Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Statale della Valsugana, due ipotesi per il raddoppio nelle mani delle comunità

Pubblicato

-

Per la strada statale 47 della Valsugana ci sono sul tappeto due ipotesi di raddoppio: la realizzazione di due nuove corsie, in aggiunta a quelle attuali, specificatamente destinate al transito di attraversamento proveniente da e per il Veneto, oppure la costruzione di una nuova strada a 4 corsie.

Due ipotesi progettuali assai diverse, sia sotto l’aspetto tecnico sia finanziario (86 milioni di euro il costo della prima ipotesi contro i 156 milioni di euro previsti per la seconda), sia ancora, aspetto non indifferente, per quanto riguarda i tempi di realizzazione.

Da ieri sera, dopo l’illustrazione resa a Grigno dai tecnici dell’Unità di missione strategica grandi opere e ricostruzione guidata dall’ingegner Raffaele De Col e dell’Agenzia provinciale per le opere pubbliche, le due ipotesi sono al vaglio dei Comuni di Grigno, Ospedaletto, Scurelle, Castel Ivano e Castelnuovo, ovvero le comunità che da anni attendono una soluzione ai “mali” della SS47 (traffico, inquinamento, incidenti) ed alle quali il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti ha ribadito la forte volontà della Giunta di intervenire.

Pubblicità
Pubblicità

“La scelta fra i due progetti dipenderà dai territori – ha affermato Fugatti al termine dell’incontro con i Consigli comunali dei cinque Comuni della bassa Valsugana – ma non vogliamo che si perda altro tempo: da oggi inizia di fatto la concertazione pubblica su quest’opera, entro fine settembre i Comuni della Valsugana dovranno esprimersi”.

Con il presidente Fugatti è sceso ieri sera a Grigno anche il presidente del Consiglio regionale Roberto Paccher (“Finalmente la Valsugana potrà avere quest’opera, non una soluzione imposta da Trento ma concertata con le comunità interessate”).

Pubblicità
Pubblicità

L’apertura della concertazione pubblica (due mesi per l’espressione di pareri e osservazioni a partire dal definitivo deposito dei progetti, che avverrà a luglio) apre di fatto il crono programma dell’attesa “Riorganizzazione e raddoppio della S.S.47 della Valsugana nel tratto tra Castelnuovo e Grigno”.

Principali punti dirimenti delle due ipotesi, i costi (quasi il doppio della spesa per l’ipotesi 4 corsie, che prevede lo spostamento del tratto di circa 4 chilometri di ferrovia lungo la retta di Ospedaletto) e i tempi di realizzazione: 5/6 anni nella prima ipotesi, almeno 10 per la seconda.

Prima ancora che sul piano tecnico-progettuale, i due progetti l’uno all’altro alternativi rispondono a due diverse scelte pianificatorie, che mirano al controllo del traffico pesante della SS47 con la “2+2 corsie”; al potenziamento omogeneo della statale con previsione di flussi separati di transito per le direzioni nord e sud nell’ipotesi “4 corsie”. Le due ipotesi comportano anche un diverso consumo del suolo: 27 ettari a fronte di 34 ettari, con una maggiore porzione di aree pregiate (terreno agricolo) consumate nella prima ipotesi.

All’incontro di ieri sera i tecnici della Provincia hanno fornito anche i dati relativi ai flussi di traffico registrati lungo la SS47 nel corso del 2018 dalle cinque stazioni di rilevamento collocate lungo l’arteria stradale.

In direzione Trento sono transitati mediamente 6.200 veicoli al giorno, dei quali 1.100 veicoli pesanti; considerando i soli giorni feriali del mese di settembre dello scorso anno, il valore medio dei flussi totali (veicoli leggeri + veicoli pesanti) in transito è stimabile in circa 7.100 veicoli, di cui 1.600 pesanti.

In direzione Bassano i numeri non sono molto diversi, a dimostrazione che sulla SS47 il numero di veicoli che entrano dal Veneto equivale suppergiù a quello in uscita dal Trentino verso la regione confinante: mediamente 6.300 mezzi, di cui circa 1.050 veicoli pesanti, che salgono a circa 7.100 (di cui 1.550 veicoli pesanti) considerando i soli giorni feriali.

