Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Natura e cultura: il monte Baldo al centro di un convegno a Brentonico dal 21 al 24 giugno

Pubblicato

-

Un monte unico, la cui ricchezza botanica è studiata fin dal 1400.

Un monte che dalle sponde del lago di Garda, a poche decine di metri sul livello del mare, arriva fino agli oltre 2000 metri dell’Altissimo, racchiudendo un vasto patrimonio ecologico-ambientale, di reti di riserve e aree protette, di paesaggi, ma anche di comunità, di beni culturali, di attività economiche.

Un monte su cui crescono oltre 2100 specie floristiche, e dove sono di casa produzioni agroalimentari uniche, ad esempio un formaggio – prodotto con latte crudo – contenente un battere che è di fatto un calmante naturale.

Pubblicità
Pubblicità

Tutto questo e molto altro è il monte Baldo, di cui da tempo il Trentino, assieme al Veneto, sostiene la presentazione della candidatura a Bene patrimonio dell’umanità DELL’UNESCO.

Il Baldo sarà al centro nei prossimi giorni – da venerdì 21 giugno a lunedì 24 – di un importante convegno a Brentonico, che cercherà di mettere assieme proprio le due specificità di questa montagna: da un lato quella ecologico-ambientale, dall’altra quella storico-culturale.

L’evento è stato presentato oggi dal vicepresidente della Provincia e assessore all’ambiente Mario Tonina, dai dirigenti provinciali Fabio Scalet e Giuliana Cristoforetti e e dal sindaco di Brentonico Christian Perenzoni.

Pubblicità
Pubblicità

Collaborano con l’iniziativa, fra gli altri la tsm-Trentino school of management, la Fondazione Mach, l’Università di Trento e il Muse.

Sul Baldo natura e cultura hanno sempre dialogato: basti pensare che alla fine dell’800 venne isolata qui per la prima volta la molecola dell’acido acetilsalicilico, poi usata dalla Bayer per fare l’aspirina.

Più recentemente, la FEM ha isolato e classificato circa 3000 batteri contenuti nelle produzioni alimentari del Baldo realizzate con il latte a crudo, riscontrando proprietà importanti, fra cui un acido che è un potente neurotrasmettitore, di fatto un calmante naturale, un battere antistress.

Ma attenzione: come spiegato da Elena Franciosi, ricercatrice FEM e tra le prossime relatrici dell’evento, il latte munto in montagna ha delle proprietà, che a volte si perdono se le bovine vengono munte a valle.

Il Baldo, insomma, non cessa di stupire.

“E’ per questo – ha detto il vicepresidente Tonina – che siamo fortemente convinti della bontà  del percorso che abbiamo intrapreso per la sua candidatura a bene Unesco. Un percorso che naturalmente dovremmo fare assieme al Veneto, regione a cui appartengono 10 dei 15 comuni i cui territori insistono sulla montagna”.

Recentemente, in seguito ad un  positivo incontro svoltosi a Verona, a cui ha preso parte anche l’assessore al territorio della Regione Veneto Cristiano Corazzari, la Provincia di Trento, con il presidente Maurizio Fugatti e il vicepresidente Tonina, ha scritto una lettera al presidente veneto Luca Zaia, rinnovando l’invito a lavorare assieme per presentare una richiesta di iscrizione alla tentative List dell’Unesco, definendo anche un Protocollo d’intesa che traduca lo spirito di collaborazione transregiobale proprio della proposta.

In ogni caso, “l’importanza di quest’area – ha detto ancora Tonina –  è fuori discussione, e questo convegno, che segue ad un’analoga iniziativa svoltasi lo scorso dicembre, lo dimostrerà ancora una volta. Il 26 giugno si festeggeranno i 10 anni delle Dolomiti patrimonio Unesco, assegnatoci a Siviglia.  Speriamo ciò sia di buon auspicio. La Provincia  ha fatto dei temi dell’ambiente, del territorio, del paesaggio, altrettante direttive strategiche del suo programma di sviluppo, e ciò è emerso anche nel corso degli Stati generali della montagna.”

“La candidatura del Baldo si pone in questa prospettiva. L’impegno maggiore ora deve andare nella direzione di riuscire a coinvolgere i territori. La consapevolezza dell’importanza di questo patrimonio, anche per le opportunità economiche e di lavoro che può offrire, deve nascere dal basso. In Trentino c’è ancora spazio per creare ulteriori occasioni di sviluppo nei territori di montagna, guardando soprattutto ad un turismo sostenibile”.

Convinzioni condivise dal sindaco di Brentonico Christian Perenzoni, che ha ringraziato per gli sforzi fatti dall’assessorato all’ambiente per dare concretezza a questo progetto e più in generale per valorizzare le aree protette del Trentino.

“La partecipazione di chi vive sui territori – ha sottolineato a sua volta –  è un elemento fondamentale di riuscita. La creazione della rete delle riserve del Baldo, la certificazione delle azioni di turismo sostenibile messe a punto all’interno del territorio del parco e altri passaggi già fatti ci hanno già abituato a fare rete. Vogliamo vedere il Baldo come un elemento unico indipendentemente dai confini amministrativi”.

 “L’obiettivo Unesco è sfidante – ha detto invece Scalet . – Dobbiamo essere consapevoli che le opportunità di riconoscimento nel patrimonio mondiale sono limitate. Abbiamo già visto anche bocciature illustri.”

“Ma il binomio natura-cultura può essere la formula vincente. Essenziale in questo senso è il rapporto con il Veneto, che in questo momento  è anche impegnato sul fronte del riconoscimento del Prosecco. La competizione, insomma, è notevole, ma stiamo facendo passi avanti”.

I riconoscimenti dei beni Unesco nella nostra Provincia sono: le Dolomiti; i Siti palafitticoli preistorici di Ledro e Fiavè; l’Adamello Brenta Unesco global geopark; il programma Mab alpi ldrensi judicaria.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Recovery Bond, il piano delle emissioni
    Con l’obiettivo di rifinanziare la ripresa degli Stati dell’Unione Europea attraverso il Recovery Fund la Commissione ha collocato sul mercato la prima prima emissione di Recovery Bond, ovvero un debito comune europeo. Cosa sono i... The post Recovery Bond, il piano delle emissioni appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Sociale, dal primo di luglio via allo sconto automatico in bolletta: a chi si rivolge e come accedere
    Dopo le ultime correzioni dell’Authority Arera, il primo luglio è pronto a partire il bonus sociale che prevede uno sconto automatico in bolletta di luce, acqua e gas. Cos’è il bonus sociale Il bonus sociale... The post Bonus Sociale, dal primo di luglio via allo sconto automatico in bolletta: a chi si rivolge e come […]
  • Bonus Tv, fino a 100 euro senza limiti di Isee: come funziona
    Dal Ministero dello Sviluppo economico e dal Ministero dell’Economia e delle Finanze debutterà un nuovo decreto che prevede 100 euro, senza limiti di Isee per la rottamazione della vecchia “tv” Il cambio del digitale terrestre... The post Bonus Tv, fino a 100 euro senza limiti di Isee: come funziona appeared first on Benessere Economico.
  • Smart Money, contributi a fondo perduto per Startup innovative
    Con una dotazione totale di 9,5 milioni di euro, a partire dal 24 giugno potranno essere presentate le domande di agevolazione per Startup innovative dal Programma Smart Money. Smart Money, Cos’è Smart Money è una... The post Smart Money, contributi a fondo perduto per Startup innovative appeared first on Benessere Economico.
  • Codacons, proposta di risarcimento per somministrazione Astrazeneca agli under 60
    Il caos generato intorno al siero anti-covid, Astrazeneca che ha gettato nel panico, nell’incertezza e nella cattiva informazione migliaia di italiani ha spinto Codacons a lanciare un’azione collettiva per il risarcimento. Il caso Astrazeneca Uno... The post Codacons, proposta di risarcimento per somministrazione Astrazeneca agli under 60 appeared first on Benessere Economico.
  • Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob
    Il fenomeno criptovalute è così attuale e crescente, tanto da spingere il numero uno della Consob, Paolo Savona a lanciare un’allarme sulla situazione. La similitudine tra criptovalute e mutui subprime Savona infatti, ha dedicato un... The post Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob appeared first on Benessere Economico.
  • Orange Wine: l’affascinante vino arancione torna di tendenza
    Il mondo dell’enologia non si divide solo in vini rossi, bianchi o rosati. Sempre più spesso infatti, grazie alla continua evoluzione nel settore arrivano sul mercato nuove tendenze particolarmente apprezzate. Questo è il caso dell’Orange Wine, il vino arancione, un vino che secondo molti sommelier regala gusti ed odori del tutto inaspettati. Infatti, nonostante l’Orange […]
  • Nasce il primo superstore senza casse: Amazon conquista con l’innovazione
    All’interno dell’immensa panoramica della distribuzione organizzata, mette piede con estrema originalità il colosso Amazon che, potenziando ulteriormente la sua offerta apre il primo negozio senza cassa. Dall’idea senza dubbio originale e molto innovativa nasce un Fresh store in cui i clienti possono fare comodamente la spesa e uscire direttamente dalla corsia dedicata: “ senza pagare”. […]
  • Valentino dice addio alle pellicce e corre alla ricerca di nuovi materiali
    Mentre a Parigi sfila l’alta moda,  la maison di Valentino si esibisce virtualmente a Roma a Galleria Colonna. Il contrasto tra sontuosità del luogo ed il minimalismo della collezione è netto e per la prima volta uomo e donna sfilano insieme, una moda che non ha bisogno di definizione. Una sfilata che racconta la celebrazione […]
  • Il futuro del mercato immobiliare passa dalla casa in legno: un’abitazione con molti vantaggi
    Il futuro del mercato immobiliare potrebbe spostarsi dal mattone ad un materiale tanto semplice quanto resistente e sostenibile, come il legno. In particolare, il legno è il materiale per eccellenza alleato della sostenibilità ambientale perché aiuta a raggiungere al meglio l’autosufficienza energetica, permettendo di ridurre gli sprechi. Infatti, grazie alla sua elevata capacità di isolare […]

Categorie

di tendenza