Connect with us
Pubblicità

Trento

Bocciofila Canova, Mosna e Serra replicano a Vernarelli: «Il problema non è finanziario»

Pubblicato

-

Nella giornata di ieri il nostro giornale ha pubblicato un articolo contenente delle dichiarazioni polemiche del cassiere e tecnico della bocciofila di Canova Franco Vernarelli.

Destinatari delle sue dichiarazioni erano stati Antonella Mosna presidente della circoscrizione di Gardolo e il consigliere comunale Serra colpevoli secondo Vernarelli di fare orecchie da mercante nella vicenda relativa al rinnovo della convenzione per la gestione e l’utilizzo del bocciodromo di via Paludi, presso Canova di Gardolo, in favore della Bocciofila GS Canova che dal 1983 anima la frazione della circoscrizione da cui prende il nome.

Mosna e Serra in una nota smentiscono le dichiarazioni di Vernarelli e passano al contrattacco precisando che:

Pubblicità
Pubblicità

1) Ci preme innanzitutto affermare che il problema non è quello finanziario. Anzi, su proposta della Commissione Cultura/Sport presieduta da Paolo Serra è stata inserita nella delibera di data 20 gennaio 2019 un aumento dei contributi finanziari che da 3 mila euro sono passati a 5 mila euro, ad esclusione degli oneri fiscali, quindi netti. Tale delibera di rinnovo della convenzione è passata in Consiglio Comunale con il voto bipartisan di tutte le forze politiche, dal PD alla Lega, con 34 consiglieri favorevoli su 35 presenti (astenuto il consigliere Ducati).Con tale aumento delle risorse economiche nella disponibilità della Bocciofila, si può far fronte a tutte le spese ordinarie, considerato che a quelle straordinarie insieme a quelle relative a utenze elettriche, riscaldamento, acqua, oneri assicurativi relativi all’intero edificio che ospita oltre al bocciodromo anche altre attività comunali, sono a carico del Comune

2) il signor Vernarelli afferma che, come nel caso della Bocciofila GS Canova, anche le medesime associazioni sportive che operano in via Fermi, a Trento Sud, e a Villazzano dovranno rinunciare alla loro attività sportiva e ricreativa. Queste affermazioni non risultano vere e non si capisce il motivo per cui vengano affermate. Nel primo caso, infatti, il gruppo sportivo di via Fermi ha accettato l’accordo con il Comune per il rinnovo della convenzione mentre nel caso di Villazzano che riguarda il Centro Sportivo Don Antonio Spada, il problema nemmeno si pone al momento perchè la convenzione che li riguarda andrà in scadenza a fine anno;

3) nell’articolo il signor Vernarelli dichiara di aver incontrato recentemente il consigliere comunale Paolo Serra e la presidente della Circoscrizione di Gardolo Antonella Mosna. In realtà erano presenti anche Gianna Frizzera, consigliera circoscrizionale e presidente della Commissione Sport di Gardolo e Devid Moranduzzo, consigliere provinciale leghista, non si capisce come mai non siano stati citati.

Pubblicità
Pubblicità

«In conclusione,  – si legge ancora nella nota di Mosna e Serra – ribadiamo anche qui la nostra volontà di sostenere l’attività della Bocciofila GS Canova alla quale riconosciamo il valore di presidio sociale storico di Canova e della sua comunità che meritano di essere rappresentate da persone serie capaci di dialogare con il Comune nell’interesse proprio della frazione di Canova. Per far sì che la Bocciofila di Canova continui la sua attività ci siamo impegnati nel mediare incontri con il comune, a chiedere deroghe per l’applicazione dei regolamenti che valgono per tutte le associazioni, nel chiedere e ottenere un maggiore stanziamento di risorse economiche a sostegno delle attività sportive e della socializzazione del borgo di cui la Bocciofila GS Canova è da sempre uno dei principali promotori».

E ancora: «L’unica cosa che si è chiesto agli amici della Bocciofila è stata la rendicontazione delle spese, tramite fattura o qualsiasi altra modalità che sia fiscalmente legale per evitare illeciti di tipo amministrativo e giudiziario. Rispetto a questa richiesta il signor Vernarelli affermava che a queste condizioni non sarebbero riusciti a gestire il circolo. Anche noi ci appelliamo agli abitanti di Canova e in particolar modo ai consociati del signor Vernarelli della Bocciofila GS Canova affinché si trovi, una volta per tutte, una soluzione legale alla gestione delle risorse nella loro disponibilità concesse dall’amministrazione comunale per continuare a far vivere questo storico punto di ritrovo della cittadinanza residente a Canova, onde evitare altre soluzioni per l’affidamento della bocciofila. Il ricatto di chiudere il locale di ritrovo con annesso il bar se non si trova un accordo anche con la gestione del campo da bocce è un atto che non fa onore alla blasonata società Bocciofila GS Canova, oltre al fatto che la sede è gestita al livello di affitto dal Patrimonio del Comune di Trento e sul quale pertanto vige altro contratto».

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Gelato alla frutta o gelato alle creme? Questo è il dilemma
    Che estate sarebbe senza gelato? Colorato, fresco, gustoso e perfetto per una merenda golosa o per una serata davanti al ventilatore, il gelato è un must della bella stagione. I gusti ormai sono infiniti, si va dal dolce al salato, dal classico gelato al gelato fritto… insomma, ce n’è per tutti i palati! Ma è […]
  • Da aerei e droni, “bombe di semi” contro la deforestazione in Thailandia
    La fame di risorse naturali che portano alla riconversione di zone naturali in coltivazioni e zone urbane è un fenomeno storico, noto fin dalle origini antiche ma mai così sviluppato come nelle proporzioni attuali. La deforestazione infatti, è considerata uno dei più grandi mali della società moderna che, oltre ad aggravare una vasta gamma di […]
  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]
  • Arredare green: la scelta di vivere sostenibile
    La connessione fondamentale tra essere umano e natura trova forte legame e accordo con un incredibile risultato in molti settori: dall’abbigliamento, alla arte culinaria fino all’arredamento di spazi interni ed esterni. Per gli appassionati di aree verdi e naturali, la nuova tendenza che guarda al futuro del design è uno sguardo verso Madre Natura, composto […]

Categorie

di tendenza