Complessivamente, quindi, lungo il tratto Castelnuovo-Grigno transitano mediamente, in entrambe le direzioni, circa 12.500 veicoli (2.150 veicoli pesanti), che diventano circa 14.200 (3.150 veicoli pesanti) nei giorni feriali.

Dati, questi, che in vista della decisione finale che saranno chiamati a dare a settembre i Comuni della Bassa Valsugana saranno integrati, su richiesta degli stessi sindaci, dalle previsioni di traffico conseguenti all’apertura della Pedemontana veneta.

Rispondendo alle domande di approfondimento e chiarimento di sindaci e consiglieri comunali relativamente alle future connessioni stradali tra Veneto e Trentino (Pedemontana veneta da una parte, Valdastico dall’altra), il presidente Fugatti ha ribadito ancora una volta la scelta operata dalla Provincia di Trento che prevede lo sbocco della Valdastico a Rovereto Sud.

Pubblicità
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Bosentino: il rischioso sorpasso di un furgone

Pubblicato

-

Siamo sulla strada provinciale 1 che porta da Vigolo Vattaro a Caldonazzo. 

In prossimità del paese di Bosentino un furgone dopo essere uscito da una rotonda decide di sorpassare due autovetture. 

Lungo la strada, divisa dalla la linea continua, erano presenti anche degli «stradini» che si stavano occupando del disboscamento della carreggiata e un trattore, che nel rientrare il conducente del camion ha sfiorato di pochi centimetri. 

Pubblicità
Pubblicità

 

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Forum per la ricerca: sabato 20 luglio, ad Arte Sella, la presentazione del documento finale

Pubblicato

-

Cinque sessioni plenarie, visite a centri di ricerca, confronti e dibattiti, momenti di ascolto delle categorie economiche e del territorio, 15 esperti di fama internazionale.

Al termine di tre mesi di lavoro Trentino Research Habitat, il Forum per la ricerca e l’innovazione istituito dalla Provincia autonoma di Trento e coordinato da Trentino Sviluppo, si prepara a vivere la sua giornata conclusiva.

Sabato 20 luglio, a partire dalle ore 10.00, nella suggestiva cornice di Malga Costa (Borgo Valsugana), porta di ingresso al percorso di Arte Sella, si terrà la presentazione del documento finale.

Pubblicità
Pubblicità

Una “Carta” contenente linee strategiche per lo sviluppo della ricerca scientifica e l’innovazione in Trentino che nelle intenzioni della Giunta provinciale contribuirà ad orientare le risorse verso gli ambiti che possono generale le ricadute più interessanti, sia sul versante economico che per la risoluzione di problemi reali e la creazione di nuove opportunità per l’intero territorio.

L’evento, aperto dal saluto di Maurizio Fugatti, presidente della Provincia autonoma di Trento, sarà moderato da Enrico Pagliarini, giornalista di Radio24, e trasmesso in diretta Facebook.

Pubblicità
Pubblicità

Il documento finale, sottoscritto dai 15 esperti componenti il Gruppo di lavoro del Forum, verrà presentato dal coordinatore scientifico Emil Abirascid e commentato da Achille Spinelli, assessore allo Sviluppo economico, ricerca e lavoro della Provincia autonoma di Trento, che anticiperà alcune traiettorie di ricerca prioritarie, oltre al percorso strategico che la Giunta provinciale ha individuato per il sistema trentino della ricerca scientifica e dell’innovazione.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Rimangono gravi le condizioni del 19 enne rimasto ferito mercoledì sera a Roncegno

Pubblicato

-

Rimangono gravi le condizioni del 19 enne di Marter, Tommaso Paoli, che mercoledì sera in prossimità della pizzeria il Picchio ha perso il controllo della sua auto e dopo essersi ribaltato, si è schiantato contro un albero. Si stava recando proprio nella pizzeria il Picchio per ordinare delle pizze, ma non ci è mai arrivato.

Un testimone oculare ha riferito che il ragazzo stava viaggiando ad una velocità non proporzionata alla strada, e complice l’asfalto bagnato, non è più riuscito a controllare il mezzo. Nell’urto il giovane si è procurato gravi ferite, fra cui un trauma cranico.

Il personale sanitario lo ha trasportato con l’elicottero all’ospedale Santa Chiara dove è stato ricoverato nel reparto di rianimazione. La prognosi è riservata.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza