Connect with us
Pubblicità

Trento

Bocciofila Canova, Mosna e Serra replicano a Vernarelli: «Il problema non è finanziario»

Pubblicato

-

Nella giornata di ieri il nostro giornale ha pubblicato un articolo contenente delle dichiarazioni polemiche del cassiere e tecnico della bocciofila di Canova Franco Vernarelli.

Destinatari delle sue dichiarazioni erano stati Antonella Mosna presidente della circoscrizione di Gardolo e il consigliere comunale Serra colpevoli secondo Vernarelli di fare orecchie da mercante nella vicenda relativa al rinnovo della convenzione per la gestione e l’utilizzo del bocciodromo di via Paludi, presso Canova di Gardolo, in favore della Bocciofila GS Canova che dal 1983 anima la frazione della circoscrizione da cui prende il nome.

Mosna e Serra in una nota smentiscono le dichiarazioni di Vernarelli e passano al contrattacco precisando che:

Pubblicità
Pubblicità

1) Ci preme innanzitutto affermare che il problema non è quello finanziario. Anzi, su proposta della Commissione Cultura/Sport presieduta da Paolo Serra è stata inserita nella delibera di data 20 gennaio 2019 un aumento dei contributi finanziari che da 3 mila euro sono passati a 5 mila euro, ad esclusione degli oneri fiscali, quindi netti. Tale delibera di rinnovo della convenzione è passata in Consiglio Comunale con il voto bipartisan di tutte le forze politiche, dal PD alla Lega, con 34 consiglieri favorevoli su 35 presenti (astenuto il consigliere Ducati).Con tale aumento delle risorse economiche nella disponibilità della Bocciofila, si può far fronte a tutte le spese ordinarie, considerato che a quelle straordinarie insieme a quelle relative a utenze elettriche, riscaldamento, acqua, oneri assicurativi relativi all’intero edificio che ospita oltre al bocciodromo anche altre attività comunali, sono a carico del Comune

2) il signor Vernarelli afferma che, come nel caso della Bocciofila GS Canova, anche le medesime associazioni sportive che operano in via Fermi, a Trento Sud, e a Villazzano dovranno rinunciare alla loro attività sportiva e ricreativa. Queste affermazioni non risultano vere e non si capisce il motivo per cui vengano affermate. Nel primo caso, infatti, il gruppo sportivo di via Fermi ha accettato l’accordo con il Comune per il rinnovo della convenzione mentre nel caso di Villazzano che riguarda il Centro Sportivo Don Antonio Spada, il problema nemmeno si pone al momento perchè la convenzione che li riguarda andrà in scadenza a fine anno;

3) nell’articolo il signor Vernarelli dichiara di aver incontrato recentemente il consigliere comunale Paolo Serra e la presidente della Circoscrizione di Gardolo Antonella Mosna. In realtà erano presenti anche Gianna Frizzera, consigliera circoscrizionale e presidente della Commissione Sport di Gardolo e Devid Moranduzzo, consigliere provinciale leghista, non si capisce come mai non siano stati citati.

Pubblicità
Pubblicità

«In conclusione,  – si legge ancora nella nota di Mosna e Serra – ribadiamo anche qui la nostra volontà di sostenere l’attività della Bocciofila GS Canova alla quale riconosciamo il valore di presidio sociale storico di Canova e della sua comunità che meritano di essere rappresentate da persone serie capaci di dialogare con il Comune nell’interesse proprio della frazione di Canova. Per far sì che la Bocciofila di Canova continui la sua attività ci siamo impegnati nel mediare incontri con il comune, a chiedere deroghe per l’applicazione dei regolamenti che valgono per tutte le associazioni, nel chiedere e ottenere un maggiore stanziamento di risorse economiche a sostegno delle attività sportive e della socializzazione del borgo di cui la Bocciofila GS Canova è da sempre uno dei principali promotori».

E ancora: «L’unica cosa che si è chiesto agli amici della Bocciofila è stata la rendicontazione delle spese, tramite fattura o qualsiasi altra modalità che sia fiscalmente legale per evitare illeciti di tipo amministrativo e giudiziario. Rispetto a questa richiesta il signor Vernarelli affermava che a queste condizioni non sarebbero riusciti a gestire il circolo. Anche noi ci appelliamo agli abitanti di Canova e in particolar modo ai consociati del signor Vernarelli della Bocciofila GS Canova affinché si trovi, una volta per tutte, una soluzione legale alla gestione delle risorse nella loro disponibilità concesse dall’amministrazione comunale per continuare a far vivere questo storico punto di ritrovo della cittadinanza residente a Canova, onde evitare altre soluzioni per l’affidamento della bocciofila. Il ricatto di chiudere il locale di ritrovo con annesso il bar se non si trova un accordo anche con la gestione del campo da bocce è un atto che non fa onore alla blasonata società Bocciofila GS Canova, oltre al fatto che la sede è gestita al livello di affitto dal Patrimonio del Comune di Trento e sul quale pertanto vige altro contratto».

