Connect with us
Pubblicità

Trento

Profughi contro il degrado del Doss Trento: tutti i nodi vengono al pettine

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

«Il comune affida il Doss Trento ai profughi per evitare il degrado» – Erano pressapoco questi i titoli di tutti i media trentini nell’autunno del 2018 l’indomani della decisione di affidare la gestione del Doss Trento ai profughi.

A distanza di quasi 6 mesi a che punto siamo?

La lotta cominciata dai quattro ragazzi provenienti dall’Africa sub sahariana di età compresa tra i 19 ed i 28 contro il degrado sarà stata vinta oppure tutto è rimasto come prima?

Pubblicità
Pubblicità

Pare purtroppo che la cosa faccia fatica ad ingranare, cioè in poche parole che il degrado sul Doss Trento sia tale e quale a prima.

I giovani profughi hanno il compito di mantenere pulito ed in ordine l’edificio e i locali del mausoleo dedicato a Cesare Battisti; si dovrebbero occupare di svuotare i cestini dei rifiuti nell’area del parco e della chiusura e apertura dei cancelli.

Ma, come siamo ormai abituati a sentire a Trento, ogni progetto che riguarda i richiedenti asilo si dice debba essere un successo strepitoso.

Pubblicità
Pubblicità

L’idea di affidare la custodia del Doss Trento ad un gruppo di profughi coordinati dal Centro Astalli, assegnatario dell’appartamento del custode dopo che due bandi di gara – non pubblicizzati e sconosciuti ai più – erano andati deserti era stata dell’assessora Franzoia

L’assegnazione creò non poche polemiche, anche trasversali, perché il bando che è stato presentato ad Astalli era del tutto diverso rispetto ai precedenti ed era decisamente meno vincolante.

In sostanza se prima il custode doveva provvedere a tutte le pulizie, adesso i profughi devono provvedere alla sola area di pertinenza del monumento, aprire e chiudere i cancelli.

A tutto il resto ci pensa il Comune o al bisogno le forze dell’ordine.

Ovviamente tutto trattato da quel buonismo estremo che guarda il loro lavoro con un occhio di riguardo ed indulgente al massimo.

I problemi però non rispettano questa situazione e si presentano puntuali.

Il Doss Trento è rimasto un punto di consumo di droghe e i tossicodipendenti hanno le stesse facilità d’accesso che avevano prima.

I profughi?

Di fatto non puliscono e non sorvegliano.

I militanti di CasaPound erano saliti una prima volta nel marzo di quest’anno, documentando una situazione di sporcizia sulla quale la stessa assessore Franzoia promise un intervento di verifica e ci sono tornati a distanza di tre mesi, dopo che i quattro profughi si erano fatti intervistare.

Il risultato?

Siringhe e sporcizia trovate senza fare nemmeno troppa fatica. (foto)

Insomma i profughi sul Doss Trento potranno studiare, allontanarsi per frequentare corsi e lezioni, svagarsi, e forse se ne avranno tempo e voglia fare anche quello per il quale hanno avuto in concessione la casa del custode.

La dichiarazione di Filippo Castaldini, responsabile di CasaPound Trento: “ Vi ricordate i 4 profughi che devono tenere pulita l’area del Mausoleo? Sono giorni che la stampa ci bombarda con le loro storie, di quanto sono bravi, di quanto sono contenti di lavorare e rendersi utili. Purtroppo però è già la seconda volta in 3 mesi che troviamo sporcizia e ci occupiamo di ripulire. Il Comune ne è a conoscenza? E quelli che continuano a spiegarci di quanto sono bravi i profughi che diranno ora “?

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento7 ore fa

Plastic Free 2023: premiati anche 6 comuni del Trentino

Trento7 ore fa

RSA, le famiglie scrivono all’azienda sanitaria: aprire alle visite e alla riforma

Telescopio Universitario8 ore fa

UniTrento – “Al museo mi diverto anch’io!” Aprire i musei alle persone con autismo: ecco come fare

Trento8 ore fa

Trasporto sanitario in urgenza-emergenza: approvate le modalità per la rendicontazione delle spese

Trento8 ore fa

A marzo terminato il Depuratore Trento 3, servirà 150 mila cittadini

Trento8 ore fa

Francesca Gerosa nominata nel direttivo nazionale di Federcasa

Trento8 ore fa

Anno giudiziario 2023: in Trentino Alto Adige aumentano tutti i reati

Italia ed estero10 ore fa

In Antartide rilevata l’emissione di notevoli quantità di gas serra dal suolo perennemente ghiacciato

Spettacolo11 ore fa

Due giorni a passo di tango con la Compagnia Naturalis Labor

Vita & Famiglia11 ore fa

Aborto. Pro Vita & Famiglia: «Il Parlamento è libero di modificare la Legge 194»

Val di Non – Sole – Paganella22 ore fa

Buoni legna a Cavareno, aperte le richieste

Trento22 ore fa

Giovanni Coletti a Tgcom24: «Crescita ragazzi autistici dramma mondiale»

Val di Non – Sole – Paganella23 ore fa

Denno: ecco come effettuare la pulizia (obbligatoria) dei camini e delle canne fumarie

Bolzano23 ore fa

Sopravvissuto per 20 ore sotto una valanga in val Badia, migliorano le condizioni di Carluccio Sartori

Fiemme, Fassa e Cembra23 ore fa

E.S.PO, dodici nuovi posatori di porfido. Ambrosi: «Comparto importante per il Trentino»

Trento2 giorni fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Trento4 settimane fa

Dramma a Trento: ricercatrice muore a 42 anni per un malore improvviso

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragedia di Capodanno: è morta la 25 enne roveretana Valentina Vallenari Benedetti, troppo gravi le ferite riportate nell’incidente lo scorso 31 dicembre

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Vista su Rovereto2 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Offerte lavoro3 giorni fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

economia e finanza3 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina3 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento1 settimana fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento2 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento3 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento1 settimana fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Trento4 settimane fa

Arrivano i saldi invernali: ecco quando inizieranno

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza