il mondo della politica americana come mai è stato possibile vedere. Si tratta, per gli amanti del genere, di un’opera imperdibile, perché rivela segreti, episodi, fragilità, e tanto altro che incuriosiscono e documentano una stagione politica.

La rassegna si conclude con il film che forse ha segnato maggiormente la stagione 2018-2019 , ovvero “Bohemian Rapsody”, di Bryan Singer. Il film verrà proiettato in lingua originale, sottotitolato in italiano, e forse così si potranno apprezzare ancor di più le voci degli attori principali, in particolare quella del protagonista, Rami Malek, premio Oscar come attore protagonista, che nel film interpreta Freddie Mercury, la leggendaria voce dei Queen.

Il film ha ricevuto altri 3 premi Oscar, e ne fanno un cult del genere Biopic movie.

C’è da segnalare anche il film “Il testimone invisibile”, di Stefano Mordini, che verrà proiettato l’ 8 agosto 2019 , con Riccardo Scamarcio e Miriam Leone, che è stato realizzato anche in Trentino, grazie alla collaborazione con la Trentino Film Commission.

Si tratta di un thriller e le location di alcune scene sono state girate sul Lago di Levico e nei comuni di Bedollo e della Val dei Mocheni.

Vedersi un film in una sera d’estate, sotto le stelle, godendosi anche il fresco della sera dopo una giornata afosa, magari trascorsa lavorando, può essere una soluzione ottima per apprezzare ancor più il cinema come arte e come modo per riflettere sui temi che vengono narrati nella sceneggiatura.

Di solito è sempre sold out. Una proposta che allieterà le serate dei giovedi estivi di Trento e che i cittadini rimasti in città sapranno sicuramente apprezzare.

Il costo delle proiezioni è di 5 euro.

 

 

Pubblicità
Pubblicità

Spettacolo

Easy rider, il film della nuova generazione ribelle compie 50 anni

Pubblicato

-

Easy Rider, un film che ha cambiato un’epoca, compie 50 anni.

Ha interpretato il sogno di libertà non solo americano, ma di una generazione che attraverso le strade statunitensi ha avuto un simbolo di controcultura che è servito per cambiare le tendenze di Hollywood.

Prima di Easy Rider, non c’era spazio per la rappresentazione delle pulsioni più libere e talvolta perverse, della gioventù americana.

Pubblicità
Pubblicità

Più che una trama, fu un’intuizione vincente di Peter Fonda che lo ha prodotto, sceneggiato e interpretato e di Dennis Hopper che lo ha diretto e che ne fu anche l’attore protagonista.

E’ stato come se le mitiche figure dei cow boy venissero d’incanto sostituite da quelle dei motociclisti che però erano ribelli, odiavano le ingiustizie e le istituzioni autoritarie.

Il viaggio dalla California a New Orleans era accompagnato da ballate, sesso libero e lotte mortali.

Easy Rider è stato restaurato e sta venendo riproposto nelle sale cinematografiche come una pellicola senza tempo che oggi come allora, appassiona e coinvolge.

E’ stato un film che ha anticipato o meglio ancora bruciato i tempi e grazie al quale una giovane generazione ribelle irrompeva nell’immaginario collettivo.

Dalla cocaina che arrivava dal Messico e permetteva di finanziare questo viaggio rivoluzionario fatto con la bandiera degli Stati Uniti sulle moto, anticipa le gang dei bikers di oggi che hanno aggiunto eroina e anfetamine ai loro traffici.

Easy Rider è stata, ma in parte lo è ancora, una lezione di vita e racconta di un’America che nemmeno allora era perfetta, ma la differenza rispetto a 50 anni fa è che si è perso la voglia di sognare: la ragione per la quale è nato il film

Il film restaurato è tornato nelle sale cinematografiche dal mese di giugno.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Spettacolo

Cinema sotto le stelIe al Castello del Buonconisglio

Pubblicato

-

Da martedì 23 luglio a martedì 30 agosto cinque famosi film nei giardini del castello tutti legati al tema della mostra ovvero i tessuti e relativi costumi di scena.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti. Sarà aperta anche la caffetteria del museo che proporrà aperitivi a tema.