 

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento49 minuti fa

Anche in Bondone il post vacanze è dramma .Il gestore del noleggio sci Degasperi:”E’ il deserto in settimana”

Arte e Cultura2 ore fa

Green Film Lab, come produrre un film in modo sostenibile

Trento2 ore fa

Da giovedì 20 nuovi orari in Ztl per le consegne postali

Bolzano2 ore fa

Gruppo di giovani disarma un vigile a Milano. Nei guai anche alcuni altoatesini

Arte e Cultura3 ore fa

L’orrore in prima persona, testimonianze dei sopravvissuti all’Olocausto

Piana Rotaliana3 ore fa

Sorni di Lavis, un milione di euro per rendere definitiva la rotatoria

Trento3 ore fa

Covid 19: troppi rallentamenti dell’attività operatoria oncologica in Trentino

Trento4 ore fa

CNA Trentino incontra il sindaco Ianeselli

Trento4 ore fa

Controlli Covid: blitz della Polizia di Stato nelle palestre di Trento

Arte e Cultura5 ore fa

Arco: torna «Corde resonanti», rassegna di conferenze-concerto

Valsugana e Primiero7 ore fa

Cominciati i lavori per il polo sportivo a Centrale.Il sindaco di Bedollo: “Traguardo per i giovani”

Alto Garda e Ledro8 ore fa

Lago di Garda, Guardia Costiera: 498 sanzoni e 29 sequestri nel 2021

Italia ed estero8 ore fa

In arrivo nuove regole Covid, dalle quarantene al sistema a colori: ecco cosa potrebbe cambiare

Arte e Cultura8 ore fa

“Living Memory”: ieri l’apertura, molti gli appuntamenti in programma fino al 27 gennaio

Trento9 ore fa

Paoli (Lega): «Süd-Tiroler Freiheit non partecipano all’elezione del Presidente di uno “Stato straniero”? Per coerenza si dimettano»

Trento3 settimane fa

Nel 2021 su «La Voce del Trentino» lette oltre 30 milioni di pagine da 8 milioni di lettori

Trento2 settimane fa

Coronavirus: una vittima e 972 nuovi contagi nelle ultime 24 ore

Trento2 settimane fa

Coronavirus: nuovo record di contagi nelle ultime 24 ore. Sempre stabili i ricoveri

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 2.372 contagi e due morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: due morti e 2.290 contagi nelle ultime 24 ore. Calano sensibilmente i ricoveri

Trento2 settimane fa

Coronavirus: due vittime e 807 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 408 nuovi casi e nessun decesso nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: record di contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Morta una donna di 55 anni

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 1.307 nuovi contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Superato il milione di vaccinazioni

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 1 decesso e 938 contagi nelle ultime 24 ore. Calano i ricoveri in terapia intensiva

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 894 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. C’è anche una vittima. Stabili i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: altri 3 morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Fugatti: «Lupi grave problema di sicurezza, attendiamo l’approvazione del piano di gestione guida costruito per il Trentino»

Trento3 settimane fa

Coronavirus: nessun decesso e 139 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 3 vittime e 502 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Unico&Bello

Orient Express la Dolce Vita: in Italia un nuovo modo di vivere il Paese

A breve in Italia arriverà un nuovo modo di vivere e conoscere il Paese, in carrozze di lusso ispirate al design degli anni ‘60/’70. L’Italia si presenta al…

Vaia Cube e Vaia Focus: nuova vita agli alberi abbattuti da Vaia

Sono numerose le aziende ed i privati che hanno deciso, negli ultimi anni, di donare nuova vita e dignità ai 42 milioni di alberi abbattuti dalla tempesta Vaia…

2050: come ci arriviamo? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per tutti

Dal 22 dicembre 2021 al MUSE – Museo delle Scienze di Trento, la mostra “2050: COME CI ARRIVIAMO? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per…

L’Altopiano Tibetano e Nepal in due splendide mostre fotografiche virtuali

L’Altopiano Tibetano noto per alcuni dei pascoli più grandi al mondo, non consente lo sviluppo di una vera e propria attività agricola. Anche per questo le popolazioni dell’Altopiano…

Necrologi

Categorie

di tendenza