In concomitanza con la mostra “Fili d’oro e dipinti di seta. Velluti e ricami tra Gotico e Rinascimento” il Castello del Buonconsiglio proporrà nelle giornate di martedì dal 23 luglio al 20 agosto cinque serate di cinema all’aperto con film famosi per una accurata ricerca storica dei costumi di scena.

PubblicitàPubblicità

Il reparto costume nel mondo del cinema ricopre un ruolo di grande importanza e molte volte è stato proprio il lavoro svolto dai costumisti a rendere credibili alcune delle figure più controverse e popolari del cinema internazionale.

Tutti i film sono ad ingresso libero fino ad esaurimento posti e prima dello spettacolo, per chi vorrà, la caffetteria del museo proporrà  aperitivi a tema.
Si inizierà martedì 23 luglio alle ore 21.30 con la pellicola “La lettera scarlatta” celebre film di Roland Joffè del 1995.

Nel 1667, la bellissima e indipendente Hester Prynne (Demi Moore) arriva dall’Inghilterra in una colonia puritana della baia del Massachusetts. La donna, che ha preceduto nel Nuovo Mondo il marito, il medico Roger Prynne (Robert Duvall), diventa immediatamente oggetto di pettegolezzo e riprovazione per il suo comportamento anticonformista e si ritrova tutti gli occhi della comunità puntati addosso.

Martedì 20 luglio alle 21.30 sarà proposto il celebre film “La ragazza con l’orecchino di perla” dove Griet, una ragazza olandese che vive a Delft nel 1665, sarà la protagonista. Il padre è un pittore di ceramiche divenuto cieco per un incidente sul lavoro; a causa delle difficoltà economiche familiari Griet manderà la figlia  a servire a casa del pittore Vermeer.

Martedì 6 agosto alle 21 sarà proposto “Il mestiere delle armi” di Ermanno Olmi.

Il 13 agosto sempre alle 21 l’appuntamento è con “La ragazza dei tulipani”.

Sophia è una fanciulla orfana cresciuta nel convento di Sant’Ursula nel XVI secolo. La badessa organizza per lei un matrimonio combinato con un ricco mercante vedovo di mezz’età di nome Cornelis Sandvoort e Sophia lascia così il convento per iniziare una nuova vita da moglie. Il matrimonio con Sandvoort prosegue, per Sophia, tra alti e bassi, senza alcuno slancio passionale.

La situazione ha una svolta quando Sandvoort decide di farsi ritrarre insieme alla giovane moglie da un talentuoso pittore squattrinato, tale Jan van Loos. Tra Sophia e l’affascinante artista nasce un’immediata passione che complicherà sia le loro vite.

L’ultima proiezione è il 20 agosto con “Il Gattopardo” di Luchino Visconti.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Spettacolo

Cinema in cortile: “Il viaggio di Yao”

Pubblicato

-

Secondo appuntamento di “Cinema in cortile“, rassegna di film sotto le stelle organizzata da Comune di Trento, Trentino Film Commission e Opera universitaria. Giovedì 11 luglio è in programma “Il viaggio di Yao“, regia di Philippe Godeau.

Il prezzo del biglietto è di 5 euro (intero) e 3 euro (ridotto per ragazzi fino a 15 anni), la proiezione inizia alle 21.30 nel cortile delle scuole Crispi di Trento, in caso di pioggia sarà sospesa; la vendita dei biglietti inizia alle 20.30.

Sinossi – Yao è un bambino che vive in un piccolo villaggio del Senegal. Ama i libri e le avventure.

PubblicitàPubblicità

Un giorno parte per Dakar alla ricerca del suo mito, Seydou, attore francese di grande successo in visita in Senegal. Seydou conosce Yao e colpito dal carattere del bambino, decide di riaccompagnarlo a casa. Il viaggio, pieno di rocambolesche avventure e situazioni divertenti, sarà per l’attore un ritorno alle sue radici.

Info – Ingresso: intero 5€, ridotto 3€

Cortile scuole Crispi – Bonporti, via S. Giovanni Bosco, Trento ore 21.30 fino a esaurimento posti. La vendita dei biglietti inizia un’ora prima della proiezione; in caso di pioggia la proiezione è sospesa.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza